Il Buonappetito: bao, tutti pazzi per il panino di Taiwan

Più d’un anno fa, durante una cena a più mani da Eataly a Torino, Federico Zanasi —che tra un mese dovrebbe varare Condividere nella “nuvola” della Lavazza— servì un adorabile paninetto.

In tanti chiesero: che è? Venne risposto loro: è un bao!

[Si chiama Condividere by Lavazza il ristorante che porterà Ferran Adrià a Torino]

Poco più di un mese fa, alla manifestazione PIG! organizzata dal cuoco calabrese Nino Rossi nel suo Qafiz a Santa Cristina d’Aspromonte, Luciano Monosilio di Pipero Roma preparò un paninetto farcito di maiale.

In tanti chiesero: che è? Venne risposto loro: è un bao!

[Pig scatena una voglia pazzesca di Calabria]

Un paio di settimane fa, da EDIT —una delle più ambiziose aperture degli ultimi tempi, il complesso gastronomico di Torino supervisionato da Paolo Vizzari— ci portarono a tavola una delle meraviglie del re dei lievitati Renato Bosco, quattro paninetti riempiti di faraona.

In tanti chiesero: che sono? E SONO DEI BAO! risposi io, con sicumera.

[A Torino apre Edit, il polo gastronomico]

Ieri sera, infine, da WellDone Burger —hamburgheria di qualità in quel di Bologna— mi son trovato davanti un ragazzo cinese che mi ha chiesto:

che ne pensi dei bao? Aridaje.

Insomma: non si parla altro che di bao, il paninetto orientale cotto al vapore che sta conquistando anche l’Italia, persino nelle soste di fine dining.

La domanda è: sarà vera gloria? La moda del bao durerà? I pochi che ho mangiato personalmente erano tra il molto buono e lo squisito, quindi non posso che augurarmelo.

Inoltre il bao ha una qualità che lo rende perfetto per l’Italia: è mollo, molto mollo.

In un paese per vecchi come il nostro è prerequisito di successo.

Luca Iaccarino

14 febbraio 2018

commenti (6)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Andrea ha detto:

    Mi colpisce il ritardo dei prodotti offerti su certe piazze (torino) e lo stupore degli “addetti ai lavori”. Si parla di bao non di cucina del burkina faso (con tutto il rispetto per il paese africano, non ho mai trovato un ristorante etnico di tal paese).

  2. Hamburgese ha detto:

    Quindi la caratteristica del bao sarebbe il pane a prescindere da cosa c’è dentro?

  3. spatz ha detto:

    bao,bao : un tramezzino arrotolato e riempito con qualsiasi cosa. Sai che novita´…

  4. Andrea U. ha detto:

    Bāo, cosa? Il nome completo di questo splendido panino Taiwanese e’ Guă Bāo. Bāo di per se in cinese significa molte cose ma in generale tutte indicano qualcosa che contiene qualcosa di altro. Il carattere esprime questa qualita’ molto elegantemente (包). Guă significa tagliare. Da qui l’aspetto da panino tagliato sul lato.

    L’originale prevede pane cotto a vapore e contiene solo i seguenti pochi ingredienti: Brasato di maiale (pancetta), foglie di senape in salamoia, noccioline tostate e tritate, coriandolo.

    1. rosa ha detto:

      in cina si chiama baozi. il significato di bao è borsa/ contenitore e indica la forma del panino: una sfera che racchiude qualcosa al suo interno. in cina viene servito sia a colazione che durante gli altri pasti della giornata, ripieno di carne o di verdure al vapore.
      ne esistono anche con ripieni dolci, quali fagioli rossi o crema di loto.

«