Pizza fatta in casa con il metodo Cascina dei Sapori

Una pizza. E che ci va? Farina, acqua, pomodoro, olio d’oliva e tanta mozzarella. Più semplice di così. Eh sì, brava te! Prova a dirlo ai camerieri della pizzeria La Cascina dei Sapori di Antonio Pappalardo a Rezzato (BS).

A loro, i clienti, mica fanno domande innocue tipo “usate mozzarella di latte vaccino o di bufala?”, no. A loro,  i clienti fanno domande tipo “quale percentuale di fibre e sali minerali è presente nell’impasto? Usate farina debole o di forza?”.

Ecco, roba così.

E sulle prime i poveretti devono essersi trovati talmente in imbarazzo a dover farfugliare delle risposte a domande così insidiose, che il buon Antonio si è dovuto inventare di sottoporli a una verifica mensile delle conoscenze riguardo alla pizza servita, per essere sicuro che fossero in grado di risolvere i dubbi del cliente più tignoso.

Insomma, un pizzaiolo doc, certo, frequentatore del primo Campionato della pizza di Dissapore, con pizze classiche campane certificate Sgt nel menu, oppure pizza gourmet servite a spicchi, o ancora pizza in teglia alla romana.

Un tipo un po’ nerd, un po’…. secchione. Particolare, ecco.

Come questa sua  pizza, dal colore insolito: verde. Un bel verde dato dalla crema di piselli che la ricopre, dagli asparagi e dagli agretti.

Provate anche voi a farla in casa seguendo questa ricetta di  Antonio Pappalardo, e offritela agli amici: per l’invidia, diventeranno come la vostra pizza: verdi!

pizza cascina dei sapori (3)

pizza cascina dei sapori (6)

pizza cascina dei sapori (7)
INGREDIENTI PER L’IMPASTO
850 gr farina tipo 1
150 gr farina Integrale
700/800 gr acqua
20 gr sale
8 gr lievito di birra
25 gr olio extra vergine

INGREDIENTI PER LA FARCITURA
100 gr piselli freschi
70 gr fiordilatte
80 gr agretti
50 gr formaggio Maniva
3 asparagi verdi

Mettete nell’impastatrice la farina e il lievito, aggiungete lentamente l’acqua lasciandone il 20% da parte (150 gr).

Unite il sale, dopo un paio di minuti l’olio, infine aggiungete a filo l’acqua che resta (fatelo alla massima dell’impastatrice, altrimenti l’impasto non assorbe tutta l’acqua).

pizza cascina dei sapori (8)

pizza cascina dei sapori (9)

pizza cascina dei sapori (10)

Versate l’impasto in un recipiente, ma solo dopo avere eseguito tre o quattro pieghe (a seconda di quanto siete veloci a lavorare un impasto un po’ appiccicoso  –aiutarsi con un po’ d’olio è lecito ma non aggiungete farina) e fate riposare in frigorifero per 18 ore, che possono arrivare senza problemi a 20.

Una volta completata la maturazione in frigo dividete l’impasto in panetti di circa 250 gr e fateli lievitare 4 ore. Stendete i panetti finché non raggiungono un diametro di 24 cm.

La prima farcitura fatela con la crema di piselli (piselli bolliti e frullati con un po’ di acqua di cottura) poi unite fettine di fiordilatte (se possibile di Agerola) tagliato con un coltello.

Infornate a 230°C. per circa 10/12 minuti.

Non appena sfornata la pizza aggiungete gli asparagi tagliati a metà in senso longitudinale e cotti al vapore, oltre a un ciuffo di agretti bolliti e poi saltati con aglio, olio e peperoncino.

Terminate con una spolverata di formaggio (se possibile Maniva grattugiato, un formaggio della Val Trompia, in provincia di Brescia, oppure Bagoss, o ancora del Grana grattugiato).

pizza cascina dei sapori (12)

pizza cascina dei sapori (1)

pizza cascina dei sapori

[le foto sono di Aromicreativi]

Rossella Neri Rossella Neri

13 maggio 2016

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento

«