di Manuela 14 Dicembre 2020
pizzaut

Andiamo al PizzAut di Milano: qui è stato fatto un bel gesto di solidarietà. Un uomo ha pagato 2 pizze 10mila dollari per sostenere il progetto di inclusione per ragazzi con autismo. Immaginate la sorpresa di tutti quando è arrivato quel pagamento tramite bonifico!

Anche la pizzeria di Cassina de’Pecchi, facente parte del progetto di inclusione sociale volto a dare un lavoro ai ragazzi affetti da autismo, ha sofferto a causa della pandemia da Coronavirus. Se ricordate a luglio, non potendo aprire (l’inaugurazione è prevista per febbraio 2021, salvo pandemia), la pizzeria aveva deciso di diventare itinerante, arrivando poi fino anche a Montecitorio dove aveva dedicato una pizza Dpcm a Giuseppe Conte (il quale l’aveva mangiata prendendo il tutto con ironia).

Ebbene, sabato a pranzo Mauro, un manager di un’azienda americana che ha sede a Pessano con Borgano, si è fermato a mangiare al food truck di PizzAut e ha ordinato due pizze. Al momento di pagare, l’uomo ha effettuato un bonifico di 10mila dollari come donazione per questo laboratorio.

Nico Acampora, presidente e fondatore del gruppo, ha poi ringraziato pubblicamente il manager tramite un post con video su Facebook. Qui si vedono i due uomini brindare insieme. Acampora ha poi spiegato che Mauro e Martina sono venduti a mangiare una pizza e hanno deciso di pagarle 10mila dollari. Il fondatore brinda alle aziende che scelgono di investire nelle persone, nel sociale e che credono in PizzAut e nei suoi ragazzi.