di   iFood 24 Marzo 2019
lasagna-radicchio-porzioni

Le ricetta delle lasagne al radicchio, una versione vegetariana e alternative alla classica lasagna con carne e sugo, un gusto più delicato anche se leggermente amarognolo per la presenza del radicchio.

In questa versione sono presenti tre varietà di radicchio, il Tardivo, il Precoce di Treviso e il Variegato di Castelfranco. Il sapore leggermente amarognolo del radicchio si fonde alla perfezione con il gusto dolce e delicato di besciamella e mozzarella, che gratinando in forno formeranno una croccante crosta.

Il radicchio rosso di Treviso precoce è  meno pregiato, ha una foglia più larga e sapore più amaro, quello tardivo invece è molto più pregiato, anche in virtù della complessità del processo di produzione, ha delle  foglie lunghe e affusolate, con una costa centrale bianca e foglie di un colore rosso-violaceo intenso, dopo che è stato colto viene legato e posto in delle vasche di acqua ad una temperatura costante per la fase di imbianchimento, la temperatura mite dell’acqua (tra 12 e 15 gradi), favorisce la ripresa del processo di vegetazione ma dal momento che la pianta viene posta in assenza di luce non può produrre clorofilla, da qui il colore e anche l’ammorbidimento del sapore amaro, tipico della cicoria, che è poi quello che è il radicchio, una varietà di cicoria.

Il radicchio variegato invece è tipico della zona di Castelfranco Veneto, un prodotto ortofrutticolo a indicazione geografica protetta,a differenza delle altre tipologie di radicchio, che sono originati da selezioni sulla cicoria da foglia, questo variegato sembra sia nato incrociando l’indivia scarola a foglie di lattuga con il radicchio rosso di Treviso appunto, dalla prima avrebbe ereditato la forma e la conformazione delle foglie, dal secondo invece la colorazione della pezzatura e anche la sua predisposizione all’imbianchimento. Questa tipologia è molto più difficile da coltivare e da reperire anche, per la sua scarsa resistenza al freddo e la fragilità delle sue parti eduli alla manipolazione, a tutto questo va aggiunta una produzione piuttosto bassa.

lasagna-al-radicchio

Tempo di preparazione

30 minuti

Tempo di cottura

30 minuti

Dosi per

4 persone

Ingredienti

  • 250 g Pasta sfoglia all’uovo
  • 250 g Radicchio misto (tardivo, precoce e variegato)
  • 20 g Porri
  • q.b. Olio extravergine di oliva
  • q.b. Sale
  • 300 g Mozzarella
  • 300 g Besciamella
  • 70 g Parmigiano Reggiano
  • q.b. Burro

Preparazione

Per preparare le lasagne al radicchio, in una padella fate soffriggere il porro tritato con due cucchiai d’olio per 5 minuti.

Lavate il radicchio e tagliatelo a striscioline, aggiungete al soffritto, e lasciate cuocere circa 10 minuti, regolate di sale. A fine cottura togliete dal fuoco e fate raffreddare.

Portate a bollore un tegame con abbondante acqua salata.

Tuffate i fogli di pasta nell’acqua bollente e fate cuocere per 2-3 minuti, scolateli e fateli raffreddare su un panno da cucina pulito. Versate la besciamella in una ciotola, unite anche il radicchio e mescolate.

Imburrate leggermente una pirofila, adagiate al suo interno un foglio di pasta, cospargete con la besciamella al radicchio, poi la mozzarella tagliata a dadini e il Parmigiano Reggiano grattugiato, poi di nuovo la sfoglia, besciamella, mozzarella e parmigiano, continuate così finché non avrete terminato gli ingredienti, otterrete circa 5 strati.

Finite con besciamella, mozzarella e Parmigiano Reggiano, che in cottura diventeranno dorati e croccanti. Infornate a 180 gradi per circa 30 minuti. Sfornate, fate riposare 5 minuti e servite.

lasagna-radicchio

lasagne-radicchio-piatto

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento