di Lucia la Gatta 12 Aprile 2012

Mentre dal pulpito di una chiesa si lanciano strali conto l’apertura domenicale dei supermercati, dagli uffici marketing del gruppo Pam/Panorama, arriva la nuova campagna pubblicitaria: “Sei studente? Lavora con noi di domenica”. L’iniziativa sta già facendo discutere, ma dalle aperture domenicali seguite alla liberalizzazione decisa dal Governo Monti arrivano segnali entusiasmanti.

“Nel giorno festivo il fatturato è aumentato fino al 30% – dice il direttore marketing Paolo Venturi – la domenica è diventata in poco tempo il secondo giorno di maggior affluenza dopo il sabato in tutte le attività commerciali del gruppo. Questo, unito a un aumento del numero degli scontrini emessi da tutti i negozi, porta a vedere l’apertura nel festivo come una esigenza sentita dagli abitanti”.

Ma accanto all’esigenza di acquistare, ci sarebbe quella di lavorare, vista la carenza di posti di lavoro, tanto che in poco meno di un mese sono arrivare all’ufficio selezione del personale tra le 3 e le 5 mila le domande di ingaggio.

Le mansioni per le quali i supermercati Pam cercano giovani studenti, sono ovviamente quelle di base: addetto alla cassa o più in generale al punto vendita e la paga, secondo alcune stime si aggirerebbe intorno ai 400 euro al mese. Ma i sindacati non ci stanno e sono sul piede di guerra annunciando scioperi per il 25 aprile e il 1° maggio.

A questo punto, per i sindacati, nasce spontaneo il dilemma shakespeariano: lotto per difendere i diritti dei lavoratori altrimenti non ci sarà più regola con grave danno per i dipendenti e le loro famiglie, o appoggio i giovani alla disperata ricerca di lavoro?

[Crediti | Link: Dissapore, Corriere.it, immagine: Giornalettismo]