Casa Goffi Torino

State morendo di caldo, come si evince dagli S.O.S lanciati su Facebook, ma lamentarsi non servirà a nulla. Volete uscire dalle alienanti quattro mura e mangiare bene (e bere) bene, possibilmente spendendo poco, ancor più che in estate si esce spesso e se ne ha ben donde. Dunque, se siete di Torino, considerate questo articolo la vostra salvezza: vi suggeriamo 10 ristoranti all’aperto che offrono una bella via d’uscita all’estate torrenziale.

Dieci ristoranti con cortili freschi e dehors considerevoli nei quali spenderete meno di 30 euro e vi farete dire, cortesemente, dal cameriere, che “Il locale sta(rebbe) chiudendo..”.

Considerando che vi parliamo di una fascia di prezzo medio-bassa, non rimproverateci se non citiamo cortili sensazionali come quello della Limonaia (un nome su tutti), che citammo tra i migliori ristoranti di Torino: in questa lista troverete pub di birra artigianale con buona cucina, ristorantini cheap & chic (perdonate l’espressione, fa caldo anche per noi) e trattorie all’aperto che rendono onore al Piemonte, purché si esca vincitori da questo dannato caldo.

Casa Goffi

Casa Goffi Torino

Affacciato sul lungo Po Michelotti, Casa Goffi ha inaugurato da appena qualche settimana: un elegante cortile con piante, sedie sospese e fresca tettoia. Sono gli spazi esterni del ristorante Era Goffi, riaperto lo scorso autunno, ma la proposta è più informale ed economica, molto variegata: chicchetti piemotesi lungo l’arco della giornata, pranzi e cene alla carta, brunch nel week-end e costine, la domenica sera, perché sono la passione dello chef Lorenzo Careggio. Aperto fino a settembre, Casa Goffi dedica molta attenzione ai cocktail, realizzati in collaborazione con La Drogheria di Piazza Vittorio.

Conto sui 20 euro

In un’area lontana dalla bella ristorazione torinese, Casa Goffi è già diventato un punto di riferimento per i cittadini: se volete una sdraio per un Americano come si deve, prenotate.

Info: viale Michelotti 52/c a Torino | 388 589 0099 | www.casagoffi.it | chiuso il lunedì

Trattoria Decoratori & Imbianchini

Era un po’ scomparsa dai radar la Trattoria Decoratori & Imbianchini, storico indirizzo della precollina torinese, luogo di tante serate estive scandite al ritmo dei bicchieri di Barbera. Negli anni, il suo bellissimo giardino interno non era bastato a far dimenticare le fortune alterne della cucina.

Oggi siamo felicissimi di dire che Decoratori & Imbianchini è tornato in tutto il suo splendore. Tavoli informali in mezzo a tanto verde, una location pressoché unica in città, a un passo dal centro. Cucina sincera, da trattoria, ma buona e gustosa, esattamente quello che ci si aspetta da un indirizzo storico di questo tipo.

Conto intorno ai 30 euro.

Info: Via Francesco Lanfranchi 28, Torino | 011 819 0672 | www.borgopo.com | chiuso il mercoledì

Edit Garden

edit garden torino

Il giardino di Edit, food hall molto ambiziosa in barriera di Milano con birrificio (e pub annesso, con selezione di birrifici ospiti), bakery caffè, cocktail bar e ristorante, attualmente curato dallo chef Matteo Monti.

Aperto a metà giugno, il Garden è il cortile interno chiccosamente addobbato di piante e luci. Per l’occasione hanno aggiunto alla varia proposta degli spazi interni i piatti estivi del “dehor” da 440 metri quadri: gaspacho, ceviche, gelati e ricette di Chiodi Latini (il ristorante che non ama farsi chiamare vegano a Torino, probabilmente il migliore in città nel suo genere).

Conto intorno ai 20 euro

Info: Piazza Teresa Noce, 15/A | 011 19329700 | www.edit-to.com

La Cricca

Altro indirizzo storico di Torino, generalmente non indicato tra guide e recensioni perché è un circolo privato (per entrare è necessario fare la Tessera Arci). Ma, per tutti i tesserati (e sono tanti), la Cricca è un ritrovo sicuro, fatto di grandi tavolate in legno in un cortile interno bellissimo e fresco, in pieno centro città, completamente nascosto agli occhi di tutti. Si entra da una porticina, si salgono le scale, e ci si ritrova in un cortile tutto calciobalilla e tavoli da ping pong. Amatissimo dalle famiglie (che possono lasciare i bambini liberi di divertirsi) propone una cucina da trattoria piemontese, con tanti antipasti e qualche proposta di primo e secondo. L’approccio, talvolta, non è dei più simpatici, ma se si supera lo scoglio e si entra in sintonia la serata fila liscio, anche fino a tarda notte.

Conto sui 25 euro.

Info: Via Carlo Ignazio Giulio 25/Bis, Torino | 011 521 1653 | www.arcipiemonte.it

Cantine Risso

cantine risso torino

Ancora un indirizzo storico torinese, famoso per il suo cortile con pergolato, tra i più belli che la città abbia da offrire. È uno di quei posti dove ci trovi un po’ qualsiasi tipo di cliente: giovani venuti a bere una birra e fare un aperitivo, vecchi avventori che mangiano qui da sempre, madame della precollina torinese alla ricerca di un po’ di cucina sfiziosa, famiglie con bambini con i genitori che, a fine cena, si concedono una grolla dell’amicizia. C’è anche il servizio di dolci pret a porter, con torte fatte in casa. La cucina è tipicamente piemontese, con qualche divagazione in chiave “pub”.

Conto sui 30 euro.

Info: Corso Casale 79, Torino | 011 819 5531 | www.cantinerisso.com

Lambìc

Inaugurata a dicembre 2018, la (gigantesca) tap room del birrificio Filodilana è il locale di Torino dedicato alla birra artigianale di più recente apertura. Non pensiate al lambic belga e alle birre acide: il pub con cucina si chiama così in riferimento all’agnello, simbolo di Filodilana. 22 spine, molte delle quali dedicate a birrifici “ospiti”, e una cucina semplice e stuzzicante. Buone materie prime, cocktail in alternativa, e, in virtù della lontananza rispetto al centro della città, tanti concerti dal vivo, oltre agli eventi brassicoli.

Insomma, un locale di birra craft che non è relegato al mondo della birra craft, dove potete portare il vostro partner che detesta la birra artigianale (perché non sa sceglierla bene, ovviamente) senza sentirvi in colpa. Il dehors inaugura questo week-end, sappiatelo.

Conto intorno ai 15 euro

Info: Via Agudio 46 | 327 112 6230 | www.facebbok.com/LambicTorino

De Amicis Art Bistrot

De Amicis Art Bistrot 

Chissà perché, tutti gli indirizzi con i cortili più belli sono alla fine locali storici della città. É il caso anche del De Amicis, che è lì da sempre, con il suo bellissimo cortile interno. Ormai da qualche anno la nuova gestione ne ha fatto un localino delizioso, con una cucina semplice ma raffinata e, appunto, uno spazio all’aperto circondato dal verde.

Conto sui 35 euro.

Corso Casale 134, Torino | 011 819 2968 | www.deamicisartbistrot.com | chiuso il lunedì

Caffè Vini Ranzini

Non è gigantesco, il cortile interno della piola per eccellenza torinese. Ma è così squisitamente torinese che non potevamo non segnalarlo. Qualche tavolino, apparecchiato con semplicità, e una proposta che più easy non si può: salumi, formaggi, uova sode, piccoli piattini di acciughe al verde o, magari, di insalata russa. Il tutto accompagnato da un bicchiere di rosso. Conto sui 15 euro.

Info: Via Porta Palatina 9/g, Torino | 011 765 0477 | chiuso la domenica

Open Baladin Torino

Altro locale di birra legato a un birrificio, altro dehors. Strano che non ne avesse uno l’Open Baladin di piazzale Valdo Fusi, la suggestiva “casetta” di vetro abbandonata dopo le Olimpiadi invernali di Torino e poi rinata, cinque anni fa, sotto il segno della birra artigianale italiana, con 38 vie dedicate al produttore di Piozzo e molti altri. La cucina è su per giù sempre la stessa, hamburger “gourmet” in primis.

Il dehors non è certo un’area verde, ma data la posizione centrale del locale e la selezione birraria la novità va segnalata.

Conto sui 15 euro

Info: piazzale Valdo Fusi | 011 835863 | www.facebook.com/openbaladin.torino

Birrificio La Piazza in via dei Mille

A pochi passi dall’Open c’è un altro ristorante all’aperto da conoscere, sempre a tema brassicolo. La selezione di birre è decisamente minore (le vie sono sei), ma lo spazio all’aperto è tutta un’altra cosa: i tavoli del “Birrificio La Piazza” (si legga tap room del birrificio) si fanno ampio spazio nei giardini Balbo. Cucina confortevole ma curata, rapporto qualità – prezzo invidiabile.  

Conto sui 20 euro.

Per la cronaca, di proprietà del birrificio è anche il Ristorante La Piazza, in via Durandi 13: cucina e ambiente più sofisticati, terrazza ampia (a proposito di ristoranti all’aperto torinesi), prezzo sempre giusto.

Info: via dei Mille, 20 | 011 020 3308 | www.birrificiolapiazza.com

commenti (1)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar rosy ha detto:

    Grazie mille per le dritte ho condiviso sul mio blog per dare qualche spunto ai miei lettori.