Royal Wedding: la ricetta della torta di Harry e Meghan

Siete tra i lettori di Dissapore che attendevano impazienti la ricetta della torta protagonista del Royal Wedding tra il principe Harry d’Inghilterra e Meghan Markle?

Sappiate allora che la vostra attesa è finita.

La composizione del dolce è stata infine svelata, e oggi possiamo dirvi che la torta del matrimonio dell’anno non è così impossibile da preparare.

[Harry e Meghan: come si prepara il menu delle nozze di un principe]

Sul sito di Buckingham Palace, la pasticciera Claire Ptak ha rivelato che la torta di Harry e Meghan è una sponge cake farcita con lemon curd e rivestita con una crema al burro meringata ai fiori di sambuco.

Per i curiosi, la sponge cake, che in italiano viene tradotta con il poco invitante nome di torta-spugna, è una massa montata —genere plum cake— umida e burrosa, ideale per essere usata come base nelle torte a più piani rivestite in pasta di zucchero.

Certo, è chiaro che non potrete avere il liquore di sambuco ottenuto con i fiori della tenuta reale di Sandringham, nel Norfolk, né le uova bio del Suffolk, ma per i limoni di Amalfi avete una chance in più.

[La torta per le nozze di Harry e Meghan è molto anticonvenzionale]

È anche chiaro che le dosi saranno più contenute: la pasticciera miracolata dal matrimonio reale ha utilizzato 500 limoni di Amalfi, 500 uova, 20 chili di burro, 20 chili di zucchero e 10 bottiglie di Sandringham eldflower cordial (sciroppo di sambuco), mentre per le nostre esigenze basteranno quantità più familiari.

Per ricreare l’atmosfera regale basterà non scordare di decorare la torta con fiori di sambuco e peonie, i fiori preferiti dalla sposa.

P.S. La ricetta diffusa non è una ricetta vera e propria, per filo e per segno, ma un’indicazione delle varie preparazioni che compongono la torta. Noi l’abbiamo sviluppata e pubblichiamo il risultato “for your pleasure”.

La torta di Harry e Meghan

Per la sponge cake

Ingredienti:

— 250 gr di farina 00
— 250 gr burro
— 250 gr zucchero
— 5 uova
— Un pizzico sale
— La scorza di un limone bio, meglio se di Amalfi, grattugiata
— 10 gr lievito
— 2 cucchiaini estratto di vaniglia (o la polpa di mezza bacca di vaniglia)

Preparazione:

Montate il burro morbido (“ a pomata) con lo zucchero fino ad avere un composto gonfio e spumoso.

Unite un pizzico di sale e la scorza di limone grattugiata, poi le uova a temperatura ambiente, poco per volta, alternandole con delle cucchiaiate di farina precedentemente setacciata.

Aggiungete infine la vaniglia e il lievito.

Imburrate e infarinate una tortiera di 22 cm di diametro e infornate, in modalità statica, per circa 20-25 minuti. Una volta cotta e raffreddata, tagliate in due la torta orizzontalmente.

Per il lemon curd

Ingredienti:

— 3 limoni bio
— 3 uova
— 2 tuorli
— 200 gr zucchero
— 100 gr burro
— 30 gr amido di mais

Preparazione:

Grattugiate la scorza dei limoni, spremetene il succo e filtrateli.

Mescolate bene i tuorli con una forchetta assieme allo zucchero.

Fate sciogliere il burro a bagnomaria, aggiungete la scorza e il succo dei limoni filtrato, dove avrete stemperato anche l’amido di mais, le uova e lasciate addensare, facendo attenzione che l’acqua del bagnomaria non bolla mai ma frema solamente. In particolare, la crema non dovrà mai bollire, altrimenti le proteine dell’uovo raggrumerano e dovrete buttare tutto.

Fate cuocere per circa 8-10 minuti, solo fino a che la crema non velerà il cucchiaio. Poi passatela al setaccio per togliere le scorze ed eventuali grumi, coprite con pellicola e tenete da parte.

Per la bagna al sambuco

Ingredienti:

— 200 gr acqua
— 200 gr zucchero
— Una decina di fuori di sambuco
— Tre spicchi di limone bio con la buccia

Preparazione:

Lasciate i fiori, precedemente lavati, in infusione per circa 24 – 30 ore nell’acqua, assieme agli spicchi di limone con la buccia.

Scolate con un setaccio, unite lo zucchero e mettete a cuocere per circa un quarto d’ora.

In alternativa, diluite del liquore di sambuco di ottima qualità con dell’acqua, per avere una bagna leggera e dal sapore non eccessivamente pronunciato.

Per la crema al burro meringata

Ingredienti:

— 120 albumi (circa 4)
— 240 zucchero
— 480 gr burro

Preparazione:

Prendete il burro e lasciatelo a temperatura ambiente per una o due ore in modo che diventi morbido (o lasciatelo 30-40 secondi nel microonde)

Preparate la meringa svizzera. Si tratta in pratica di una meringa a bagnomaria, per evitare problemi legati all’utilizzo di uova crude, che si presenta più stabile e soda rispetto ad altri tipi di meringa.

Mettete gli albumi in una pentola su un bagnomaria, aggiungete lo zucchero e mescolate fino a che non si scioglie e non si sono raggiunti i 60° C, in ogni modo senza mai superare i 70° C, oltre i quali le proteine dell’albume unite allo zucchero inizierebbero a coagulare.

Togliete dal fuoco e, a mano o con le fruste elettriche, iniziate a montare la meringa fino a che non sarà lucida e soda e faccia il classico “becco”.

Prendete il burro a pomata, tagliatelo a pezzetti piccoli e, sempre montando con le fruste, aggiungeteli man mano alla meringa.

Aromatizzate con un cucchiaio di succo di limone e un paio di cucchiai di bagna al sambuco secondo i vostri gusti e continuate a girare: la massa diminuirà di volume.

Girate ancora una decina di minuti fino ad avere una consistenza morbida e spumosa.

Montaggio del dolce

Prendete la sponge cake, tagliatela in due, inzuppate le due metà con bagna al sambuco, con l’aiuto di un pennellino, poi mettete su una delle due metà il lemon curd.

Mettete una metà sopra all’altra poi guarnite la torta con la crema al burro meringata al limone, sia in superficie che ai lati, livellando con una spatola.

Decorate a piacere, e conservate in frigo.

Al momento di servire, tirate via la torta circa 15-20 minuti prima in modo che la sponge cake rimanga morbida all’interno e non troppo fredda.

Cinzia Alfè Cinzia Alfè

23 maggio 2018

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento

«