Al video di Rugiati risponde il proprietario del Sushi Su

Simone Rugiati se la prende su Facebook con il ristorante Sushi su di Padova, colpevole di avergli servito del granchio, a cui lo chef è “leggermente intollerante”. Risponde Massimiliano Liggieri, proprietario del Sushi su

A Simone Rugiati non piace il ristorante Sushi Su: pensavate fosse finita?

Nient’affatto, abbiamo aggiornamenti.

Finora la scena è stata dominata dal video in cui il telechef di “Cuochi e fiamme” se la prende con il ristorante di Padova accusando il personale di avergli servito pesce in scatola e non fresco, oltre ad avere negato la presenza nel piatto del granchio, dopo aver precisato di essere “leggermente intollerante” al liquido in cui è conservato.

Critica dei ristoranti 3.0, a suo modo anche coraggiosa e dunque meritevole delle nostre lodi, o danneggiamento dell’altrui reputazione a mezzo social aggravata dalla notorietà del telechef?

Abbiamo scoperto che Massimiliano Alajmo, chef tre stelle Michelin del noto ristorante veneto Le Calandre, è intervenuto in difesa del Sushi su, disapprovando lo sfogo di Rugiati e ipotizzando  da parte sua una scarsa trasparenza.

E Massimiliano Liggieri, titolare del Sushi su, in tutto questo cosa dice Massimiliano Liggieri? L’abbiamo raggiunto al telefono, chiedendogli di raccontarci la sua versione della storia.

– Cosa è successo precisamente giovedì sera al Sushi su?

“Quella sera Rugiati era in compagnia di una donna indiana che è uscita perché si vergognava della piazzata fuori luogo. Il piatto di cui parla nel video non era per lui, ma per lei. Lui il piatto non l’ha nemmeno assaggiato e ho dei testimoni in grado di confermarlo.

– Ah, ecco. Ci sono altre cose che smentisce della video ricostruzione di Rugiati?

Rugiati dice delle cose un po’ strane. Prima parla di un’intolleranza al granchio, poi di leggera intolleranza al liquido di conservazione. Poi dice che va all’ospedale ma non mi risulta che ci sia andato, è tutto ambiguo. Sembra una cosa preparata”.

– Ma quali altre ragioni avrebbe avuto Rugiati per sparare a zero sul Sushi su?

“Ha fatto una scenata davanti a tutti, con modi sopra le righe. Sinceramente il motivo non lo capisco. Tra colleghi si può sbagliare, ma una certe etica e una certa correttezza impongono in ogni caso un dialogo, un confronto, un chiarimento. Dispiace, perché lavoriamo sempre con passione e attenzione e prima di fare una cosa del genere poteva chiamare i carabinieri o i Nas che sarebbero venuti subito a controllare, non utilizzare Facebook per screditare il lavoro degli altri. Ho quindici dipendenti tutti in regola, il locale funziona”.

– Nella cucina del Sushi su siete soliti tenere del granchio in scatola?

“E no, usiamo solo pesce fresco del Mediterraneo, visto che l’Adriatico ha il fermo pesca. Forse Rugiati aveva avuto una brutta serata, sembrava essere sopra le righe, forse non era stato riconosciuto…. Comunque non mi spiego un comportamento del genere. Non abbiamo mai avuto un caso in tanti anni. Dice che in cucina bisogna sterilizzare: in ospedale si sterilizza, in cucina si sanifica”.

– Conferma di aver fatto causa a Rugiati?

Certo che sì, abbiamo una reputazione da tutelare, lo abbiamo citato in causa per calunnia, ci rivedremo in tribunale. Del resto, non avrei potuto nemmeno andarlo a trovare per sperimentare la sua cucina: lui non ha un ristorante”.

– Cosa ne pensa dell’intervento in sua difesa di un grande chef internazionale come Massimiliano Aljmo de Le Calandre?

“Sono rimasto molto colpito, non aveva ragioni particolari per farlo, siamo appena conoscenti, non posso certo definirlo un amico di lunga data, anche se mi piacerebbe molto. Questo mi ha fatto ancora più apprezzare il suo intervento”.

Queste le parole di Massimiliano Liggieri, l’altra parte in causa di questa storia non del tutto chiara. Vi hanno aiutato a capire qualcosa di più?

Caterina Vianello Caterina Vianello

29 Agosto 2017

commenti (17)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Giovanni ha detto:

    90% di questo articolo era il giorno dopo il misfatto su repubblica o corriere (parola per parola)..

  2. Avatar Grammarnazi ha detto:

    Cioè, tu mi metti nel piatto un ingrediente al quale sono allergico e ti stupisci che uno ti fa una scenata? Ma è tanto se non ti alza le mani. Non parliamo di una pasta scotta, ma di una potenziale intossicazione.

    1. Avatar Paolo ha detto:

      Il punto, Grammar, è proprio quello: la presenza, l’esistenza nel piatto di QUELL’ingrediente.
      Il presentatore televisivo sbrocca e sostiene di avere percepito la presenza dell’ingrediente, quindi non assaggiato.
      Il titolare replica: no, l’ingrediente non c’era, non lo usiamo, e comunque la comanda era della commensale, non del presentatore. Aggiungendo una (non) lieve nota sul suo stato emotivo.
      Sei sicurosicuro quindi nell’affermare “metti nel piatto un ingrediente al quale sono allergico”?

    2. Avatar ovoallacoque ha detto:

      Quindi l’articolo non l’hai letto…

    3. Avatar Giodibs ha detto:

      Non ha letto l’articolo e nemmeno visto il video. C’è differenza fra allergico e leggermente intollerante, primo fatto. Secondo gli è stato detto che quell’ingrediente non c’era (non si capisce se granchio o liquido di conservazione). Terzo il piatto non era nemmeno per lui. Quarto nel video si percepisce la volontà di danneggiare pesantemente a livello mediatico un locale, esistono i controlli dei Nas se proprio era certo di quello che sosteneva. Della serie facciamoci del male.

    4. Avatar Martina ha detto:

      Perché prima di scrivere fesserie non leggi tutto l’articolo completo?
      Dice che il piatto era della ragazza che era con lui e non la neanche assaggiato.

    5. Avatar Grammarnazi ha detto:

      Ho letto eccome. E in questo caso tendo a fidarmi più di Rugiati, che non ha niente da difendere oltre la propria salute, di un gruppo di chef che si danno pacche sulle spalle a vicenda, parandosi il sedere a prescindere.

      Alcuni di voi a quanto pare preferiscono fidarsi ciecamente dell’oste che dice che il vino è buono. E degli osti amici suoi che garantiscono per lui portando come scusa “non si parla male dei colleghi”. E no, cari miei, i colleghi, se cialtroni, vanno allontanati, messi all’angolo, non difesi per spirito corporativo.

    6. Avatar Franca ha detto:

      Personalmente mi fido più dell’oste che dello chef presentatore perchè per serietà professionale, se fosse vero quello che sostiene sia accaduto, non avrebbe dovuto screditare il collega su facebook ma avrebbe dovuto confrontarsi con il proprietario, chiamare i carabinieri e poi alla fine di tutto EVENTUALMENTE far partecipi le persone su facebook. Quello che ha fatto me lo posso aspettare da un cliente qualsiasi non da uno chef che va in un ristorante.

  3. Avatar Paolo Veronesi ha detto:

    Che Rugiati sia un più un personaggio televisivo più che che uno “chef” lo sappiamo tutti. Che quindi non sia visto di buon occhio da chi ogni giorno si fa un mazzo tanto per mantenere o conquistare le stelle, i cappelli, le forchette o simili è più che comprensibile. Infine è chiaro a tutti che in questa spiacevole e un po’ squallida situazione l’abbia fatta fuori dal vasetto…Effettivamente poteva argomentare meglio e con maggior precisione ma forse aveva il pensiero annebbiato.

    1. Avatar Anna Rosa ha detto:

      Mah, ultimamente pare che Rugiati abbia le paturnie. Sembra che poco tempo fa sia quasi venuto alle mani con un altro personaggio più o meno vip in una discoteca.
      O è sotto stress da lavoro o …….., ma fermiamoci qui.

  4. Avatar Marcone ha detto:

    Anzitutto non si cita in causa per calunnia dal momento che si cita in causa solo nel civile ed essendo la calunnia un reato penale casomai si denuncia con una querela. A parte questo, non capisco per quale motivo un cuoco di fama nazionale avrebbe dovuto avercela con il sushi su????

  5. Avatar Paolo ha detto:

    Rugiati non è nuovo a certe esternazioni sempre piuttosto fuori le righe..Credo che pensa di essere un genio in cucina, il migliore di tutti e, a mio giudizio, è solo un povero montato

  6. Avatar BC ha detto:

    Chapeau!: “Del resto, non avrei potuto nemmeno andarlo a trovare per sperimentare la sua cucina: lui non ha un ristorante”

  7. Avatar Il Delatore ha detto:

    “Ha fatto una scenata davanti a tutti, con modi sopra le righe”

    sopra le righe, già.

  8. Avatar Antonio ha detto:

    Vede gli Chef non I presentatori bellini,sanno che significa fare un servizio lusso per 30 a 200 euro
    E a livelki piu bassi far uscire 1800 piatti in una sera.
    Il.primo esempio 150 piatti ineccepibili in 4’ore
    Il secondo a 30/35 r
    Euro. Sempre in 4 ore.
    Il presentatore in questione.ha ricevuto riconoscimenti.nella sua.carriera o e un presentatore vestito impropriamente con la.divisa,che noi tra gli anni ottanta e duemiladieci abbiamo reso gloriosa.
    Quando ho iniziato ci ridevano in faccia in Italia erano geometri e ragionieri.
    Io perdetti tutti I miei amici.
    L equipe divento la famiglia.gli amici.
    Questi ragazzini incapaci ,solo in Italia possono offendere chi si spacca letyeralmente la schiena.
    Una settimana con me non duri,caro bellino,io ti spezzo.