Massimo Bottura: siamo stati nel nuovo bed & breakfast in stile Francescana

Massimo Bottura: siamo stati nel nuovo b&b in stile Osteria Francescana che lo chef aprirà a fine anno alle porte di Modena

Del Bottura chef conosciamo il lato rivoluzionario, artistico e visionario. E se al Bottura scrittore dobbiamo ancora abituarci, al Bottura benefattore, quello dei refettori per i poveri aperti nelle capitali del mondo, ci siamo affezionati.

Il Bottura affittacamere, però, chi se lo aspettava? E guardate che non è lesa maestà, ma una notizia, anticipata da Il Sole 24 ore e da noi stessi verificata di persona personalmente: lo chef modenese aprirà un b&b in stile Osteria Francescana.

Chiamatela differenziazione, trovate le similitudini che volete con altri chef prima di lui, Niko Romito per esempio, che ha affiancato il relais “Casadonna” al suo ristorante tre stelle, il Reale di Castel di Sangro, in Abruzzo.

[Prendetevi 5 minuti per guardare la casa di Massimo Bottura]

[Osteria Francescana di Massimo Bottura: menu, prezzi, prenotazioni nel ristorante migliore del mondo]

[Da Massimo Bottura vince la cucina aborigena di Jock Zonfrillo]

Com’è come non è, anche Bottura avrà il suo “resort di charme”, prossima attrazione turistica emiliana o, più probabilmente, estensione dell’esperienza dorata che i clienti dello chef tre stelle Michelin vivono nel suo ristorante.

Dopotutto “Villa Maria Luigia”, così chiamata per ricordare la madre di Bottura, scomparsa di recente, si trova alle porte di Modena.

È quasi pronta, sui letti ci sono già dozzine di cuscini, ma l’attività del lussuoso b&b inizierà a fine 2018. Inizio 2019, forse.

I lavori nella dimora alto-borghese di fine ‘800 proseguono da un anno e mezzo. Una ristrutturazione completa per adattare la struttura alle esigenze di turisti facoltosi o determinati ad andare da Bottura almeno una volta nella vita, appendice notturna compresa, nella villa con solo 12 camere e una colazione il cui potere di seduzione possiamo solo immaginare.

Niente pranzi, cene o sfiancanti menu degustazione: chi lo desidera, a pochi chilometri da lì, trova un ristorante abbastanza famoso. Ne parlano bene in parecchi, diciamo.

Di fronte alla struttura principale si trova la casa delle carrozze, detta confidenzialmente dépendance del custode. Trasformata in uno spazio per eventi, è circondata da laghetto, piscina, ghiacciaia e orto con frutteto.

Conosciamo la passione di Lara, moglie americana dello chef emiliano, per il mondo dell’avanguardia artistica. Nella lunga infilata delle sale relax di cui dispone la villa i grandi nomi si sprecano: arte contemporanea, installazioni eccentriche, collezioni di vinili.

Vedere tanta meraviglia tutta insieme non è cosa che capiti tutti i giorni, in effetti. Questo è il b&b botturiano delle meraviglie: vi metterete in fila per andarci?

Chiara Cavalleris Chiara Cavalleris

8 Agosto 2018

commenti (3)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Abi ha detto:

    Spero non sia come quello del fourghetti nespresso e 1 confezione da 2 krumiri…

  2. Avatar alessandro ha detto:

    No dai, però scusate “b&b in stile Francescana” senza pagliericcio e fredde mura meriterebbe un incursione di seguaci di fra’ Dolcino.
    Penitenziagite!!!