di Nunzia Clemente 27 Ottobre 2020
Pizzeria Francesco&Salvatore Salvo

Il nuovo DPCM, il più odiato di sempre, è realtà anche in Campania: si può effettuare servizio ai tavoli fino alle 18.00 e, sempre che Vincenzo De Luca non mi contraddica, la pizza a pranzo a Napoli è una tradizione consolidata da tempo. Direte voi che non sarà mai come godersi una pizzata serale in compagnia, ma comprendete che ora come ora è più realistico far sopravvivere le pizzerie e accontentarsi, si fa per dire, delle migliori sulla piazza in orario diurno.

A pranzo, la pizza a Napoli ritrova quella che potremmo chiamare una convivialità popolana, fatta di proposte basic ed in prossimità dei luoghi di lavoro o di studio: moltissime pizzerie del Centro Storico – ma non solo – fino a qualche anno fa erano addirittura chiuse di domenica, perché non c’era il flusso di studenti e lavoratori tipico della settimana. La situazione è sensibilmente cambiata con gli anni, le pizzerie si sono adeguate (e moltiplicate!) ai flussi ed alle abitudini, con pranzi prolungati fin oltre le 15.00.

Insomma che di pizze a pranzo, a Napoli se ne trovano in grande quantità, per quasi tutti i gusti e decisamente per tutte le tasche.

Piccolo brainstorming. Per quanto il presidente della Regione abbia vietato del tutto l’asporto, salvo poi aprire un paracadute d’emergenza e correggere la sua propria ordinanza giustificandosi con un “mero errore materiale”, la situazione normativa campana attualmente pare (quasi) in linea con quella nazionale: il servizio al tavolo è permesso fino alle 18.00; l’asporto (cioè il ritiro in loco) è permesso fino alle 22.30; le operazioni di delivery (cioè di consegna a domicilio) fino alle 23.00. Poi scatta il coprifuoco.

Non ci resta che consigliarvi, quindi, 10 pizzerie di Napoli aperte a pranzo che non potete lasciarvi scappare, che siate tra quelli che escono per andare a lavoro nonostante tutto o vogliate prendere una pausa dall’ufficio che avete improvvisato in casa.

Pizzeria del Popolo

Pizzeria del Popolo a Napoli

Piazza Mercato, 44, Napoli

Proprio qualche giorno fa abbiamo provato la pizza di Gianni Breglia, che si conferma un avamposto sicuro sia in entrata che in uscita dalla città. Da provare il ripieno al forno, la Margherita, la Pizza del Popolo (con ciccioli, ricotta e pepe). Ma anche pranzare con una frittatina di pasta (perfetta e cremosa) ed una pizza a portafoglio vi renderà sicuramente questo periodo meno triste senza intaccare troppo le tasche.

Pizzeria Ciro Pellone alla Loggetta

Pizzeria Ciro Pellone alla Loggetta

Via Mario Gigante 94, Napoli

Sincera pizza di quartiere alla Loggetta, poco distante dall’uscita della tangenziale Fuorigrotta. A conduzione familiare, tra banco e forno troverete Papà Ciro ed i figli Marco ed Antonio, in cucina la zia a fare la pizza fritta. Il motore della pizzeria – data ovviamente la collocazione – era ed è la clientela di prossimità, ma anche quella delle partite di calcio per la vicinanza allo Stadio San Paolo. Non lasciatevi intimorire e per pranzo, se siete soliti passare per lavoro o altro qui, una Margherita o una Cosacca valgono ben una fermata. Dalle 18, si ferma ovviamente il servizio ai tavoli ma continua asporto e domicilio.

50Kalò

50Kalò

Piazza Sannazzaro 201/c, Napoli

La pizzeria di Ciro Salvo continua come sempre il suo servizio a pranzo: bella e molto sincera nel piatto, l’impasto è il migliore che potete trovare in città, il massimo dell’espressività per una pizza napoletana (e non è mica poco). Un pranzo con pizza e patate oppure una Diavola di Castelpoto, o ancora una Marinara 50kalò vi rimetteranno al mondo. La selezione dei vini è tra le più complete in città.

Pizzeria Francesco&Salvatore Salvo

Pizzeria Francesco&Salvatore Salvo

Riviera di Chiaia 271, Napoli

Altri Salvo, altro giro: Salvatore e Francesco hanno inaugurato da poco più di un anno la sede a Riviera di Chiaia, in uno splendido palazzo storico che fa molto atmosfera. Da qualche mese, poi, il menu è stato totalmente rivoluzionato rispetto alla storica sede di San Giorgio a Cremano. Qui troverete una interessante carta delle Margherite: la pizza storica viene modificata e declinata con latticino e pomodoro differente, valorizzando le diversità campane ed italiane. Intrigante anche la sezione delle pizze con ingredienti di mare.

1947 Pizza Fritta

1947 Pizza Fritta

Via Pietro Colletta, Napoli

Vincenzo Durante è il mattatore par excellence della pizza fritta in quel di Forcella, ma non solo. Tra cuoppi di fritturine e pizza, da Via Pietro Colletta si è fatto ben conoscere dagli estimatori dell’olio. Le farciture delle sue pizze fritte vanno dalla classica scarola, provola, alici e pepe fino alle creazioni con pomodorini del piennolo, peperoncino, ricotta salata disidratata e peperoncino. Il servizio ai tavoli è continuo, dalle 11.30 alle 18.00, fino alle 22.30 delivery ed asporto.

10 Diego Vitagliano Pizzeria – Bagnoli

10 Diego Vitagliano Pizzeria - Bagnoli

Via Nuova Agnano 1, Napoli

Diego Vitagliano ci è sempre piaciuto: negli ultimi anni, la sua vena imprenditoriale è fiorita dando vita a diversi progetti di pizza. Attualmente, la bella pizzeria di Pozzuoli è ferma, mentre l’attività continua ancora nel frequentato e movimentato quartiere di Bagnoli. Servizio discreto e veloce, ideale per una pausa pranzo non impegnativa ma in un locale bello, funzionale e molto pulito. Molto saporita la Capricciosa, che porta bene la sua aria demodé ed anni Novanta con una selezione di ingredienti di prima qualità ed un impasto fluffy.

Pizzeria Concettina ai Tre Santi

Pizzeria Concettina ai Tre Santi

Via Arena alla Sanità 7bis, Napoli

Una buona occasione per provare le novità di Ciro Oliva. Il vulcanico ragazzo della Sanità, oggi ventottenne, di strada ne ha fatta: potete accomodarvi e mangiare una semplice Margherita oppure “concedervi” un pranzo di lusso con il menu degustazione. Gli antipasti, i fritti e le pizze ricalcano la tradizione culinaria napoletana, trasportandola su un disco di pasta senza particolari guizzi. Qui alla Sanità sono attrezzati anche per il solo asporto e domicilio, cui hanno dedicato una bottega ed un forno riservati accanto alla sala: la vita continua anche dopo le 18, insomma.

Pizzeria Carmnella

Pizzeria Carmnella

Via Cristoforo Marino 22, Napoli

La pizza di Vincenzo Esposito è da sempre disponibile anche a pranzo, anche forte del posizionamento in una zona strategica: siamo alle Case Nuove, praticamente a ridosso della Stazione Centrale di Napoli e dell’uscita autostradale. “Consolatevi” con un ripieno Munaciello oppure con la bella selezione di pizze con differenti tipi di pomodoro, vezzo di Vincenzo Esposito, anzi: possiamo anche chiamarla una mania.

La Figlia del Presidente

la figlia del presidente

Via del Grande Archivio, Napoli

La più mediatica dei figli di Ernesto Cacialli, con la sua pizzeria, è da sempre aperta a pranzo. Notevole la Margherita su impasto classico napoletano, ma degna di devozione è la pizza fritta: croccante, ripiena il giusto di ricotta, ciccioli e pepe, per la pausa pranzo di sostanza e non deludente.

Lombardi 1892

Lombardi 1892

Via Foria 12/14, Napoli

Una delle pizzerie più antiche della città di Napoli continua con il servizio a pranzo fino alle 16.00 e si adegua ai nuovi orari offrendo asporto e delivery fino alle 22.30 e delivery fino alle 23.00. Le pizze sono quelle intramontabili della tradizione, tra i quali un buon ripieno al forno oppure la Marinara. Notevole anche la proposta di trattoria.