La Cremonizzazione del Blog Cafè

GianMaria Le Mura, vincitore del Blog CafèMartedì scorso, l’editor di Dissapore, Antonio Tomacelli, ha ripescato il Blog Cafè dall’angolo: “cose che mi fanno salire la carogna“. E’ stato negativo ma scriveva con la corrente elettrica addosso: okay, forse il premio per i blog gastronomici di Squisito voleva vincerlo. Oggi, riparlandone con l’ormone sotto controllo, mi chiedo se per qualcuno sia stato un buon Blog Cafè.

Il Premio ha certamente sofferto: auto-votazioni, improvvisazione, duepuntozero inesistente, barboncini glamour al posto dei portatili. Eppure per Luigi Cremona è sicuramente stato un buon Blog Cafè. Parte della spiegazione è che, se vuoi svolgere con soddisfazione il mestiere di critico gastronomico, è utile controllare quanti più eventi è possibile. Compresi quelli che non portano denaro ma un buon ritorno di immagine. Mettiamola così: esserci conta più che fare le cose per bene.

Ma presidiare un Premio per i blog, se tu stesso riconosci di non padroneggiare (ancora) la materia, che senso ha? Ti invito a fare questa riflessione, Luigi, se non fossi così preciso nel giudizio tra piatti sofisticati e pietose pietanze, credi che ti riconoscerebbero il miglior palato su piazza?

La Cremonizzazione del Blog Cafè aiuta a spiegare la mancanza dei migliori blog gastronomici italiani tra i premiati e perfino tra i candidati. Non c’è stata selezione di merito: chiunque poteva autocandidarsi; niente categorie, tutti contro tutti indipendentemente che si parlasse di cucina, gastronomia, vino, salute; il premio della giuria inserito solo all’ultimo mettendo insieme le mele con le pere: perfino Dissapore, blog nemmeno duemesenne. Risultato: nessuna traccia di Il Papero Giallo, Il Cavoletto di Bruxelles, WebWineFood, degli emergenti La Grande Abbuffata, Il Pranzo di Babette, Profumo di lievito, dei nuovi Puntarella Rossa, Mele al Forno, Qualcosa di Rosso e di millemila altri meritevoli. Qualche buona segnalazione: Percorsi Di Vino, Mediterraneo in Cucina. Un blog dei blog improbabile (che di noi dice: Personalmente credo si Droghino perchè altra spiegazione non ho”). Un tot di lamentele.

Devo dire che vedo poche alternative al Blog Cafè, in Maggio gli spazi della comunità di San Patrignano sono più incantevoli del solito, ma Filippo Ronco sta preparando a Genova un incontro tra blog dall’aspetto più moderno nonostante i molti nomi: Vinix Unplugged Open Unconference.

E replicheremo pure noi al totalitarismo del Blog Cafè provando a riformare l’agenda del food-blogger (Settembre? Ottobre?). Ma la tentazione di chiedervi cosa non DOVREBBE mancare al primo Dissapore Camp è irresistibile. Qualche idea?

PS. Intanto, i calibrati commenti sui ristoranti visitati, che nel blog di Luigi Cremona completano le fotografie, lo candidano al ruolo di autentico Anti-Vuggì.

Massimo Bernardi Massimo Bernardi

7 Maggio 2009

commenti (37)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. su cosa DEVE assolutamente mancare in una rassegna (incontro, summit, confronto: chiamatelo come volete) non ho dubbio alcuno: la presenza di personaggi che con i blog non hanno nulla a che fare, che i blog non sanno che cosa siano (anche se magari di uno pseudo blog si sono incredibilmente dotati), che lo spirito, il linguaggio del blog, il suo essere alternativo ad un’informazione tutta “tarallucci e vino e volemmose bbene”, ignorano totalmente. Non sanno assolutamente cosa sia e cosa comporti. A Squisito alcuni personaggi del genere collocati sulla tolda di comando hanno portato al risultato che é sotto gli occhi di tutti (tranne che di qualche beneficiato, salito alla ribalta non si sa bene perché) e che tu Massimo hai splendidamente condensato con quel titolo fulmineo e geniale che é “la Cremonizzazione del blog café”…

  2. errata corrige: “condensato in quel titolo”, non “con quel titolo” come erroneamente ho scritto. Ad una corretta sintassi, ad una grammatica a posto, contrariamente a qualche blogger “squisitamente” premiato, io tengo…

    1. Sig. Ziliani mi spiega il motivo del suo astio nei miei confronti? Così, tanto per capire, perchè è davvero difficile dare una spiegazione logica.
      Comunque, e qua la chiudo davvero perchè non amo le polemiche sterili, prima di darmi del non elegante si legga bene la definizione di spam (la trova su wikipedia)
      Perchè tra me e lei, chi spamma non sono io.

      P.S: io non voglio salire alla ribalta di nulla, continuerò come ho sempre fatto a tenere un mio diario su internet.
      Ringrazio Massimo Bernardi perchè, nonostante tutta la merda che mi è stata tirata addosso, ha riconosciuto che alla fine sono una buona segnalazione. Grazie di cuore!

  3. Avatar gumbo chicken ha detto:

    Scusate ‘nattimo ci deve essere qualcosa che non riesco a capire in questa faccenda.
    Il premio blogdeiblog di Squisito è il Pulitzer dei blog, oppure semplicemente un gioco (come sembrava a me)?
    Era in palio un dottorato di ricerca con stage alla redazione del NY Times oppure si vinceva una magnum Baladin (come pare dalle foto)?
    Il Blogcafé è un forum internazionale con le più autorevoli personalità del web oppure semplicemente un angolo dedicato ai blog all’interno di una festa dedicata al gusto e alle iniziative di San Patrignano (come pareva a me)?
    Nei suoi intenti era serioso e professionale oppure ha uno spirito leggero e scherzoso (come mi era sembrato leggendo i racconti dell’anno scorso – inclusa la consegna dello scarpino leopardato al Bonilli, il bacio tra Mucca e Vuggì ecc.)?

    Perché se quello che sembrava a me è vero, allora continuo a non vedere il problema se una giuria popolare ha deciso di premiare un blog-da-Zelig che è un po’ strano e sopra le righe, ma di sicuro anche divertente e non noioso! :-)))

    1. Avatar fabrizio scarpato ha detto:

      Sono d’accordo con Gumbo. E non vorrei parafrasare i triti giochetti quizzaroli dicendo che in fondo è solo un gioco. Non posso, perchè non so, né voglio entrare nell’eventuale scontro tra Cremona e Dissapore: ho partecipato a Cooking for Wine a Carrara e mi è sembrata una manifestazione ben fatta e interessante, migliorabile, ma bella. Qualcuno dei partecipanti, credo dei candidati, ha lamentato una certa povertà e disorganizzazione a Squisito e ne prendo atto.
      Chissà, facendo il vecchio saggio noioso, forse non ci sono più i blog e i blogger di una volta, o hanno già vinto o si è consumata l’idea di festa, di confronto, di sfottò e autoironia forse in altri tempi si respirava nella rete.
      Dissapore ci prova, con gusto e equilibrio, e forse ricercare quelle connotazioni sarà l’impegno futuro e per il futuro “camp” (se capisco cosa significa).
      Altrimenti bisogna rassegnarsi al fatto che anche la rete è nell’abisso, nella terra di nessuno, nella poltiglia sociale e culturale che caratterizza questi tempi. E certi commenti in altro post lo dimostrerebbero.

    2. Non lo so, e non l’ho capito cos’era Blog cafè…
      Arrivando lì ho avuto subito la netta sensazione di trovarmi fuori posto…nulla di quello che pensavo, nulla di quello che doveva essere…
      Forse qualcuno ha scambiato un gioco con il “Pulitzer dei blog”…o meglio, qualcuno ha pensato di essere al “Pulitzer”, qualcun’altro lo ha travestito da “Pulitzer”…

  4. La dimostrazione di cosa significa persone che poco hanno a che fare con…”tutto”, la si può trovare nell’altro post
    Cosa ci DEVE essere? una sana e pacata discussione sui temi wi-fu è quello che serve più di tutto, del tipo “dove andiamo” innanzitutto…

  5. Ho usato quella espressione ” Personalmente credo si Droghino perchè altra spiegazione non ho “perche con commenti di quel tipo su questo post :Blog e Blog Cafè: campionati diversi” è il minimo sindacale che posso dirti per quanto riguarda questo Blog . E con questo sei pagato Massimo, ma pagatissimo. Se non sbaglio ti ho stretto la mano li’ se eri tu al Premio. Se avessi saputo che hai questi clienti virtuali ti avrei fatto fare il bonifico prima di parlare con me. Il mio è un Blog Improbabile??? Sicuramente si …ma non il solito. Quel blog che ha vinto sarà il blog dei miei clienti che commenteranno il piatto sul tavolo dove mangiano e che si troveranno davanti nel frattempo che cenano. Forse la divulgazione che ho fatto in sicilia del tipo di ristorazione che sto facendo ha fatto tanto, ha dato la giusta visibilità ed ho dato la certezza del tipo di Locale che sto facendo. Forse non credi che non sei informato abbastanza? Forse non credi che non hai accumulato le informazioni necessarie per sparlare?. Calmati perche non sai niente di quel che sto facendo. Ma basterebbe un po di conoscenza in più per scoprirlo…cosa che vedo che ti manca.
    L’articolo che hai fatto con la dicitura di tutto non lo apprezzo sappilo. Il modo di comunicare che hai non è sano. Lavati il viso. Ti rode troppo il culetto a Te. Mi meraviglio di Cremona, o chi ha deciso, perche credo nell’intelligenza sua, che ha scelto di mettrvi in Premio Giuria. Ricordati : Una discoteca, un Locale, un ambiente, si giudica dalla gente che lo frequenta. Io fino ad oggi mi sto solo difendendo !!!!!…ma…mi domando alla fine Di Chi poi!!!!???

  6. Avatar brifazio ha detto:

    Più grinta bucanero, altrimenti non c’è divertimento.

    @giemmellemme
    “Bel Blog Complimenti…da metterlo sugli ANNALI DELL’IGNORANZA.”

    Le sai e le fai tutte tu, non ci hai mai raccontato di quest’impresa, sarà stata un’opera monumentale, anche solo analizzando i tuoi generosi contributi.

    1. >Più grinta bucanero, altrimenti non c’è divertimento.

      E perchè??? 🙂
      Ho scritto, ho detto quello che penso, e non ce l’ho con nessuno…sinceramente del premio Blog Cafè 2009 non me ne frega niente, l’ho detto più di un mese fa…ormai è anche andato…

  7. Se fate qualcosa, fatela con la logica dell’inclusione, non dell’esclusione. Non e’ un vvolemose bbene, ma non riesco veramente a collocare la logica del blog, che e’ condivisione e dialogo, con il litigio e la polemica personale, per favore.
    Fate una cosa rilassata, come una rimpatriata tra amici o comunque persone che condividono lo stesso interesse. Se diventa una cosa contro non sara’ una cosa bella.

    1. Massimo Bernardi Massimo Bernardi ha detto:

      Se non ricordo male, Giampaolo, nonostante lo spirito decubertiano che permea il tuo commento, è capitato di litigare attraverso il blog perfino a te. E se permetti, penso che insieme al dialogo – e qui non manca – nei blog abbia diritto di cittadinanza anche una sincera incazzatura. Quando ci vuole.

      Nessuno vuole fare cose contro. Nessuno di Dissapore, tanto meno io, ce l’ha con Luigi Cremona, persona intelligente, dai modi signorili, e poco incline alla polemica. Però per favore, diamoci un taglio con le caricature dei blog.

    2. Non intendevo dire che non ci si puo’ incazzare e litigare, ma che se volete fare un evento per i blog, come dicevi sopra a Settembre od Ottobre, e’ meglio farlo senza veleni. Poi come dicevo la polemica e l’incazzatura ci sta e a volte serve. Chiusa la fase sarebbe bene fare qualcosa che coinvolga tutti quelli interessati.

  8. Avatar Luigi Cremona ha detto:

    Non sono un esperto del mondo del Blog né voglio diventarlo. Un mondo, tra l’ altro, dove troppo spesso scorre arroganza, linguaggio violento, posizioni “io sì e tu no”, che non mi corrispondono. Quanto al Blog Cafè non sono per altro nemmeno l’ unico nome in gioco, le questioni più strettamente tecniche sono seguite da Kruger Agostinelli. Tengo a precisare comunque che l’ obbiettivo di Squisito e dei suoi vari contenuti è quello di coinvolgere, occupare, stimolare i ragazzi di San Patrignano. Questo per dire che i Blogger alla fine non potranno mai essere loro i veri protagonisti, ben vengano quindi altre iniziative dove saranno solo loro al centro dell’ attenzione. Il Blog Cafè vuol essere una festa e conservare il carattere di festosità e allegria che finora non è mancato.
    Quanto al Premio ricordo che siamo alla terza edizione (Blog Cafè alla quarta, ma in un’ edizione non si è svolto il Premio per il cambiamento di data di Squisito). In ogni edizione è cambiata la formula, nulla osta che cambi ancora, mi sembra anche in linea con lo spirito aperto del web. Quindi possiamo pure considerare e adottare ad esempio la tua proposta, qualora ci venisse sottoposta. Quanto al vincitore non sono così negativo. La sua prosa è a dir poco difficile, ma almeno personale e autentica. E’ pieno di creatività e voglia di fare, mi ha già mandato una diecina di proposte di iniziative varie. Certo, non appartiene alla Nomenklatura del web

  9. Avatar nicola a. ha detto:

    Insomma, se ha vinto ha vinto. Se poi qualcuno organizza un premio migliore e più all’altezza ben venga.

    1. Avatar gumbo chicken ha detto:

      Alla luce delle precisazioni di Luigi Cremona mi sembra di capire che effettivamente il premio non avesse intenzione di essere il Pulitzer dei blog.
      Quindi forse…non è che alcuni di voi invece l’avevano preso un po’ troppo sul serio?

      E’ giusto che esistano eventi e premi per professionisti semiprofessionisti e tecnici, organizzati impeccabilmente – è giusto che si parli dei blog veramente interessanti e ben fatti che possono competere per qualità con quelli internazionali.
      Però non è l’unico modo di vedere le cose.

      Sembra che tutti si prendano così sul serio…i “veri blog” contro le “caricature”; le classifiche oggettive, il calcolo perfetto dei voti….e poi i Grandi Infallibili Recensori contro i meno esperti o fuori standard che non hanno neanche diritto; cuochi contro guide, molecolari contro tradizionali, critici dal web contro critici della carta…ufff!
      Vorrei solo dire: lasciate anche qualche spazio per quelli che nel mondo dell’enogastronomia cercavano solo un passatempo divertente e rilassante!
      Per noi leggere le avventure di GMLM che fa il pesto con due MINIPINNER per qualche VIP può essere anche meglio dell’ennesima serissima recensione di qualche noto ristorante.
      Il web è spazioso, si possono fare entrambe le cose, basta intendersi su chi fa una cosa e chi fa l’altra no?

      p.s. Sì lo so che quando mi arrabbio litigo anch’io ferocemente (a quanto pare ho persino atterrito fabrizio scarpato e giancarlo maffi!) però giuro che io prefesco di gran lunga cavillare facendo anche quattro risate… :-)))