di   iFood 24 Settembre 2020
riso al salto

Il riso al salto, nasce come ricetta di recupero, è un modo semplice e goloso per reinventare gli avanzi di risotto, il risotto allo zafferano, primo piatto tipico della cucina meneghina, viene trasformato in un croccante e dorato tortino.

Per preparare questa ricetta, dopo aver cucinato il risotto seguendo la tradizione classica milanese, il riso viene fatto raffreddare e successivamente cotto in una piccola padella da 20 cm di diametro, il risultato di questa seconda cottura è un primo piatto originale e molto goloso da servire in monoporzioni.

Per ottenere un ottimo risotto al salto vi consigliamo di utilizzare il riso Carnaroli, i suoi chicchi infatti contengono molto amido e riescono a tenere maggiormente la cottura, un altro trucco per ottenere un riso al salto perfetto è quello di non utilizzare il risotto appena cucinato, ma lasciarlo raffreddare e riposare per una notte, in questo modo non avrete difficoltà a farlo compattare nella padella.

Il riso al salto nasce ufficialmente grazie al ristorante Savini, uno dei più famosi locali di Milano, presente fin dal 1867 nel cuore di Milano nella Galleria Vittorio Emanuele, lo chef del Savini decide di cucinare in abbondante quantità il risotto alla milanese, già presente in carta e lasciarlo raffreddare, per poterlo servire, come fosse una frittata croccante, ai clienti ritardatari che arrivavano in sala dopo lo spettacolo alla Scala, il successo fu immediato e il riso al salto, prima piatto povero di riciclo, si impone in tutti i locali e in tutte le cucine meneghine come grande piatto della tradizione.

riso al salto ricetta

Durata

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo totale: 50 minuti

Dosi per

4 Persone

Ingredienti

  • 400 g Riso Carnaroli
  • 1 Scalogno
  • 100 ml Vino Bianco secco
  • 4 cucchiai Olio Extravergine D’Oliva
  • 5/6 Pistilli Zafferano
  • 1 l Brodo di carne
  • 50 g Burro
  • 80 g Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 3 g Sale
  • 3 g Pepe Nero

Preparazione

Per preparare la ricetta del riso al salto, sbucciate e tritate lo scalogno e fate bollire il brodo. Mettete in una bacinella i pistilli di zafferano ed aggiungete un mestolo di brodo caldo. Tenete da parte.

Mettete in una padella l’olio ed aggiungete lo scalogno. Fate rosolare leggermente ed aggiungete il riso. Fate tostare il riso mescolando con un cucchiaio e sfumate con del vino bianco secco.

Sfornate la torta salata con speck e funghi aspettate una decina di minuti prima di tagliare a fette.

Fate evaporare il vino ed aggiungete un mestolo di brodo caldo. Continuate la cottura del riso unendo man mano del brodo, e mescolando di tanto in tanto. A cottura quasi ultimata, aggiungete il brodo con i pistilli di zafferano.

Togliete il riso dal fuoco ed aggiungete il burro ed il Parmigiano Reggiano, regolate di sale e di pepe. Mantecate il riso mescolando con un cucchiaio di legno o con una spatola.

Versate il risotto su una teglia e stendetelo con un cucchiaio. Lasciatelo raffreddare per una notte.

riso al salto preparazione

Il giorno seguente, sgranate il risotto con l’aiuto di un cucchiaio. Ungete una padella anti aderente con dell’olio. Dividete il risotto in quattro parti uguali e trasferite la prima porzione nella padella.

Schiacciate bene il risotto con un cucchiaio fino ad ottenere uno strato sottile e compatto. Cuocete il tortino per 4/5 minuti. Giratelo con l’aiuto di un coperchio e fatelo cuocere anche dall’altra parte per altri 4/5 minuti.

Togliete il tortino dalla padella e preparate anche le altre tre porzioni. Servite i tortini ancora caldi.

riso al salto taglio