World’s 50Best 2011 | La diretta

La presentazione della World’s 50Best 2011 raccontata attraverso il telefonino, aggiornate spesso il vostro browser.

Ore 20:05 – Tra pochi minuti alla Guildhall di Londra prenderà il via la World’s 50Best, specie di Oscar della cucina, o per i meno hollywoodiani, l’elenco dei 50 ristoranti migliori del mondo. In attesa di sapere se gli 837 votanti riconfermeranno al primo posto il Noma, ristorante danese dello chef Rene Redzepi, e se Massimo Bottura dell’Osteria Francescana di Modena salirà dal sesto posto del 2010, conosciamo meglio il Premio grazie a queste infografiche del sito Fine Dining Lovers.

La percentuale di ristoranti per persona in alcuni Paesi e Continenti, al primo posto gli Stati Uniti con 1 ristorante ogni 330 abitanti.

Il sistema di voto della World’s 50Best: ai voti dei 27 chairman (la giornalista de l’Espresso Food&Wine per l’Italia) si aggiungono quelli dei 30 votanti per area di appartenenza, che possono esprimere 7 preferenze ciascuno (3 al di fuori della loro area di appartenenza), per un totale di 5.859 possibili voti. Ecco da chi è composta la giuria.

I ristoranti sempre presenti nella World’s 50Best, fin dalla prima edizione del 2002, sono El Bulli di Ferran Adrià, The French Laundry di Thomas Keller, il Tetsuya’s di Tetsuya Wakuda.

I riconoscimenti più importanti dell’edizione 2010 sono andati al Noma di Rene Redzepi, ristorante numero uno, e a Ferran Adrià, chef della decade.

Nell’edizione 2010 gli Stati Uniti si sono aggiudicati una bella fetta della World’s 50Best con il 16% dei ristoranti, seguiti da Francia (12%) Italia e Spagna (10%) Gran Bretagna (6%).

Ore 20:20 – Abbiamo appena avuto una soffiata, e sì, la fonte è attendibile: il Noma di René Redzepi è per il secondo anno consecutivo al numero uno della World’s 50 Best.

Ore 20:24 – Secondo la stessa fonte L’Osteria Francescana di Massimo Bottura sarebbe al 4° posto, due in più rispetto al 2010.

Ore 20:31 – Tra i premi della World’s 50Best c’è Chef Choice, il riconoscimento allo chef più votato dai colleghi, bene Chef Choice del 2011 è proprio Massimo Bottura.

Ore 20:38 – El Bulli, il ristorante del catalano Ferran Adrià, dominatore della World’s 50Best per molte edizioni, e secondo nel 2011, quest’anno è stato escluso dalla classifica perché, come da tempo annunciato, chiuderà in luglio per diventare un centro di studi per giovani chef.

Ore 20:44 – A questo punto può essere utile ricordare le prime 15 posizioni della World’s 50Best 2010.

Ore 20:50 – E’ molto probabile un rumoroso rientro nella World’s 50Best di Carlo Cracco, lo chef del Ristorante Cracco di Milano che nel 2010 era uscito dai primi 50 del pianeta. In barba alla polizia annonaria che lo ha recentemente denunciato per tentata frode in commercio.

Ore 20:56 – La notizia di Cracco è confermata dalla nostra solita fonte, il ristorante dello chef veneto sarebbe al 33esimo posto.

Ore 21:05 – E’ dato in forte salita anche un altro ristorante italiano, il Combal.Zero dello chef Davide Scabin, nel 2010 al 42esimo posto.

Ore 21:07 – Lo speaker ha invitato i presenti alla Guildhall di Londra a sedersi: lo show sta per cominciare.

Ore 21:11 – La canzone dei Colplay in sottofondo sembra non finire mai, ne approfittiamo per confermare le indiscrezioni su Davide Scabin, il suo ristorante è al nunero 35 della World’s 50Best 2011. Vivi complimenti allo chef.

Ore 21: 20 – Ora sappiamo dove si trovano le toilette della Guildhall di Londra, e anche le uscite di sicurezza, ci piacerebbe sapere qualcosa in più sulla classifica.

Ore 21:38 – Debutto al n.49 per il primo ristorante messicano (Biko) e al n.48 per il primo ristorante russo della World’s 50Best. Lo chef russo sembra uscito dal bagno Piero di Forte dei Marmi.

Ore 21:51 – Numero 39 e numero 38: Il Canto, Maggiano (Siena) e Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio, Mantova o Mantòva come dicono a Londra.

Ore 21:58 – Numero 33 e numero 32 Cracco e Le Calandre di Rubàno. I fischi di Cracco perforano i timpani dei vicini.

Ore 22:02 – Al numero 28 il Combal.Zero di David Scabin dal look assai minimal.

Ore 22:06 – Alcune indiscrezioni danno al secondo posto il ristorante spagnolo El Celler de Can Roca, dove Dissapore è stato di recente.

Ore 22:10 – Premio alla carriera per lo chef spagnolo Juan Mari Arzak celebrato da sua figlia Elena.

Ore 22:14 – Al numero 16 Gagnair, grande ristorante parigino.

Ore 22:15 – Le Bernardin, probabilmente il più celebre ristorante di New York è al numero 18.

Ore 22:18 – Continua il mistero della World’s 50Best, per il secondo anno consecutivo il ristorante migliore di Parigi è lo Chateaubriand dello chef Inaki Aizpitarte.

Ore 22:23 – Il Fat Duck di Heston Bluementhal retrocede dal numero 3 al numero 5, ops!

Ore 22:25 – L’Osteria Francescana è al numero 4 e per la Guildhall Massimo Bottura è come Roberto Benigni agli Oscar, un vero beniamino.

Ore 22:29 – El Celler de Can Roca al numero 2, come anticipato.

Ore 22:30 – E ovviamente il Noma di Copenhagen è al numero uno.

Qualche dato prima di chiudere la diretta.

Sono quasi tutti europei i ristoranti nelle prime dieci posizioni ma le nuove entrate non sono mai state così planetarie: Perù, Cina, Russia e Messico.

Nonostante il cambio di direzione di Ferran Adrià e un minor interesse da parte dei media la cucina spagnola tiene con El Celler de Can Roca (+2) e Mugaritz al numero 2 e 3.

Due posti in più per Massimo Bottura, scelto dai colleghi come lo chef dell’anno (Choice Chef) e accolto da un’ovazione emozionante al momento del premio. Davide Scabin sale di 7 posti con il Combal.Zero, ed è il numero 28 della classifica. Dal Pescatore, Il Canto, e un rientrante Cracco, addirittura al numero 33, completano il quadro dei ristoranti italiani. Gli stessi del 2010 ma meglio piazzati. In più, nel terzetto delle chef donne migliori del mondo, c’è Nadia Santini, proprio di Dal Pescatore.

Undici posti in più rispetto al 2010 per il ristorante brasiliano D.O.M che finisce la sua corsa al numero 7, guidato dallo chef Alex Atala che sta portando all’attenzione del pianeta una nuova cucina brasiliana, leggera e sostenibile.

E’ tutto per oggi, alla World’s 50Best del 2012.

La World’s 50Best del 2011

Dal numero 10 al numero 1.

Dal numero 20 al numero 11

Dal numero 30 al numero 21

Dal numero 40 al numero 31

Dal numero 50 al numero 41

[Crediti | Link: World’s 50Best, FDL, immagini: FDL]

Massimo Bernardi Massimo Bernardi

18 Aprile 2011

commenti (22)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Antonio Scuteri ha detto:

    Vabbé, vi do io una notizia in anteprima: al 46esimo posto c’è l’olandese De Librije 😀

  2. Avatar Antonio Scuteri ha detto:

    Oh, le news latitano, e allora eccone un’altra: ritorna Cracco, alla faccia dell’annonaria 😀

    1. Avatar Antonio Scuteri ha detto:

      Ops, scritto insieme 😀

      Rimedio con la notizia di un notevolo calo delle Calandre

  3. Avatar Michele ha detto:

    “Ore 20:56 – La notizia di Cracco è confermata dalla nostra solita fonte, il ristorante dello chef veneto sarebbe al 33esimo posto.”

    Per la doccia? Uso solo acquapanna…XD

  4. Avatar Gml ha detto:

    Ma che bella ‘sta diretta… ricorda le partite dei mondiali seguite dall’ufficio:-)

  5. Avatar Antonio Scuteri ha detto:

    A me risulta che Scabin sia al 28esimo posto (al 35esimo nel 2010)

  6. Avatar Michele ha detto:

    a sor Massimo! Te stai a fà na pennica o i Coldplay stanno a fà un concerto? 🙂

  7. Avatar Gml ha detto:

    Nadia Santini vince alla pari con due colleghe il Best Female Award…

  8. Avatar marco ha detto:

    Lo chef russo è, credo, Anatoly Komm fa il borsch molecolare, si crede una star, forse lo è, il suo ristorante di punta ha un nome bello, I barbari, come dire noi russi in cucina ci considerate così (e non ha letto Baricco) ed è già disceso due volte al Salone del Gusto. E’ amico di Scabin e Bottura. Credo che il bagno Piero del Forte se lo compri con l’incasso di una settimana, vista la carta dei vini