di Anna Silveri 29 Agosto 2018

Per quanto i festival del cinema siano tutti piacevoli se hai un pass stampa, quello di Venezia, appena iniziato e in cartellone fino all’8 di settembre, è speciale per molte ragioni.

Non tutte hanno a che fare con pizza, gelato e prosecco, ha scritto ieri l’inviato del New York Times, ma si capisce benissimo che la nobile arte del bere e mangiare bene nella città lagunare è al centro dei suoi pensieri.

Si può intuire perché nei panni dell’inviato a Venezia Nicholas Barber abbia definito la mostra poco stressante: al Sundance Festival (si svolge in un sobborgo di Salt Lake City) farsi una nuotata veloce tra un film e l’altro sarebbe un problema. E poi, nonostante sia il più vecchio festival del cinema, sembra che i veneziani non sappiano nemmeno cosa succede. Altro che mondanità da red carpet!

[Con questa lista di bacari la prossima volta a Venezia sarà indimenticabile]

[La verità sulla crisi senza fine dei ristoranti di Venezia]

Incontrare celebrità è facile, basta gironzolare intorno al Palazzo del Cinema per incrociare Emma Stone, oppure capita di scoprire Susan Sarandon nella tua stessa fila per un gelato.

Ma nel compilare la sua guida all’edizione numero 75 del Festival di Venezia, il giornalista del quotidiano americano è stato evasivo su una cosa: i locali dove cibo e beveraggi sono considerati al momento tra i migliori della città.

Gioco forza, dobbiamo farlo noi. Ecco l’integrazione considerato che il Festival del Cinema di Venezia si svolge al Lido, una delle lingue di terra che dividono la laguna veneta dal Mar Adriatico, raggiungibile con una breve corsa in vaporetto da Piazza San Marco.

E che di conseguenza, locali e localini che vi segnaliamo, nel caso vogliate farvi un giro in questi giorni, si trovano proprio nella lunga isola del Lido.

La Tavernetta

Via F.Morosini 4, tel. 041 770530

La contiguità con la sede del Festival favorisce la frequentazione del piccolo ristorante con mobili in legno e vecchie foto alle pareti da parte di attori e registi. Ottavio, il gestore, è un sommelier appassionato, questo spiega l’interessante carta dei vini, con oltre 270 voci.

Nel menu domina il pesce, consigliati i piatti con i gamberi rosa dalmati, il polpo e le capesante. Scontrino medio 45/50 euro.

Al mercà

Via Dandolo 17b, tel. 041 2431663

merca 2

Si trova vicino al Gran Viale, a pochi metri dal mercato vecchio. L’interno ha molto in comune con i bacari più tipici, mentre fuori, il lungo bancone rosso con sgabelli dove appollaiarsi all’ora dell’aperitivo è un vero spasso.

Vi aspettano cicchetti e gli evergreen della cucina veneziana, dai moscardini al baccalà mantecato. Ma concedetevi almeno uno degli amati piatti di pesce, scegliendo tra grigliata, fritture o spaghetti al nero. Scontrino medio: 30 €.

Trattoria Favorita

Via Duodo 33, tel. 041 5261626

A conduzione familiare e con l’atmosfera del ristorante di una volta, amato e frequentato dagli attori del Festival, si fa apprezzare per la cucina veneziana autentica.

Non ci si alza dai tavoli del locale senza aver provato gli antipasti di pesce, crudo (tonno, salmone, branzino, gamberi, scampi) e caldo (saor, folpetti). Faccenda prezzi: nei giorni del Festival sono previsti menù tutto pesce a prezzo fisso, ognuno da tre portate, costano tra 40 e 45€.

Essenziale lounge bar/Villa Laguna

Via Sandro Gallo 6, Tel. 041 5261316

Il ristorante e il lounge bar di Villa Laguna si trovano probabilmente nella posizione più vantaggiosa del Lido, con vista spettacolare su piazza San Marco.

La vera attrazione della festa sono la veranda che guarda la Laguna, arredata in tipico stile veneziano e il giardino terrazzato, dove i veneziani trascorrono le serate estive seduti sui divani del bar assaporando alcuni tra i migliori cocktail della città.

È anche possibile cenare: sul menu piatti di cucina veneziana con diverse alternative vegetariane. Prezzi dei cocktail 10 euro, scontrino medio per la cena 70 euro.

[Crediti | New York Times]