Cookies americani, la ricetta per farli morbidi e “chewy”

La ricetta dei cookies americani, con un trucco in più per ottenere un sapore tostato e una consistenza morbida all'interno e croccante in superficie.

Cookies americani, la ricetta per farli morbidi e “chewy”

I cookies americani sono dei biscotti iconici della tradizione americana, preparati con un impasto molto zuccherino e molto burroso e farciti con cioccolato, frutta secca o cereali; si tratta di una preparazione estremamente calorica e tutt’altro che sana, ma l’alto grado di goduria che provocano li assolve dai loro peccati. Ovviamente quelli più celebri sono quelli con le gocce di cioccolato, anche se c’è una gara a metter le cose più starne nei cookies. Nella tradizione americana ognuno ha i suoi gusti in fatto di cookies, c’è chi li preferisce più crunchy, cioè più croccanti; chi li preferisce più cakey, cioè spessi e spugnosi come una torta Margherita; e chi li ama “chewy, cioè leggermente gommosi, che poi è la versione più golosa che diamo anche noi in questa ricetta.

Se per ottenere dei biscotti dalla consistenza di una torta basta aggiungere un po’ di farina in più all’impasto e il doppio del lievito, per le altre due versioni, che sono le più richieste, ci sono delle tecniche ben precise. Per ottenere i biscotti americani croccanti bisogna usare lo zucchero bianco e non quello di canna, e non fondere il burro, ma lavorarlo insieme allo zucchero; infine, per asciugarli e renderli ancora più croccanti, si possono cuocere alcuni minuti in più, arrivando al massimo a 15 minuti di cottura.

La tecnica per ottenere invece il tanto desiderato effetto chewy è ovviamente fondere il burro (basta fonderlo fino a che non è sciolto, se lo fate imbrunire otterrete un sapore dalle note più tostate, che può essere ancora più gradevole). Il burro fuso si amalgama immediatamente alla farina, creando una sorta di colla, che rende appunto l’impasto leggermente gommoso. L’altro stratagemma per il biscotto chewy perfetto è quello di usare lo zucchero di canna grezzo, che contiene la melassa, e che dunque aumenta la collosità dell’impasto.

Infine, la tecnica di raffreddare l’impasto prima di cuocerlo (e ancora di più quella di cuocere le palline congelate), serve ad evitare che i biscotti si sciolgano troppo presto durante la cottura, il che vi farebbe ottenere dei biscotti sottili, bruciacchiati nei bordi e dalle forme irregolari, non troppo gradevoli alla vista.

Se cercate qualche ricetta particolare per i biscotti, provate i biscotti morbidi alle mele, o i biscottoni da inzuppo.

Cucina: Statunitense
Difficoltà: Facile
Tempo passivo: 30 Minuti
Preparazione: 30 Minuti
Porzioni: 6 Persone
Prezzo: Basso
Calorie: 500 Kcal
opzione alimentare Vegetariano
ingredienti
Ingredienti
  • Farina bianca 200 g
  • Sale 1 Pizzico
  • Lievito vanigliato per dolci 1 Cucchiaino
  • Burro 160 g
  • Zucchero di canna grezzo 200 g
  • Uovo 1
  • Tuorli d'uovo 2
  • Cioccolato fondente in gocce 170 g

Come fare i cookies americani

1

Preriscaldate il forno a 180 gradi ventilato. Nel frattempo setacciate la farina con il sale e il lievito.

2

In una padella dal fondo spesso, sciogliete il burro. Ci vorranno circa 5 minuti: va bene che sfrigoli un po’ e che diventi leggermente brunito. Quando è tutto sciolto, passate il burro in una ciotola, in modoc he si raffreddi leggermente, e versate lo zucchero, mescolando fino a  che non si amalgama completamente. A questo puntò aggiungete anche le uova e i tuorli.

3

Ora aggiungete anche gli ingredienti secchi che avete precedentemente mescolato, e le gocce di cioccolato fondente. Mescolate tutto in modo da avere un composto omogeneo, che sarà leggermente appiccicoso. A questo punto coprite con una pellicola alimentare e fate riposare in frigorifero per 30/40 minuti.

4

Riprendete l’impasto e formate delle palline, grandi come una grossa noce, che appoggerete sulla leccarda del forno ricoperta di carta da forno. Fate attenzione a separare bene i biscotti perché durante la cottura si appiattiranno e si allargheranno, lasciate almeno 10 cm tra una pallina e l’altra.

5

Cuocete nel forno per 8-10 minuti, a 180 gradi ventilato.  Fate raffreddare su una griglia da biscotti prima di servire.

Risultato
Cookies americani, la ricetta per farli morbidi e “chewy”

Conservazione

I cookies americani si conservano per circa 3 o 4 giorni, ma devono essere riposti in una scatola di latta al riparo dalla luce e dall’umidità. Per prepararli in anticipo e averli sempre freschi, potreste congelare le palline di impasto già formate, e cuocerle, ancora congelate, al bisogno; basterà aggiungere 1 o 2 minuti in più rispetto al tempo di cottura indicato qui sopra.

Consigli e varianti

I cookies americani possono essere preparati in molte varianti, soprattutto per quanto riguarda l’aggiunta di cioccolato: c’è chi preferisce mescolare cioccolato bianco, fondente e al latte  in uguali quantità, e chi sostituisce il cioccolato con fiocchi di avena e uvetta, per un risultato leggermente meno calorico. Una variante davvero golosa e molto americana, è quella di usare delle caramelle mou a pezzetti e delle noci pecan, magari pralinate, tagliate grossolanamente. Importante è attenersi alle proporzioni indicate qui sopra: circa 150/170 grammi di aggiunte, in modo da essere sicuri che i cookies siano ben farciti.

Se volete ottenere un effetto più grezzo, con pezzi di cioccolato più grossi, tritate grossolanamente al coltello una tavoletta di cioccolata.

Ti è piaciuta la ricetta?