di Massimo Bernardi 6 Aprile 2010

“A Pasqua ho spazzolato cosìttanto cioccolato che se morivo il giornale titolava “colesterolo luttuoso”. Enfasi su colesterolo”. Da 1 a 5, caro il mio piccolo lettore, quanto ti riconosci in questo ritratto? 3, 4, 5? Allora noi due abbiamo un problema. Siccome le uova di cioccolato fanno mediamente schifo (intendiamoci, le eccezioni esistono ma gesummaria, costano quanto una manovra economica) e siccome in questi giorni ogni famiglia italiana se n’è comprate 4 (4?), lo sconfortante risultato è che ci siamo sbafati quintali di cioccolato estremamente autopunitivo. Ora, stabilito che al netto di pochi adepti di quello artigianale, siamo un popolo dipendente dal cioccolato a buon mercato, chiediamoci, come ha fatto il Guardian, con cosa tendenzialmente preferiamo avvelenarci.

Per dire, qual è l’infame barretta cui cedete più spesso? Preferite il KitKat al Twix, il Kinder Bueno al Bounty, il Tronky allo Snickers? O come me, anche voi siete schiavi dei quadrati di cioccolato Ritter Sport?

[Fonti: AdnKronos, Guardian. Immagine: Guardian]