Torta ai fichi freschi: tutti i dolci che vale la pena preparare

Se ci riuscite, accantonate per una volta il vostro dolce preferito e concedetevi la torta spettacolare che vi suggeriamo in questo episodio di “Tutti i dolci che vale la pena preparare”.

Non aspettatevi un dolce light (dolce light non è un ossimoro?), ma il sapore singolare dovuto a una combinazione di fichi freschi e confettura di fichi, aromatizzata con cannella, cardamomo e zenzero, riuscirà a conquistarvi.

[Tutti i dolci che vale la pena preparare: la serie]

[Crostata ai fichi: la ricetta perfetta]

[Come si fanno i Settembrini tipo Mulino Bianco?]

Tutto viene intervallato con una crema al formaggio addolcita con altri fichi freschi e la collaborazione del miele. Per darvi un riferimento: somiglia abbastanza a una torta di carote, però più morbida e dolce.

Potete prepararla due o tre giorni prima di servirla, nell’attesa guadagnerà ancora un po’ di umidità. In questo caso conservatela negli appositi contenitori in plastica o sotto una campana di vetro.

Torta ai fichi freschi con crema di formaggio

Ingredienti:

Per la base:

– 385 gr di farina 00
– 300 gr di zucchero
– 4 uova grandi
– 190 gr di olio extravergine di oliva
– 2 cucchiai di yogurt bianco intero
– 114 gr di fichi freschi triturati
– 1 cucchiaino di cannella in polvere
– mezzo cucchiaino di zenzero grattugiato
– mezzo cucchiaino di cardamomo grattugiato
– ¾ di cucchiaino di bicarbonato di sodio
– mezzo cucchiaino di sale fino
– 225 gr di marmellata di fichi
– 85 gr di noci

Per il frosting e la decorazione:

– 180 gr di burro morbido
– 450 gr di formaggio fresco spalmabile, tipo mascarpone o Philadelphia, ammorbidito
– 450 gr di zucchero a velo non vanigliato
– un pizzico di sale fino
– 60 gr di miele
– 1 cucchiaino estratto naturale di vaniglia
– 5 fichi freschi

Preparazione:

Per la base:

Riscaldate il forno a 165° C., imburrate e infarinate una tortiera da 26 cm di diametro (o due da 22) e rivestite il fondo con carta forno.

In un’ampia ciotola, unite insieme farina, cannella, zenzero, cardamomo, bicarbonato e sale. Usando le fruste elettriche montate insieme in un’altra ciotola le uova con lo zucchero per circa 4 minuti, o comunque fino a che non avrete ottenuto un composto gonfio e spumoso.

Mescolate insieme l’olio e il latticello (o lo yogurt)e posizionate il composto nella ciotola con le uova e lo zucchero. Aiutandovi con una spatola, mettete gli ingredienti secchi nel composto di uova e mescolate fino a quando è amalgamato. Mettete dentro anche i fichi grattugiati, la confettura e le noci.

Mettete nello stampo preparato in precedenza e fate cuocere fino a doratura, dai 65 ai 75 minuti (da 35 a 45 se avete usato due stampi da 22 cm), o comunque fino a doratura. Se la parte superiore diventa troppo scura prima che la torta sia cotta, copritela con un foglio di alluminio.

Una volta cotta, mettete la torta su una gratella, fate intiepidire per 15 minuti circa poi togliete dallo stampo e fate raffreddare del tutto, sempre sulla gratella.

Mentre la torta si raffredda, preparate la crema: con un robot o un frullatore elettrico munito di fruste mescolate il burro, il formaggio e il sale a bassa velocità, fino a quando il composto non è liscio e omogeneo. Unite il miele e l’estratto di vaniglia, poi anche lo zucchero a velo, mescolando per bene.

Per assemblare il dolce, prendete la torta ormai fredda e tagliatela in due parti in senso orizzontale (questo passaggio non andrà fatto se avrete usato due stampi da 22 cm).

Spalmate metà della crema su una parte, mettete l’altro strato di torta e ricoprite con la crema rimanente, facendo uno spesso strato sulla superficie del dolce e lasciando circa due centimetri dal bordo vuoti, senza ricoprirli di crema.

Passate in frigo fino a circa un quarto d’ora prima di servire. Poco prima, guarnite la superficie con i fichi freschi.

Nota: per far sì che la torta rimanga umida e morbida anche nei giorni successivi, bagnate le due metà del dolce con uno sciroppo preparato facendo scaldare due cucchiai di zucchero in un decilitro di acqua e profumando il tutto con un cucchiaino di estratto di vaniglia o altri aromi a piacere.

Ricordate di togliere circa un quarto d’ora la torta del frigo prima di servirla, di modo che riprenda la sua naturale fragranza.

Se non amate troppo le spezie, potete ovviamente tralasciarle.

Anna Silveri

8 settembre 2018

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento

«