di Giorgia Cannarella 22 Maggio 2013
the photography of modernist cuisine

“Se dovessi lasciare casa in dieci minuti quale sarebbe l’unico libro di cucina che porterei via con me? Uno e uno solo. Modernist Cuisine”, scriveva il nostro esperto di cucina nerd RicBrig, parlando del costosissimo libro di Nathan Myhrvold, ex capo dell’ufficio tecnico di Microsoft, così orgogliosamente consapevole delle sue basi scientifiche.

Poi fu Modernist Cuisine at Home, la versione per replicare a casa la cucina “modernista” con gli incredibili “esplosi” di panini gourmet, le rappresentazioni grafiche di grill, pentole e altri indispensabili strumenti di lavoro del cuoco del 21esimo secolo.

Ora, con ben 399 pagine di fotografie tratte dai libri precedenti, 145 delle quali di enormi dimensioni, tanto da essere distribuite su due pagine di un volume che è il 60 per cento più grande del giù voluminoso antenato, sta per arrivare The Photography of Modernist Cuisine.

The Photography of Modernist Cuisine è il primo libro scritto da Myhrvold da solo, senza il contributo di Maxime Billet, e uscirà il 22 ottobre. Più che aggiungere altre parolo vi lasciamo gustare le immagini.

The potography of modernist cuisineThe potography of modernist cuisineThe potography of modernist cuisine
[Eater]