di Sara Porro 16 Giugno 2011

Dissapore racconta in diretta La notte degli chef di Canale 5. La pagina NON si aggiorna in automatico, fate spesso refresh.

Ore 17:00 | “Sara, ciao sono Massimo. Cosa fai stasera?” Io, con voce trillante: “Guarda, non avevo nessun programma in effetti! Sei per caso a Milano? Usciamo a ce…” “Ah, no. Volevo chiederti di fare un liveblogging della trasmissione  di Signorini, la notte degli Chef, su Canale 5.” “Err” “Del resto se non hai impegni…” “Ma Signorini è quello che ha intervistato Ruby Rubacuori a Kalispera e aveva anche un po’ l’occhio lucido di fronte al caso umano?” “Lui” “E adesso fa un programma sulla cucina?” “A quanto pare.” “Sono un po’ turbata francamente. Ho un’ultima domanda” “Sentiamo”. “Aldo Grasso spiega che Alfonso Signorini ha un’audience fatta di donne abbastanza giovani e con un’istruzione medio-bassa. Per questo l’hai chiesto a me?” “…” “In questo caso, volevo dirti che non sono più giovane”.

Ore 20:41 | A fare da traino alla Notte degli Chef c’è il tragico Paperissima Sprint, i cui filmati non datano mai più tardi del 1992. Ragazzi, vi sto offrendo un argomento nel caso gli ascolti del programma nuovo fossero un disastro.

Ore 21:10 | Nota autobiografica. Sono un po’ eccitata perché è il mio primo liveblogging. E la trasmissione è in ritardo di almeno un minuto.

Ore 21:19 | Presentazione dei 9 chef professionisti. Ad ognuno è associato un soprannome: tra gli altri “la schiacciasassi”, “o’ quaglione”, “la pasionaria”. Autori di Canale 5, seppur estivi, shame on you.

Ore 21:23 | Per la Brigata Arancione, Davide Oldani. Per la Brigata Verde, Gennaro Esposito della Torre del Saracino. Per la Brigata Granata, Fulvio Pierangelini – ecco dov’era finito. Il primo aiutante in campo ad entrare è Rino Gattuso, che si presta a un faticosissimo siparietto sul compito dei mariti, lavare i piatti. Timide risate tra il pubblico, mentre da questo lato del pc, mi dedico al facepalm. Fulvio Pierangelini è assistito da Emanuele Filiberto di Savoia, a cui Signorini chiede: “hai mai aperto una cozza?” Lui ammicca in camera e dice “Eeeeh, tante”. Da Davide Oldani, che con il suo taglio a scodella non merita la sua fulgida bellezza arancione, arriva Elisabetta Canalis.

Ore 21:32 | In giuria Alessandro Borghese, Camilla Baresani e Davide Rampello, Direttore della Triennale di Milano. Ve li cito nell’ordine in cui sono stati presentati, che casualmente corrisponde a una classifica dal più plausibile al meno plausibile in questo contesto.

Ore 21:36 | La musica incalzante dovrebbe contribuire a creare un clima un po’ alla Hell’s Kitchen di Gordon Ramsay. Invece la Prova del Cuoco è qui, manca solo l’opima Antonella Clerici.

Ore 21:41 | Chiedono alla concorrente di Gennaro Esposito se sia vero che c’è del maschilismo in cucina. Signorini non leggerà Dissapore, altrimenti saprebbe che ne pensa Davide Oldani.

Ore 21:44 | Io sono sempre stata pro-Clerici, ma se si riprendono Signorini mi accontento della Isoardi.

Ore 21:48 | Davide Rampello e un Alessandro Borghese vagamente Morganeggiante dicono che vorrebbero più serietà tra i cuochi, colpevoli di avere un atteggiamento troppo ludico. Questo loro commento appare un po’  forzato nel contesto di abbruttimento generale, che non risparmia nemmeno la scenografia. Solo Camilla Baresani mi appare come sempre aggraziata, ma io ho un penchant pazzesco per lei.

Ore 21:49 | La trasmissione è iniziata già da 30 minuti quando viene usata per la prima volta l’espressione “ne vedremo di cotte e di crude”.

Ore 21:55 | Signorini è andato alla scuola della Clerici e saggiamente lecca il cucchiaio di legno usato per il sugo. Poi dice “uuuhm”. Andava bene, Signorini, solo ricordati di guardare in camera per un quid di erotismo in più.

 

Ore 21:58 | LA SORELLA DI BELEN RAGAZZI.

Ore 21:59 | Scusate, mi sono riavuta. La sorella di Belen, che dovrebbe fare la cameriera, indossa un’uniforme da french maid che viene dritta dritta da un negozio fetish. è latex quello?

Ore 22:01 | Alessandro Borghese (l’assidua e geniale commentatrice di Dissapore Quella Sporca Cozzina me lo ha appena definito “‘Alessandro Borghese piccolo piccolo”) dice che dovrebbe essere eliminato Giordano. La Baresani dice Emanuele. Rampello pare leggere dagli appunti e con estrema flemma annuncia che il peggiore è Emanuele, della brigata di Oldani. Emanuele vuole piangere. Signorini dice “Io voglio bene a questi ragazzi, sapete”.

Ore 22:07 | C’è tempo per l’approfondimento sulla storia personale di Emanuele, salvato dalla strada ad opera della padella. Certo, noi che abbiamo letto Kitchen Confidential sappiamo che, per quanto gli chef siano diventati uber cool di questi tempi, la cucina da sempre attrae fringe elements, ovvero gente un po’ borderline.

Ore 22:13 | Nuovo set di 3 concorrenti. Non so voi, ma io sono già estenuata.

Ore 22:16 | Mi riprendo brevemente quando Davide Oldani dice ai suoi inermi cuochini in una clip “Non voglio che siate voi a rovinare la mia immagine”. Rido forte. Ride forte anche la giuria. Sento che io e Camilla ci siamo un po’ riavvicinate.

Ore 22:18 | Ma perchè Pierangelini porta il pullover morbidamente allacciato sul davanti anche in cucina?

Ore 22:22 | Emanuele Filiberto ha appena imboccato Signorini con dei pomodori. Ora Pierangelini ha detto che lui ama accarezzare le zucche, e Signorini ha ribattuto chiedendo se gli piaccia anche accarezzare le patate. Era il momento di approfondire, magari, e chiarire una volta per tutte cosa abbia portato alla rottura del matrimonio che ci ha privato di uno dei più grandi ristoranti d’Italia.

Ore 22:29 | Camilla Baresani ricorda la stroncatura della cotoletta del Gold di Dolce&Gabbana sul Sole 24 Ore che costò al giornale le decine di migliaia di euro di pubblicità che riceveva. Il nome dei due stilisti non viene citato. PAVIDI. Qui su Dissapore sì che che si fa il giornalismo.

Ore 22:30 | (Ho davvero già finito un’altra Carlsberg da 66?)

Ore 22:40 | Il cuochino di Oldani ha passato il tempo a brutalizzare Elisabetta Canalis. Probabilmente pensando fosse la sua grande occasione ha scelto, per il suo goffo corteggiamento, la tecnica detta “delle elementari”, ovvero “sono pazzo di te e per questo ti prendo a colpi di astuccio”.

Ore 22:44 | Secondo round di giudizi. Musica in crescendo. Volti tesi. La Baresani, che incidentalmente porta bellissimi orecchini, boccia Francesco, della brigata di Esposito. Rampello, insostenibilmente verboso, dà il pollice verso a Antonino. Borghese decide per tutti e manda “sulla graticola” (sic!) Antonino. E il secondo concorrente di Oldani bites the dust.

Ore 22:53 | Di nuovo momento mestizia. Il padre di Antonino lo portò a lavorare in una cava di marmo. Ho come il sospetto che questa parte della sceneggiatura sia liberamente ispirata al racconto di Verga Rosso Malpelo.

Ore 23:03 | Il ritmo della trasmissione è ormai di lentezza a malapena sostenibile. Certo, io sono pesantemente sedata dalla birra tiepida che continuo a bere. Ed è il terzo round!

Ore 23:05 | Il terzo round della trasmissione, dico. Non della birra.

Ore 23:09 | Mi piace tantissimo la clip di Gennaro Esposito in cui dice al cuochino “Pulisci la tua postazione”. Mi ricorda Bourdain quando dice che a una postazione pulita corrisponde una mente ordinata.

Ore 23:12 | Momento di ammiccamento omoerotico del trio Pierangelini – Emanuele Filiberto – Alfonso Signorini.

Ore 23:15 | Lo dirò per l’ultima volta: IMBOCCARSI A VICENDA DI SALSE CIOCCOLATOSE E’ COPYRIGHT ESCLUSIVO DELLA CLERICI E VOI NON SIETE DEGNI DI LEI.

Ore 23:17 | Ultimo round di eliminazioni. Rampello boccia Tommaso, team Pierangelini. Borghese eliminerebbe Giorgio, di Esposito. A quanto pare a questo giro nessuno si è accanito sul dessert al pomodoro di Oldani. La Baresani è deliziosa, nel senso di deliziosamente poco televisiva, ed è Tommaso a cadere. Ora, Tommaso, raccontaci il tuo dramma personale.

Ore 23:22 | Il dramma umano di Tommaso è essere stato in Indonesia. Francamente non riesco a essere solidale.

Ore 23:28 | Momento dello sfidone finale. Un ingrediente a caso, un piatto da improvvisare sul momento.

Ore 23:31 | La cosa carina è che effettivamente gli ingredienti non c’entrano nulla gli uni con gli altri. Avrei aggiunto della pasta dentrifricia per creare ulteriore scompiglio. Antonino creerà per noi, avidi telespettatori, delle tagliatelle, spatola e salsa aiò – da qualche parte dovrà collocare delle albicocche. Emanuele farà una Carbonara con spaghetti di riso alla lingua (eeeeew). Tommaso farà un’insalatina con arancia, salsiccia e pane croccante.

Ore 23:40 | Questa trasmissione è lunga come il Festival di Sanremo.

Ore 23:43 | Signorini ha detto la fatale frase “…e guardi che io di salsiccia me ne intendo”. Sono francamente irritata da questa scopiazzatura del modello Clerici.

Ore 23:46 | Eccoci qui, la giuria assaggia i piatti degli chef fatti, come direbbe Ferretti, a ca**o di cane. La decisione della giuria prevederà un unico sopravvissuto, e questa volta sarà collegiale.

Ore 23:55 | Eccolo qui, il verdetto della giuria: il vincitore del repêchage è Tommaso.

Ore 23:57 | Insomma trombati 2 su 3 dei cadetti del D’O. Però almeno hanno passato la serata con l’abbacinante Elisabetta Canalis, piuttosto che con Emanuele Filiberto o Rino Gattuso. Mi sembra siano andati in pari, nel complesso.

Ore 23:59 | Alfonso, questo programma è un’agonia. Ti preferisco alla direzione di Chi. A tutti piacciono i cappelli delle signore e i matrimoni della mezza nobiltà.

Ore 00:01 | Avverto desiderio di Citrosodina.