di Chiara Cajelli 14 Maggio 2020
basi per torte a strati

Ponderate bene la scelta della base per la vostra torta a strati: deve essere resistente, assorbire e non disfarsi, morbide ma non friabile, asciutta, non secca. Le alternative sono parecchie, dipende tutto dai vostri piani (ah-ah), oltre al solito pan di Spagna.

La scelta della base varia a seconda della torta che volete ottenere, non solo da quanti strati dovrebbe avere, ma anche dalla tipologia di farcitura che intendete preparare. Inoltre: avete intenzione di aggiungere una bagna? Anche questa decisione è strategica.

Oggi passiamo in rassegna le migliori basi per preparare una torta a strati, spiegandovi a quali dolci si prestano di più, considerando imprevisti e probabilità.

Pan di Spagna

pan di spagna liscio

Il pan di Spagna è sempre la prima scelta che viene in mente se si intende fare una torta a strati. Nulla in contrario: è una base versatile, che si adatta alle farciture più disparate dalla crema pasticciera alla panna montata. Il pan di Spagna non contiene lievito e tutto lo spessore dipenderà da quanto e come monterete le uova: ecco una bella guida base, per un pan di Spagna di media resistenza. Teoricamente, poi, il pan di Spagna può tranquillamente essere fatto con amidi, quindi diventa facilmente gluten free. Se volete un’alternativa e fare una torta a strati salata, ecco la ricetta del pan di Spagna salato!

Pan di Spagna al cacao

pan di spagna cioccolato

Per andare sul sicuro, trovando un buon compromesso tra il sapore della torta al cioccolato e la resistenza del pan di Spagna classico, potete puntare sul pan di Spagna al cacao. Per farlo non dovrete fare altro che sostituire parte degli elementi secchi con il cacao amaro in polvere che, nell’insieme dell’assaggio, non vi farà rimpiangere il cioccolato e potrete fare a meno di glutine e latticini.

Angel cake

angel cake

Se non conoscete la angel cake, vi siete finora persi una torta eccezionale e leggerissima: si tratta di una torta alta e spugnosa, molto elastica e fatta solo con albumi, zucchero, farina e cremor tartaro (un agente lievitante). La montata degli albumi è fondamentale quanto per il pan di Spagna, ma la cottura di questa torta è una questione altrettanto importante: è necessario un apposito stampo con piedini e fondo removibile, che non va imburrato né infarinato, e dev’essere posto a testa in giù per il raffreddamento (come per i panettoni). Eccovi la ricetta e tutte le indicazioni.

Chiffon cake liscia o al cacao

chiffon cake

La chiffon cake è considerata parente stretta della angel cake, perché si basa sullo stesso principio e necessita le stesse condizioni di cottura. La differenza sostanziale è un impasto più corposo, che oltre agli albumi prevede anche i tuorli e altri elementi. Perfetta come compromesso tra la angel cake, per la sua elasticità e resistenza se tagliate e farcita a più strati, e tra una classica torta saporita ma più cedevole.

Marquise

marquise cacao

Se volete una base senza farina, ricchissima di cacao e simile al pan di Spagna ma più compatta e leggermente più umida, la marquise è perfetta per voi. Esiste anche una marquise al cioccolato fondente, che tuttavia non è base bensì dessert. La maquise è ideale per le monoporzioni anche mignon, perché si taglia facilmente e rimane più compatta rispetto alle altre basi classiche.

Pasta sfoglia

pasta sfoglia

Una torta a strati non è necessariamente fatta con un impasto spugnoso e altro… pensiamo al dolce stratificato per eccellenza: la millefoglie, ovvero non una torta ma nemmeno un dolce al cucchiaio. La pasta sfoglia è quindi un’altra base perfetta per un dolce a strati che attiri attenzione e acquolina. Vi suggeriamo quindi la ricetta senza errori, per un compleanno o una festa alternativi.

…le crepes!

tota di crepes

Che ci crediate o no, anche le crepes sono basi perfette per una torta a strati. E che torta: mai sentito parlare della torta di crepes? Un’idea meravigliosa, che vede decine di crepes sottili impilate e separate da uno strato di crema a scelta, ganache, pasticciera o chantilly. L’effetto è originale, fresco, un vero e proprio incanto che lascerà tutti a bocca aperta. Se date un’occhiata in giro troverete moltissimi spunti, una delle nostre preferite è colorare l’impasto delle crepes in modo da ottenere i colori dell’arcobaleno, e fare così una rainbow cake di crepes.