di Chiara Cajelli 14 Dicembre 2019
dolci-di-natale-rivisitati-6-ricette-migliori-panettone-pandoro

Chi dice che i dolci di Natale rivisitati non siano ammessi? Il consiglio è procurarsi un paio di pandori e panettoni in più, per cimentarvi in queste belle idee che sto per proporvi: le 6 ricette migliori per reinterpretare panettone e pandoro.

1. Tartufini di panettone

Una ricetta da fare anche all’ultimo minuto, o da prendere in considerazione per dei regalini fatti in casa. Vi basterà prendere il panettone e sbriciolarlo grossolanamente, per impastarlo nuovamente aggiungendo un po’ di panna e, se volete, un goccio di rum. Ottenete un composto sodo e malleabile, formate delle sfere grandi come noci e mettetele al fresco. Sciogliete del cioccolato fondente e, aiutandovi con uno stecchino di legno, immergetevi le palline fredde. lasciate asciugare e servite agli ospiti.

2. Tiramisù di pandoro

Il pandoro si presta molto bene per una versione natalizia di un altro grande classico della nostra tradizione: il tiramisù. farlo è semplicissimo, vi basterà fare la tipica crema di mascarpone – meglio se un po’ più soda, dato che non ci sono i savoiardi a reggerla – e alternarla a strati di cacao e pandoro. Se volete provare questa variante, ma con una crema un po’ più leggera, provate il nostro tiramisù alla ricotta.

3. Cake pops di pandoro

Per grndi e piccini, i cake pops sono sempre una bellissima sorpresa che solitamente punta più all’estetica che al contenuto… non in questo caso, visto che l’impasto è fatto di pandoro! Sbriciolatelo e impastatelo con un po’ di panna. Potete aggiungere anche delle gocce di cioccolato bianco, tritandole. Formate delle sfere di impasto grandi come una pallina da golf e ponetele in frigorifero. Una volta fredde, infilzate o uno spiedo di legno o gli appositi per cake pops. Mentre questi rimangono al fresco, fate sciogliere del cioccolato (meglio al latte o bianco) e immergete poi le sfere. Fate asciugare e decorate a piacere o con una glassa di zucchero oppure con dei confettini quando la copertura no si è del tutto solidificata.

4. Risotto al panettone

Non immaginate la bontà di questo primo piatto associato al panettone (di cui si usa tutto, uvetta e canditi compresi): riso Carnaroli, un formaggio tipo fontina o scamorza (ma è ottimo anche un gorgonzola di media stagionatura), un goccio di spumante e il gioco è fatto! Fate il classico soffritto di cipolla bianca e olio extravergine di oliva (o burro), fate tostare per bene il riso, sfumatelo con spumante o vino bianco e portate a cottura con il brodo versato poco per volta. A questo punto spegnete il fuoco, unite il panettone tostato precedentemente in forno (a 200°C per 5 minuti), unite il formaggio e mantecate con una bella noce di burro.

5. Torta di panettone

Va molto di moda ed è oggettivamente una meraviglia da presentare. Un’idea tanto semplice quanto bella. Fate una crema al mascarpone piuttosto spessa, oppure una chantilly (panna montata con zucchero a velo e vaniglia). Prendete un panettone, tagliatelo in tre dischi uguali e tenete da parte gli avanzi. Posizionate il disco base sul fondo di un cerchio alto e bagnate con latte, panna o rum. Farcite con 1/3 di crema e impreziosite questo primo strato con frutti rossi, frutta secca o cioccolato. Procedete coprendo con un altro disco di panettone, farcite con 1/3 di crema e aggiungete uno dei tre suggerimenti. Finite con il terzo disco e usate la crema restante per rivestire l’intera torta (come in una naked cake). Tagliate a cubetti il panettone rimasto, tostatelo e usatelo per decorare la torta.

6. Zuccotto di pandoro

Io adoro il gelato in inverno, perché dura moooolto di più! Perché quindi non proporre un elegante e originale zuccotto? Scegliete i gusti di gelato che preferite (meglio artigianali perché più morbidi da modellare (e tendenzialmente più buoni) e lasciateli ammorbidire leggermente. Foderate la parte interna di una capiente ciotola con la pellicola trasparente. Tagliate a fette regolari (non a spicchi) il pandoro e appiattitele leggermente con il mattarello, usatele poi per foderare le pareti della ciotola. Dovete avanzarne anche per uno strato centralee per lo strato finale. Riempite a metà con il primo gusto di cioccolato e coprite con uno strato di pandoro. Completate con l’altro gusto di gelato e chiudete con il pandoro rimanente. Dopo 4-5 ore in congelatore, sformate lo zuccotto e decoratelo a piacimento.

Se volete rimanere invece ligi alla tradizione, sono sicura vi possano interessare informazioni in più su pandoro e panettone, soprattutto se li acquisterete al supermercato. Oppure, eccovi una mappa per acquistare a Milano il panettone artigianale autentico.

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento