di Manuela 20 Aprile 2021
caffè borbone

Ci sono voci di corridoio che ipotizzano che Caffè Borbone verrà acquistato da Pepsi. Più precisamente, è stata Milano Finanza a rilanciare questa illazione che è poi rimbalzata sul web: pare che PepsiCo possa essere interessata al noto marchio italiano.

Sempre secondo queste indiscrezioni, Pepsi sarebbe stata colpita favorevolmente dall’andamento economico in crescita della celebre torrefazione campana. Ricordiamo che al momento Caffè Borbone è per il 60% in mano all’Italmobiliare della Famiglia Pesenti (questa acquisizione risale al 2018 ormai), mentre il rimanente 40% è ancora a disposizione di Massimo Renda, lo storico fondatore del brand.

All’epoca, quando Italmobiliare aveva acquisito la maggioranza dell’azienda, ecco che immagine e fatturato erano cresciuti nettamente. Nel corso del solo primo semestre del 2020, il fatturato si è attestato sui 104.1 milioni di euro con una crescita del +21,1% rispetto al medesimo periodo del 2019 (e ricavi del +27%). Sempre a proposito di Italmobiliare, ha registrato un +3,8% con picchi massimi rispetto a settembre.

Nel frattempo Pepsi ha anche trovato il tempo di lanciare la Rockstar Energy+ Hemp, una bevanda a base di canapa che per ora vedrà la luce solamente in Germania. Ma non solo: a fine febbraio aveva deciso di dedicarsi a una linea di preparati per cocktail negli Stati Uniti, mentre sempre a febbraio, ma ad inizio mese, ecco che aveva unito le forze con Beyond Meat per creare snack e bevande vegetali.

Ora non rimane che attendere e vedere se quanto riportato da Milano Finanza si avvererà: davvero Caffè Borbone potrebbe entrare a far parte di un colosso come PepsiCo? E se fosse vero, quali cambiamenti comporterebbe per l’azienda italiana?