di Prisca Sacchetti 19 Agosto 2011

PRIMA VERSIONE. Ristorante Rocca Beach, chiosco in spiaggia del prestigioso resort La Rocca, Baja Sardinia, Sardegna, pranzo del 15 agosto. Ci sono due magnati russi della chimica, un amico e le loro famiglie, 15 persone in tutto bambini compresi. Da bere chiedono tre bottiglie di vino, due sono di Capichera Santigaini (annata?). Poi ordinano tre insalate di pomodori e cipolle oltre a un vassoio adocchiato all’ingresso del locale pieno di scampi e gamberi, serviti senza dirne il peso. Durante il pranzo arrivano in tavola una serie di piatti non richiesti: pennette ai 4 formaggi, 4 minestroni, spaghetti alla carbonara. Perfino della marmellata. Conto finale: 2.123 euro (400 verranno poi abbonati). Nel dettaglio: 260 euro per le due bottiglie di Capichera Santigaini, 1.274 per il vassoio di gamberi, 60 per 4 minestroni.

OPPURE

SECONDA VERSIONE. Ristorante Rocca Beach, chiosco in spiaggia del prestigioso resort La Rocca, Baja Sardinia, Sardegna, pranzo del 15 agosto. Ci sono due magnati russi della chimica, un amico e le loro famiglie, 15 persone in tutto bambini compresi. Da bere chiedono tre bottiglie di vino, due sono di Capichera Santigaini. Poi ordinano 3 insalate di pomodori e cipolle, 12 chili di scampi e gamberi (costo al ristoratore 130 euro al chilo), pennette ai 4 formaggi, 4 minestroni, spaghetti alla carbonara. Perfino della marmellata. Conto finale: 2.123 euro (400 verranno poi abbonati). Nel dettaglio: 260 euro per due bottiglie di Capichera Santigaini, 1274 per il vassoio di gamberi, 60 per 4 minestroni.

NOTA. Secondo i clienti, che dopo un’intossicazione alimentare hanno sporto denuncia all’Unione consumatori di Olbia, gamberi e scampi non erano freschi, motivo per cui non volevano pagare il conto. Secondo il titolare del ristorante sulla spiaggia, Domenico Tali, gamberi e scampi erano freschi, comprati quella mattina stessa come da regolare fattura. Così, dopo aver accordato uno sconto di 400 euro, ha fatto intervenire la polizia di Porto Cervo, chiedendo ai magnati russi di non farsi più vedere.

PRECEDENTI, 2 su 4 in Sardegna. Giugno 2009: due turisti giapponesi si rivolgono alla polizia dopo aver pagato 695 euro per un “pasto completo più vino e acqua” al Passetto di Roma. Luglio 2009: una coppia paga 954 euro per cenare a La Malmaison, ristorante di Milano (due bourguignonne 380 euro). Agosto 2009: Lui, lei, la figlioletta e la tata spendono 850 euro per una cenetta a base di pesce a La Scogliera, Porto Massimo, Isola della Maddalena, Sardegna. Luglio 2010: una turista francese si rivolge alla Guardia di Finanza per il conto pagato al bar Il Portico di Porto Cervo in Sardegna: 60 euro per due palline di gelato e una Coca Cola. Con l’obiettivo di tutelare turisti e italiani, Dissapore appronta una Guida (anti-truffa) ai ristoranti d’Italia. Anche in inglese.

MA TORNANDO AL FATTO DEL GIORNO. In quanto persone di mondo, accordateci 2 minuti del vostro prezioso tempo vacanziero per ricostruire il giusto prezzo del pranzo al Rocca Beach. Ammesso e non concesso che la versione del ristoratore, la seconda, sia quella buona, proviamo a ricapitolare: 12 chili di scampi e gamberi freschi, 3 insalate di pomodori e cipolle, pennette ai 4 formaggi, 4 minestroni, spaghetti alla carbonara. La marmellata gratis, suvvia. Da bere tre bottiglie di vino, due di Capichera Santigaini. Coperto, servizio, Ferragosto. Forza, allora, quanto fa?

[Crediti | Link: Resort La Rocca, Santigaini, La Nuova Sardegna, Dissapore, immagini: La Rocca Resort]