di Massimo Bernardi 8 Dicembre 2011

Nigella Lawson nega l’erotismo dell’immagine. Ma la rivista inglese Stylist, con in copertina il suo morbido volto grondante caramello,  sprizza talmente tanto testosterone che dovrebbero venderla dietro presentazione di ricetta medica. Del resto, tra i maschi appassionati di cucina, specie i più saldamente in quota etero tra voi, l’associazione tra sexsymbolitudine e la domestic goddess più amata dagli inglesi è praticamente automatica.

Piuttosto: la copertina colante sdogana il caramello, è questo il fatto nuovo.

Finora erano altri gli ingredienti della seduzione: ostriche e champagne, il cioccolato, certi aromi freschissimi tipo citronella (lemongrass se volete tirarvela), il sushi per gli hipster.

L’altra icona della cucina britannica, Gordon Ramsay, aveva ragguagliato gli uomini sulle doti del gelato: “sistemate un fondente al cioccolato sopra l’ombelico e due palline di gelato su ognuno dei capezzoli. Rilassatevi e pensate che sarà come fare un bel frullato”.

Eppure a Stylist, Sua Attrazione Nigella ha confessato la nuova ossessione. “La mia storia d’amore con il caramello dura da un po’, è inebriante, passionale…”.

Ci troviamo in mezzo a un lungo ponte festivo. Precipitati in voragini di disinteresse, gli schermi dei computer oggi sono limitati a pochi intimi. La situazione ideale per una confessione sincera e generosa.

Andando al capitolo vita vissuta, che il sentito dire in certi casi non vale, ci dite quale ingrediente è stato effettivamente utile alla causa, portandovi al di là della quotidianità normale?

[Crediti | Link: Dissapore, Stylist. Immagine: Stylist]