di Laura Cantarelli 3 Aprile 2014
Ricevuta fiscale I Tigli

Ciao Italia, siete caldi? Anch’io. La citazione di Madonna a Torino nel 1987 serve a capire la voglia che avete di tornare su un super classico delle nostre discussioni: i prezzi e i ricarichi al ristorante. Più precisamente i prezzi e i ricarichi da ristorante applicati alla pizza. Tutto nasce, come sempre in questi tempi socialmediacentrici, da un profilo Facebook. Quello di Simone Padoan, il pizzaiolo che nel suo locale, I Tigli di San Bonifacio, ha dato un senso alla definizione di pizza gourmet.

Troverete la descrizione banale, capisco. Ma in che altro modo raccontare il coraggioso sconosciuto che una decennio fa, anno più anno meno, ha iniziato a mettere sulle sue pizze (beh, diversamente pizze, delle simil-focacce perfettamente lievitate) petto di piccione, salsa al miele e agrumi, o anguilla laccata alla soia, zucca, agretti, daikon e lamponi?

E per di più dalle parti di Verona, all’epoca non esattamente una seconda Napoli.

Il senso di Simone Padoan per la pizza include anche la revisione del prezzo (vi avevamo messo in guardia). I 30 euro, per dire, si raggiungono facilmente. Ad esempio con la pizza Burrata e crudo… di Gambero Rosso.

Simone PadoanPizza burrata e gambero rosso, i tigli

Ha scritto Padoan su Facebook:

“Un cliente ieri sera ha detto che la nostra pizza con il gambero ha un prezzo esagerato. Questo è il prezzo che li abbiamo pagati stamattina!!! Non tutto ciò che costa è buono, ma tutto ciò che è buono costa un po’ di più. Io continuo per questa strada…”

Per documentare il prezzo dei gamberi ha caricato la foto della ricevuta fiscale, la vedete lì sopra: 13,85 euro il peso della fornitura, costo al chilo dei gamberi 38 euro.

Ora, che qualcuno con il prezzo della pizza si fosse fatto prendere la mano lo avevamo già fatto notare. Da 3 a 33 euro: qual è il prezzo giusto della pizza in Italia?, ci siamo chiesti. Tra commenti e condivisioni sui social network fu un tripudio di entusiastica approvazione.

Le cose però non sembrano cambiate.

Per cui ve lo domandiamo di nuovo: chiedere tanto per una pizza è immorale? O parlare di morale per il modo in cui spendiamo liberamente i nostri soldi è ridicolo? E qual è il giusto rapporto qualità prezzo? Se i gamberi per farcire un pizza costano 14 euro al chilo, è scandaloso pagare un’ottima pizza 30 euro?

[Crediti | Link: Dissapore, Facebook, immagine: Facebook]