di Massimo Bernardi 6 Settembre 2011

Il Circolo Montecitorio si trova all’Acqua Acetosa nel quartiere Parioli a Roma, una zona appartata sede di prestigiosi club sportivi. Non a caso l’indirizzo è Via dei Campi Sportivi, 5. Curiosamente, accedere al Circolo Montecitorio non costa molto: 22 euro al mese, ma aggiudica molti privilegi. Tra questi, il costo irrisorio del menu: primi piatti 3.60 €, secondi piatti di pesce 4,80 €, Insalatona ricca 4,80 €, dolci 1,80 €. Prezzi che accostati al nome del circolo, “Montecitorio”, evocano un recente scandalo, se ci passate il termine: il Ristorante del Senato.

Siete sulla strada giusta. Con le piscine, le palestre, i campi da tennis, gli ampi saloni per occasioni conviviali, feste e festini a disposizione dei fortunati soci, il Circolo Montecitorio è il club dei deputati e dipendenti della Camera.

Possono iscriversi esclusivamente parlamentari, ex parlamentari, funzionari, dipendenti e giornalisti accreditati presso la Camera dei Deputati.

Una sorta di dorato dopolavoro per i nostri affaticati parlamentari.

Solo per loro? No, gli esterni possono accedere MA SOLO se presentati da qualche deputato e versando quote molto più consistenti.

I curiosi come noi invece restano fuori, bloccati da un rigido controllo che tiene gli intrusi alla larga dalla struttura.

Possono però soddisfare gli intenti voyeuristici, anche se in minima parte, consultando il rudimentale sito del circolo, che, fino a quando non verrà oscurato, fornisce informazioni sul club, dalle strutture al regolamento fino alla bacheca usata dai deputati per affittare ville, vendere motoscafi e auto di lusso.

Dopo tutto sono parlamentari, chi può chiedergli conto dei numerosi stanziamenti economici erogati al circolo? Già, chi?

P.S. Potete indignarvi adesso o tra un mese, quando il Corriere farà lo “scoop” sul Circolo Montecitorio.

[Crediti | Link: Dissapore, I segreti della casta, Circolo Montecitorio, immagini: Circolo Montecitorio]