di Lucia Gaiotto 9 Ottobre 2015
Croissant

“Ci prendiamo un caffè al bar?” La risposta è sì, chiaro. Il problema, piuttosto, è in quale bar. Sono in tanti a cercare risposte e le classifiche abbondano (comprese le nostre: Milano e Roma, le migliori colazioni d’Italia tipo per tipo) . Intramontabile quella che il Gambero Rosso stila ogni anno nella sua Guida Bar d’Italia e che proprio oggi svela i protagonisti del 2016.

Come orientarsi nella selva dei quasi 150 mila esercizi aperti in tutta Italia? Come andare a colpo sicuro malgrado le nostre perversioni in fatto di caffè? (Tazza fredda, caffè caldo. Tazza calda, caffè tiepido. Latte caldo, caffè freddo, tazza temperatura ambiente. Macchiato caldo o freddo, macchiato tiepido, schiumato, a pois, in verticale, con solo una goccia di latte di capra vergine).

La guida del Gambero Rosso sintetizza il giudizio generale sul locale con le Tazzine (da una a tre) e valuta la qualità del caffè (il cuore pulsante di ogni bar) con i Chicchi, anche questi da uno a tre.

I locali migliori raggiungono il massimo in entrambe le categorie e, dopo dieci anni, chicchi e tazzine si trasformano in una stella. A loro volta, i vincitori sono suddivisi tra i finalisti del “Premio Bar dell’Anno”, “Caffè storici” e “Bar dei grandi alberghi”.

Da segnalare il premio alla formula aperitivo più originale, vinto per il 2016 da “Il Pasticciottino” di Gallipoli.

Pasqualina, almenno san bartolomeo

torta di carote, pasqualina

pasqualina

cioccolato in tazza

Quest’anno, oltre a vecchie glorie come “Baratti e Milano” da Torino o “Di Pasquale” direttamente da Ragusa, tra le star troviamo le new entry “Staccoli Caffè” di Cattolica (RN), “Dolce Salato” di Pianoro, in provincia di Bologna, e “Viennoiserie Gian” di Castiglione delle Stiviere, i primi due selezionati per la prima volta dai lettori.

Lombardo il “Premio Bar dell’Anno” che è andato a “La Pasqualina” di Almenno San Bartolomeo, in provincia di Bergamo.

E la Lombardia resta in testa a tutte le regioni con 8 premiati (La Pasqualina – Almenno San Bartolomeo [BG], Sirani – Bagnolo Mella [BS], Bedussi – Brescia, Colzani – Cassago Brianza [LC], Viennoiserie Gian – Castiglione delle Stiviere (MN), Pavé – Milano, Morlacchi – Zanica [BG]), seguita a ruota da Piemonte e Veneto con 6 bar a testa per un podio tutto dal sapore padano.

Cioccolato

Gelato

La Pasqualina

Con 5 bar premiati per ogni regione non si fanno lasciare indietro Siciia e Emilia Romagna (Staccoli Caffè – Cattolica (RN), Bar Roma – Novellara [RE], Dolce Salato – Pianoro (BO), Lievita – Riccione [RN], Nuova Pasticceria Lady – San Secondo Parmense [PR]) rincorsi da Friuli (3), Liguria, Toscana e Lazio (2). Un bar sul podio di Abruzzo, Marche e Puglia.

Qui la classifica, per intero.

Ma voi, che ne pensate? Quali sarebbero i vostri bar d’Italia se foste alla guida del Gambero Rosso?

[Crediti | Link: Dissapore, Gambero Rosso]

commenti (4)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Mcop ha detto:

    La classifica bar del Gambero è semplicemente ridicola. Per apparire in quella graduatoria più che far buoni dolci occorre avere un grande architetto d’interni.

  2. Avatar fontici ha detto:

    almeno la foto di una macchina da caffe’ o di una tazza di caffe’
    dato che si parla di bar

    1. Lucia Lucia ha detto:

      Dai che c’è il cornetto, il caffè alla prossima classifica.