di Chiara Cajelli 9 Gennaio 2020
detox-dopo-feste-5-idee

Detox sembra essere la parola d’ordine nella testa di tutti quanti, soprattutto ora che le abbuffate sono finite e si cerca di tornare alla normalità. Abbiamo deciso di cogliere al volo questo slancio di buoni propositi: ecco a voi 5 idee per mettersi in riga, o almeno provarci.

Una piccola premessa. Ormai conoscete la mia (nostra) opinione sul concetto di “detox”, e la confermo anche qui in questo articolo: non intendo infatti suggerire ricette per dimagrire ma solo per stare più leggeri del solito (il che, ovviamente, è un suggerimento molto generico), né intendo passare il concetto che il detox faccia dimagrire, perché non è vero.

1. Centrifugate i vostri frutti preferiti

La centrifuga è un’ottima cosa, così come gli estratti, ma non per dimagrire. Aiutano a fare in una volta sola il pieno di frutta, e in molti casi – e senza berne litri, basta un bicchiere – sono più digeribili rispetto alla frutta.

2. Colazione? Fate la granola in casa

Chi fa da sé fa per tre, dice il detto. Ecco perché, in una fase delicata come riprendere buone abitudini dopo un periodo di sgarri, cucinare da soli il proprio cibo è sempre cosa buona e giusta. Un esempio è la granola da consumare al mattino: noi abbiamo una ricetta da suggerirvi, ma potete personalizzarla in base ai vostri gusti tra frutta secca e altri elementi.

3. Meno condimenti, più agrumi

Olio, burro, salse, maionesi e quant’altro sono stati i protagonisti dei pranzi di festa. Per dare una svolta verso il light e il detox senza tuttavia trovarci nel piatto cibi da ospedale, sostituite quasi del tutto i condimenti per abbondare con le scorze grattugiate di agrumi. Un trucco è grattugiare le scorze nell’olio extravergine di oliva (che poi dovreste usare a crudo): il grasso veicola l’aroma e il vostro condimento sarà in poche ore di macerazione molto intenso.

4. Yogurt e miele, se avete voglia di dolce

Potreste scegliere un muffin, una fetta di torta, un cioccolatino… ma sarete forti e se proprio il languore vi attanaglierà, so che voi sceglierete il minor danno possibile. Ammesso che non ci siano controindicazioni nel vostro caso, uno yogurt greco 0% di grassi, condito con un cucchiaino di miele, è la merenda ideale per rimanere soddisfatti senza eccessivi sensi di colpa. Il trucco potrebbe essere puntare su un miele di ottima qualità, e diverso dal solito millefiori o d’acacia. Se avete bisogno di un’alternativa al miele, lo sciroppo d’agave è perfetto: dolcifica, non ha meno calorie rispetto a miele o zucchero, in compenso aiuta a tenere a bada la glicemia.

5. Attenzione sì, ma no calorie per carne e pesce

Limitare e al contempo mangiare di tutto un po’ è sempre la soluzione migliore. Tuttavia, il calcolo delle calorie – tendenzialmente e, ripeto, se non ci sono di mezzo controindicazioni – è da dedicare a grassi e carboidrati. O meglio, se proprio volete puntare sul calcolo, “accanitevi” su pasta, riso e pane e non su carne bianca e pesce.

Chiudo ricordando e mettendo di nuovo in chiaro che questo articolo ha trattato consigli, puramente generici e senza nominare effetti dimagranti o miracolosi, né imposizioni.

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento