Torta sbrisolona mantovana, la ricetta originale messa a punto alla corte Gonzaga

La ricetta della torta sbrisolona mantovana, un dolce della tradizione contadina che si prepara velocemente e dura a lungo.

Torta sbrisolona mantovana, la ricetta originale messa a punto alla corte Gonzaga

La torta sbrisolona mantovana è una torta secca tipica del Nord Italia, consumata in Emilia Romagna, in Lombardia e in Veneto, ma originaria della città di Mantova. Si tratta di una torta molto povera, che veniva preparata con gli ingredienti che si trovavano a disposizione nelle campagne: frutta secca, strutto e farina. In Veneto esiste una versione ancora più “minimal” di questa torta, chiamata “fregolotta” e costituita da un impasto di farina, zucchero e burro.

Probabilmente la sua origine è da situare tra il 500 e il 600, per via dell’uso della farina di mais, mentre le mandorle e le spezie furono probabilmente un’aggiunta successiva, fatta dalla corte dei Gonzaga, che sposò questo dolce come dolce tipico mantovano grazie al pasticcere di corte, Bartolomeo Stefani, autore anche del volume L’arte di ben cucinare et istruire i men periti in questa lodevole professione. Da allora questa torta divenne una torta d’occasione, per le promesse di matrimonio e per festeggiare la nascita di un bimbo.

La caratteristica di questo dolce è il fatto che sia molto friabile: si sbriciola facilmente e non viene servito tagliandolo con il coltello ma spezzandolo con le mani. per attenuarne un po’ la croccantezza, e conferire ulteriore sapore, si usa bagnare ogni fetta con una spruzzata di grappa, oppure si usa servirla con un bicchiere di vino dolce, marsalato, come il Vin Santo, in cui la si può anche inzuppare. È comunque ottima anche consumata da sola, soprattutto nella ricetta moderna, arricchita con farina di mais, burro, uova e lievito, che dona a questa torta una texture ancora più friabile, e una sensazione di maggiore leggerezza.

In Lombardia, la torta sbrisolona è chiamata anche torta delle 3 tazze, perché la farina di mais, la farina di frumento e lo zucchero sono aggiunti in parti uguali. Molto del successo di questa torta sta nella cottura, che deve essere molto lenta e a bassa temperatura, in modo che si secchi senza bruciare. Se volete una torta piuttosto morbida, seguite passo passo le indicazioni qui sotto, altrimenti se volete una torta più biscottata, proseguite la cottura di altri 5 minuti, sempre tenendo la temperatura del forno a non più di 160 gradi.

Se vi piacciono i dolci secchi, che durano a lungo, provate anche le crostatine alla Nutella o i baci di dama alle nocciole.

Cucina: Italiana
Difficoltà: Facile
Porzioni: 6 Persone
Prezzo: Basso
Calorie: 325 Kcal
opzione alimentare Vegetariano
ingredienti
Ingredienti
  • Mandorle con la buccia 100 g
  • Zucchero semolato bianco 100 g
  • Farina 00 100 g
  • Farina di mais fioretto 100 g
  • Limone la scorza grattugiata 1
  • Tuorlo d'uovo 1
  • Burro 100 g
  • Sale fino 1 Pizzico
  • Lievito vanigliato per dolci 1 Cucchiaino

Come fare la sbrisolona mantovana

1

Tritate le mandorle con lo zucchero, usando un mixer potente o un macina caffè elettrico. Non dovete però tritare a lungo, oppure le mandorle rilasceranno il loro olio e formeranno una pasta; l’ideale è procedere a piccoli colpi, in modo da non scaldare la preparazione.

2

Mescolate la farina di mandorle con le farine di frumento e di mais. Aggiungete anche il sale, il lievito e la scorza di limone grattugiata.

3

Mescolate questo impasto con il tuorlo d’uovo e con il burro freddissimo, a cubetti. L’impasto non sarà compatto ma “sbriciolato”.

4

Rivestite una teglia tonda, del diametro di 22 o 24 cm, con un foglio di carta da forno. Adagiate sul foglio l’impasto della sbrisolona e schiacciate con le mani fino a creare una base omogenea, che ricopra tutto lo stampo.

5

Spolverate la superficie con 7 o 8 mandorle intere e con un cucchiaio di zucchero semolato bianco.

6

Cuocete in forno a 180 gradi statico per 20 minuti, poi proseguite la cottura per altri 15 minuti, ma abbassando la temperatura a 160 gradi. Servite solo quando è completamente fredda

Risultato
Torta sbrisolona mantovana, la ricetta originale messa a punto alla corte Gonzaga

Come conservare la torta sbrisolona

La torta sbrisolona si conserva, in un contenitore di latta chiuso, 15 giorni e più. Dovrete però evitare che possa essere esposta all’umidità, altrimenti perderebbe completamente la sua croccantezza; meglio dunque conservarla in un luogo arieggiato.

Consigli e come fare la sbrisolona con il Bimby

La sbrisolona può essere preparata anche con le nocciole, oppure con un mix di 50 grammi di nocciole e 50 grammi di mandorle. Un gusto decisamente particolare si ottiene invece preparando la sbrisolona con le noci. Infine, se volete essere oltremodo fedeli alla ricetta originale, dovreste impastare con lo strutto e non con il burro: un buon compromesso è quello di usare un mix di burro e strutto in parti uguali.

Se volete preparare la sbrisolona con il Bimby, seguite questi passaggi: mettete nel boccale le mandorle e tritate per 5 minuti a velocità 7; aggiungete nel boccale gli altri ingredienti secchi, il tuorlo e il burro freddo e impastate per 30 secondi a velocità 6. Una volta ottenuto l’impasto procedete esattamente come per la ricetta qui sopra.

Ti è piaciuta la ricetta?