di Manuela 9 Giugno 2021
starbucks

Vi ricordate di quando l’anno scorso Starbucks aveva lanciato le tazze personali riutilizzabili? Ecco, il tempismo era stato pessimo a causa della pandemia da Coronavirus in pieno corso. Ma adesso, dopo ben 15 mesi di Covid-19 e misure restrittive, ecco che Starbucks permetterà nuovamente l’uso di queste tazze.

Starbucks, infatti, ha appena annunciato che dal 22 giugno i locali negli Stati Uniti reintrodurranno in sicurezza le tazze personali riutilizzabili. Una nota del colosso ha spiegato che questa mossa è una parte fondamentale dell’impegno costante di Starbucks per cercare di ridurre lo spreco di bicchieri monouso. L’obiettivo è quello di ridurre gli sprechi del 50% entro il 2030.

Tuttavia, il ritorno di queste tazze, prevede alcuni cambiamenti. E questo proprio a causa della pandemia da Coronavirus. Per esempio, all’inizio le tazze riutilizzabili non saranno accettate al drive-thru (a proposito di drive-thru: da McDonald’s gli umani saranno sostituiti dai robot visto che non si trova personale).

Inoltre all’interno dei negozi, verranno accettate solamente tazze pulite e i dipendenti non potranno pulirle o lavarle per i clienti. Nel frattempo, si sta valutando come poter procedere con il drive-thru.

Ricordiamo anche che dal 17 maggio i clienti totalmente vaccinati con entrambe le dosi (là dove previsto), potranno scegliere se indossare o meno le mascherine dentro i locali (ma tutto dipende dalle norme locali o statali).

[Crediti | UsaToday]