Questa volta Repubblica.it dovrebbe chiedere scusa

Trova le differenze tra la notizia di Dissapore e quella di Repubblica

Il motivo per cui nell’epoca dei feed rss, il sito del 2° quotidiano italiano, Repubblica.it, pretenda di non essere beccato quando si ispira, no scusate, quando copia e incolla contenuti altrui senza citare la fonte, ditemi voi qual è. Se lo sapete. PS. Siccome Repubblica.it non scrive l’orario in cui pubblica le notizie, per conoscerlo abbiamo interpellato Google News. Che al momento dice 18 ore fa (anche se nella nostra ricostruzione, lì sopra, abbiamo scritto 17). Il post scritto da Dissapore è di ieri alle 11:28.

Massimo Bernardi Massimo Bernardi

19 Settembre 2009

commenti (27)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. bio doll ha detto:

    beh se vi copiano è solo un successo !

    strno che non copino dai loro link/blog di food and wine!
    noiosi forse?
    kiss
    bd

  2. grattatio pallorum ha detto:

    il mondo si divide in tre tipologie di creatività:
    la prima – gli autori
    la seconda – gli interpreti
    la terza – i copia incolla
    .. la terza che hai detto direbbe il mitico Quelo

  3. Fabio Spada ha detto:

    Se va come nel mondo della ristorazione, tra poco vi verranno a dire che siete voi che dovete scusarvi. 🙂

  4. Sembrerebbe un segno di successo, se non fosse anche mutuabile (notare l’ironia) con la nullafacentia tremens di qualche “giornalista”.

    Non te la prendere, segnalala e godi.

    Non ti augureresti un futuro da Settimana Enigmistica, “Il settimanale che vanta il maggior numero di imitazioni”?

    1. Antonio Tomacelli ha detto:

      L’accostamento di Massimo Bernardi alla Settimana Enigmistica è un regalo tanto inaspettato quanto gradito. La redazione di Dissapore ti è grata.
      🙂

  5. grattatio pallorum ha detto:

    a leggere bene l’articolo di repubblica.t non credo che abbia effettivamente copiato tutto da voi… se fate attenzione, molta attenzione, voi scrivete – 3 alternative altrettando orrende – mentre repubblica.it scrive – 3 piatti altrettanto orrendi – il significato é completamente diverso. non credo che abbiano copiato.

  6. alfredo ha detto:

    Questo fa supporre che anche altri articoli o inchieste fatte da repubblica siano copiate di sana pianta da vari blog sul Web?
    Se così fosse….

    1. La risposta è ovviamente sì e non sono certo i soli tra i grandi quotidiani. Poi so’ gli stessi che vogliono essere pagati da Google News, sti fenomeni…

    2. Lizzy ha detto:

      Peggio. Sono quelli che dicono che chi scrive in rete non è, non può essere e non sarà mai un “vero” giornalista, perchè non verifica le fonti, non controlla, ecc.ecc.ecc…

  7. Cari amici
    patite una tecnica antica del giornalismo italiano: quando un piccolo fa scoop o scrive cose interessanti, il grande lo copia e, siccome è grande, va a finire che è il primo.
    Ma con il web, altro motivo per cui adoro questo strumento, ciò non è più possibile sicché parlerei, amichevolmente,
    di bella figura di merda
    A cui farebbero bene a rimediare per salvare la faccia con le scuse

    1. eggi ha detto:

      concordo ed aqgiungo che:
      – nel caso sia un blog, piccolo/grande che sia, a riportare un contenuto/inchiesta, viene sempre citata la fonte.
      – nel caso sia un grande gruppo a riportare/copiare, il ‘diritto’ di citazione di fonte non viene spesso ammesso quasi a voler disconoscere il lavoro degli altri in quanto identificati ‘piccoli’.
      Perché poi accade, quasi sempre, che la rete determina la valenza dei contenuti non in base alla data di pubblicazione ma alle visite e divulgazione in rete che quale contenuto ha ottenuto.
      In effetti Dissapore divulga con un’immagine tutta l’analisi e le differenze, mentre Repubblica.it lo fa testualmente. Ne consegue che il contenuto di Dissapore non si indicizza in Google news mentre quello di Repubblica.it si.
      La scopiazzatura è evidente, palese, ma non viene rilevata dalla rete. Ed infatti se si effettua una ricerca sulla frase ‘ gli antipasti tendono tutti al beige’ su Google news, Dissapore non compare perché non rilevato. 4 numeri… mancano 4 numeri nell’alias. IT Dissapore.. remember 4 for number per essere presi da Google news

      Repubblica – http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/esteri/mensa-ospedale/mensa-ospedale/mensa-ospedale.html

      Dissapore – https://www.dissapore.com/primo-piano/trova-le-differenze-stavolta-repubblicait-deve-chiedere-scusa/

    2. eggi ha detto:

      …il mio commento é sparito, non mi sembrava che la mia condivisione fosse ‘problematica’

    3. Si ma ragazzi questo non è uno scoop, è una notizia da quattro soldi che Le Repubblica ha buttato in un suo quotidiano per riempire la pagina, quindi non è che qualcuno possa reclamare di essere stato scippato. Per il quotidiano nazionale quello mica è stato lo scoop dell’anno ma neppure la notizia più importante del giorno, ma chi legge i pettegolezzi o la cucina? Se lo chiedi ai lettori di Chi tutti ma il target di Repubblica credete davvero che leggendo un articolo riempi pagina hanno battuto ciglio?

      Inoltre non capisco proprio questo blog di cucina reclama di essere stato il primo a postare una notizia letta altrove? E allora La Repubblica può fare lo stesso. Dalla notizia non mi pare che un giornalista di questo blog è andato in Inghilterra a intervistare questo “ammalato scrittore”.

      Inoltre non c’è il taglio del giornalista nell’articolo, non ci sono conclusioni del giornalista ma solo una notizia oggettiva prevalentemente presa da google news o da siti del settore.

      3) I pezzi tra le virgolette sono parole dirette dell’inglese che ha scritto questo libro per cui non sono una proprietà intellettuale di questo blog e per cui la Repubblica può pubblicarle pare come avete fatto voi senza citare il sito dove le avete lette ma solo CHI le ha dette.

      2) Nella parte centrale della notizia invece li il giornalista ha cambiato la frase e lasciatemelo dire, da professionista l’ha fatta meglio. Iniziare una frase con “siccome” è un’eresia l’introduzione scritta dal giornalista de La Repubblica è molto più ben scritta in tre righe da le stesse informazioni date in 5 righe tortuose e discontinue nell’articolo di questo blog.

      1) L’introduzione è fatta con una frase anche qui fluida in cui si capisce subito di cosa parla l’articolo contro una raffica di frasi gelide e che non danno una visione globale della vicenda.

      Per cui le parti scritte in prima persona dal giornalista e dal blogger sono differenti e le parti in terza persona sono riferite uguali. Non capisco di che rosicate scusate? Vorrei proprio vedere l’articolo trovato su google news, o su qualche blog di cucina o su qualche rivista da cui avete scritto il vostro.

  8. Ah, dimenticavo: la frase “ha denunciato sul web” la dice lunga sulla necessità di un corso di recupero: per chi l’ha scritta da un lato c’è il web, come una questura o un manifesto, dall’altra c’è l’organo di stampa che la riprende
    e la fa diventare notizia
    Teste di organo:-))

«