Se avete il coraggio di abbinare cibo e cocktail, almeno fatelo bene

A sentire gli esperti, i cocktail che beviamo oggi, malgrado siano sempre più complessi, si possono abbinare con soddisfazione al cibo uscendo dalla regola vino bianco col pesce, rosso con la carne, ormai ampiamente superata.

Cosa dite, possiamo fidarci?

Visto che la sbornia (ops!) collettiva per i cocktail non accenna a diminuire, è il caso di scoprire come accostarli alle pietanze con cui vanno davvero d’accordo.

Per riuscirci resta importante decifrare come si compone il sapore di una pietanza: sapere se i cibi sono dolci, amari, salati, acidi, piccanti o speziati aiuta a capire gli elementi da valorizzare o da compensare con i cocktail.

[Amaromania: curare l’ossessione per gli amari con i cocktail]

Ad esempio, se il whisky in Gran Bretagna, ma anche in tutta Europa, è considerato un drink da meditazione, ideale per le sere d’inverno davanti al caminetto, le cose vanno diversamente in Giappone, dove il whisky viene servito a tavola durante il pasto. Gli accenni sapidi, tipici del whisky giapponese, sono perfetti da abbinare al gusto umami, spesso presente nei cibi asiatici.

Ma non è tutto così semplice, prima di lanciarsi in abbinamenti azzardati, scopriamo i consigli che un gruppo di esperti di cibo e cocktail ha rilasciato al quotidiano inglese Independent.

Prima di cena

Le bollicine dello champagne sono un classico prima di cena. Un cocktail a base di champagne è perfetto per i ricevimenti, e visto che un drink con le bollicine francesi è già perfetto di per sé, basta accompagnarlo soltanto con del caviale, messo a generose cucchiaiate su delle semplici patate cotte al vapore e guarnite con un po’ di burro.

[Martini: 3 cocktail da provare]

Se invece volete servire un vero aperitivo, puntate su Martini o Daiquiri come drink per pulire il palato, e anche per prepararlo per la cena. Oppure su un bel cerviche, servito con salmone affumicato, carne fresca e antipasti classici come olive, carciofi, pomodori secchi e pane imburrato.

La maggior parte dei drink si sposa benissimo col gusto salato, anche se non vale per tutti: molti di loro si abbiano perfettamente con cibi freschi ma anche ricchi di umami, come parmigiano, pomodori, funghi o carni lavorate, al posto delle solite noccioline salate.

Cena

Per le ostriche non esiste solo il classico abbinamento con il Martini, ma anche il Whisky sour è considerato perfetto. Spesso gli esperti abbinano drink a base di whisky con carni consistenti come cervo e manzo oppure con il pesce affumicato.

Ad esempio, l’Old Fashioned viene spesso abbinato a carni come costolette di maiale o petto d’anatra, considerato che la sapidità della carne viene smorzata dalle note dolci del drink. Importante è abbinare l’Old Fashioned con qualcosa di “untuoso” e ricco, che bilanci il gusto intenso della bevanda, visto che cibi leggeri sarebbero facilmente soffocati dal drink.

[Cocktail da provare e barman da conoscere a Milano]

Ad esempio, si possono preparare dei bignè di pasta choux e riempirli con una besciamella di formaggi, tra cui il Parmigiano, da servire con piccoli panini appena tolti dal forno.

Mojito e Margarita sono perfetti con i cibi “latini” e speziati, come tacos o quesadilla, o anche tortilla, meglio se riempite con arrosto di maiale o manzo, salsa speziata, lime ed erbe fresche, per essere subito trasportati in Messico. O quasi.

Dopo cena

Negroni

Un Jet Pilot, con rum, liquore speziato al lime, sciroppo di cannella, pompelmo, lime e assenzio, è perfetto con il cioccolato fondente. Ma anche l’Old Fashioned al rum è perfetto per tutti i dessert a base di cioccolato fondente: Il sapore tostato del cocktail completa la dolcezza del cioccolato.

Il Negroni invece perfettamente abbinabile al formaggio, in particolare parmigiano e pecorino. Ma le note floreali e il profumo di limone suggeriscono di accoppiarlo anche ai salumi o alle carni lavorate. Provatelo con il petto d’anatra affumicato e servito a fettine sottili, oppure con del prosciutto stagionato o delle olive.

[Negroni sì, Rosé bocciato: i cocktail In & Out del 2018]

I formaggi blu o erborinati a loro volta, sono eccellenti con il Rob Roy, mentre un fine pasto a base di torta di mele e Moscow Mule è un abbinamento che non vi lascerà delusi: la vodka, il lime fresco, e la ginger beer vanno a braccetto con il gusto speziato della torta. Provare per credere.

[Crediti: The Indipendent]

Cinzia Alfè Cinzia Alfè

8 giugno 2018

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento

«