Carrefour Market: 10 cose da comprare a Natale nel supermercato gourmettizato

Stiamo per parlare di supermercati, in particolare di un Carrefour. Eppure ricordo con nostalgia la definizione guascona e affettuosa “gastrofighetto”, che utilizzavamo solo pochi mesi fa per indicare la psicosi di alcuni radicali appassionati di food. Rassegniamoci, ormai è finito il tempo degli epiteti selettivi. Il mondo è gourmet e noi tutti siamo in egual modo gourmettizzati.

Siamo giudici di MasterChef, siamo critici gastronomici mascherati, blogger evoluti, esperti produttori e degustatori di vino e birra, scopritori di pastori in cima all’alpe che portano a spasso le vacche massaggiandole con la buccia di mandarino tardivo di Ciaculli.

Siamo soprattutto spietati, capaci di sferrare l’attacco fatale tripadvisoriano di fronte alla guarnizione zebrata di finto aceto balsamico, a cui qualche anno fa non facevamo caso. Noi siamo fini intenditori, siamo gourmet santoddio e vogliamo un mondo gourmettizzato.

Così, la gourmettizzazione del mondo, non risparmia neanche i supermercati. Nessuno di noi pensava che un giorno avrebbe fatto lo snob andando da Lidl (nessuno lo pensa anche ora a parte il Gambero Rosso), ma la recente apertura romana dell’insegna Carrefour Gourmet, dopo quella milanese, ha sancito ufficialmente la tendenza. Sarà la strada per recuperare terreno dopo aver perso il 21% di giro d’affari tra il 2009 e il 2013? (Esselunga è il supermercato con i margini migliori).

“Si tratta di un punto di vendita secondo noi innovativo – precisa Stéphane Coum, direttore supermercati Carrefour – caratterizzato da un ambiente curato nei minimi dettagli e atmosfera piacevole, con assortimento che presenta l’eccellenza italiana in tutti i settori food per stuzzicare i più curiosi e soddisfare i più appassionati tra i food lovers, senza rinunciare a praticità, comodità e convenienza tipiche di un supermercato di quartiere.”

Le aree eye-catching e polarizzanti sono quelle dell’ortofrutta in entrata punto di vendita, del pesce fresco al banco servito, seguite dai reparti macelleria e panetteria. Non meno interessanti i reparti vini e soprattutto formaggi e salumi (oltre 400). La cantina è divisa per etichette regionali. In totale 11.000 referenze per una nuova shopping experience che unisce gusto e convenienza.”

Shopping experience, eye-catching, food lovers. Così, con queste tre perle di comunicazione in tasca, sono andata a scovare le 10 cose da comprare per Natale da Carrefour Gourmet. E così faremo per tutti gli altri supermercati. Non possiamo lasciarvi a gourmettizzare il mondo da soli.

Carrefour market Gourmet

Il copy si è divertito molto ed ecco come mi accoglie il Carrefour. Il direttore ci augura una buona ESPERIENZA di spesa. Ripetete con me: experience, experience, experience.

Carrefour market Gourmet

1. Frutta e verdura

Il reparto si divide in due. Molto interessante tutta la parte dei freschi a Km 0 che provengono dalla vicina Brianza, in particolare dall’azienda Danilo Fumagalli. Se siete partenopei approfittatene per comprare le verdure per la famosa “insalata di rinforzo”, altrimenti ce la metterete una verdura nel menù di Natale o della Vigilia.

Accaparratevi i mandarini di ordinanza da presentare a fine pasto, l’uva che porta bene o l’insalata da lasciare in angolo scondita.

Carrefour market GourmetCarrefour market GourmetCarrefour market GourmetCarrefour market Gourmet

2. Pesce

Per la cena della vigilia, come tradizione insegna, cucinerete pesce. Qui trovate di tutto un po’, compreso il pescato del mar Tirreno e del mare Adriatico, che arrivano dalla barca al banco in 24 ore: mazzancolle, seppie nere, polpo in particolare. Oppure branzino allevato, lupini, cozze, vongole.

E se volete fare i gourmet davvero, trovate anche le ostriche. Menzione speciale per il reparto merluzzo, baccalà e stoccafisso.

Carrefour market Gourmet

3. Formaggi

Molti francesi, si sa sono di casa, e anche qualche buona prelibatezza italiana. Io ho comprato Petit Mounster Fermier AOP, Bleu D’Avergne AOP e Castelmagno DOP.

Carrefour market GourmetCarrefour market Gourmet

4. Carne

Prima vi mostro il mio cartello preferito “Oltre alla carne anche il nostro macellaio è tenerissimo: c’è sempre così puoi rivolgerti a lui per qualsiasi ordinazione o consiglio”, poi vi segnalo che tra le carni italiane potete scegliere tra Fassona piemontese, Chianina, Coniglio di Carmagnola o Agnello Sardo.

Carrefour market GourmetCarrefour market Gourmet

5. Salumi

Tra i 200 salumi, prima di impazzire assicuratevi qualche fetta di questi due capolavori in offerta: Prosciutto di Parma DOP 30 mesi del Salumificio Rulliano e il Jamon Pata Negra Bellota.

Carrefour market GourmetCarrefour market GourmetCarrefour market Gourmet

6. Champagne e bollicine

Una cantina ricca di etichette italiane e francesi, divisa per regioni. Menzione speciale alla selezione di champagne e bollicine. Io ho scelto lo champagne Charles Dauteuil Gran Cru in promozione e Giulio Ferrari riserva per un brindisi speciale.

Ho chiesto lumi alla simpatica Sommelier appostata nella zona vini.

Carrefour market GourmetCarrefour market GourmetCarrefour market Gourmet

7. Panettone

È sempre un argomento impegnativo da affrontare. Qui per non sbagliare, hanno scelto tutti gli artigianali delle blasonate pasticcerie milanesi.

Apprezzo e consiglio Cova o Biffi, non sono buoni come quello di Iginio Massari, ma costano la metà e sono dignitosi.

Carrefour market GourmetCarrefour market GourmetCarrefour market Gourmet

8. Pasta e riso

Uno dei miei spaghetti preferiti è la chitarra di Grano Armando, che insieme alla pasta del Vecchio Pastificio di Gragnano presidia il reparto pasta dopo i soliti noti.

Uno spaghetto al pomodoro per la cena della vigilia di Natale è troppo semplice? Oppure risotto ai frutti di mare con il carnaroli “Gli Aironi”.

Carrefour market GourmetCarrefour market Gourmet

9. Passata di pomodoro

Da Ursini con pomodoro e sughi pronti, alla salsa di pomodoro ciliegino di Bottega di Sicilia.

Carrefour market GourmetCarrefour market GourmetCarrefour market GourmetCarrefour market GourmetCarrefour market Gourmet

10. Altri prodotti confezionati

Per Natale siamo tutti più grassi: afferro, in uscita il salame di Varzi DOP, il parmigiano reggiano 40 mesi Gran Duca, il pestato di pomodorini secchi di Ursini, lo Yogurt al Caffè di Cascina Fontanacervo, il panettone gastronomico Tre Marie con la facciona di Oldani.

Tre considerazioni: il supermercato con le aree eye-catching ha messo a dura prova il mio sistema psichico. Sono una ossessivo compulsiva che percorre tutte le corsie del supermercato in modo ordinato, qui non ci sono corsie, ho rischiato l’attacco di panico.

Ho apprezzato il wi-fi free e l’applicazione mobile che permette di fare i propri acquisti in negozio utilizzando come lettore lo smartphone.

I 1.400 mq di supermercato sono belli, alcuni dei prodotti in vendita non si trovano solitamente al supermercato, ma di certo non è adatto per la spesa quotidiana, i prezzi sono decisamente sopra la media.

[Crediti | Link: Dissapore, Repubblica, Prima Pagina News]

Cristina Scateni Cristina Scateni

19 Dicembre 2014

commenti (12)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Andrea soban ha detto:

    bah…pure al Lidl la grafica e la comunicazione sono più belle

    1. Avatar Graziano ha detto:

      Sicuramente per molti contano e fanno presa, ma personalmente guardo solo all’etichetta e alla qualità dentro le confezioni.

  2. Avatar Nome ha detto:

    Per i francesi vendere ostriche il Italia deve essere una pacchia 🙂

  3. Avatar gianlù63 ha detto:

    l’unico centro commerciale che ho visto fallire, aveva un supermercato carrefour…

  4. Avatar giovanni ha detto:

    All’esselunga, le ostriche francesi, freschissime, vengono via a molto meno ……

    1. Avatar MAurizio ha detto:

      Anche da Carre, dipende dalle promozioni. Si trovano pure a 5-6 euro al kg

    2. Avatar giovanni ha detto:

      Anche se quelle in foto sembrano delle ostriche belon, il che giustificherebbe il prezzo piu alto ….

  5. Avatar Nome ha detto:

    Non mi riferivo al prezzo, un pò altino anche per huitres plates similbelon, ma alle diciture vaghe, che in Francia non sarebbero ammesse. Che vuol dire: provenienza Francia? In Francia abbiamo sia l’ oceano che il mar mediterraneo.
    E, nel Mediterraneo ci sono i centri ostreicoli di Collioure, o di Leucate (ottimi prodotti nei mesi freddi) ma c’è anche Bouzigues, i cui “frutti di stagno” sono riservati agli amanti della roulette russa. Alla faccia della tracciabilità

  6. Avatar Annautca ha detto:

    Puro marketing.
    Carrefour è la grande catena che qualche anno fa ha acquisito GS: io di solito andavo in alcuni punti vendita in Lombardia e in Piemonte. Erano supermercati che offrivano una qualità altissima di prodotti, dal fresco, ai formaggi allo scatolame, con dei prezzi leggermente più alti della media, in verità, ma alla fine ben spesi. Arrivato Carrefour, ho visto un peggioramento in picchiata della qualità (soprattutto nei prodotti a marchio Carrefour), punti vendita che frequentavo, quasi deserti, prezzi oltremodo cari, ricambio dei fornitori.
    Chiaramente la mia è una piccolissima esperienza.
    Per quanto mi riguarda, mi piacciono le catene dove c’è un minimo di coerenza: che mi facciano un supermercato gastronomico a fronte di una serie di supermercati mediocri, mi lascia un po’ perplessa e, non mi sembra neppure una politica commerciale molto furba, ma non sono un genio del marketing.
    Faccio notare la presenza dei cartelli “narrativi” pieni di svolazzi: segnalano il prodotto e sembrano raccontare una storia, ormai sono dappertutto e sono l’ennesimo specchietto per allodole. Li trovo un po’ irritanti, ma fanno tanto experience… Apprezzo molto di più un buon personale, ben formato, che ti aiuti a scegliere e ti sappia dire quali sono le caratteristiche di un prodotto…

    1. quindi stando a Conad dovresti andare da loro, ho letto una pagina di “pubbliquasiredazionale”oggi su un quotidiano di qualche settimana fa che quasi mi ha commosso, persone oltre le cose o qualcosa del genere

  7. Avatar Carola ha detto:

    Frequento il Carrefour Market di pza Gramsci a Milano e devo dire una sola cosa: non sopporto il buio e tutto quel marrone scuro.
    Trovo però prodotti e vini interessanti e quindi di tanto in tanto ci vado.