di Manuela 18 Marzo 2020
Fratelli Carli

Fratelli Carli ha deciso di donare 100mila euro all’Asl di Imperia per contrastare l’emergenza Coronavirus. L’azienda non è certo la prima a fare un gesto simile: Ferrero, Lavazza e anche Nonno Nanni, solo per citarne alcune, hanno effettuato delle donazioni a vari enti e associazioni che si stanno occupando di fronteggiare l’epidemia.

In particolare, Fratelli Carli ha scelto di donare 100mila euro all’Asl 1 di Imperia in modo da dare un aiuto concreto sia al sistema sanitario locale che agli operatori, strenuamente impegnati giorno e notte nel tentativo di arginare la diffusione del Coronavirus.

La donazione è frutto della volontà della famiglia Carli di condividere in questo modo, insieme a dipendenti e collaboratori, un profondo ringraziamento a tutti gli operatori sanitari e alle strutture ospedaliere che sono impegnate in questo momento in questa missione attraverso il loro servizio.

Un gesto simile da parte della storica azienda olearia ligure, attiva sin dal 1911, non stupisce nessuno. Attiva anche nel settore della consegna a domicilio e della vendita per corrispondenza sia in Italia che all’estero, già nel 2014 venne riconosciuta come Benefit Corporation, cioè un’azienda che aveva un impatto positivo su ambiente e risorse umane. L’impegno concreto nei confronti del Coronavirus è ulteriore dimostrazione dell’impegno dell’azienda in questi settori.