cuochi

ultimi post

Non avrai altro cuoco al di fuori del Food Emperor

AVVERTENZA: se non tollerate le scurrilità, non aprite i link che trovate in questo post. Se non conoscete il Food Emperor vi siete persi l’ultimo anno e mezzo di cibaglie su YouTube. Svedese-senza-nome-e-senza-volto, nel giro di poco tempo s’è costruito un folto seguito di fan italiani sul web che lo idolatrano. Innamorato della cucina di casa ...

0 commenti

L’inganno è vitale per far funzionare un ristorante

Non vorreste mai sapere cosa succede nelle cucine dei ristoranti in cui andate a mangiare. No che non vorreste saperlo. Perché? Perché succede tutto tranne quello che immaginate. Sì certo, si cucina, talvolta anche molto bene. Ma il clima da MasterChef non si avvicina minimamente alla realtà dei fatti. Nessun bell’imbusto dietro ai fornelli, nessun ...

0 commenti

Marco Stabile: quando allo chef non piace il web e non fa nulla per nasconderlo

Guerra chef-critici atto secondo. Dopo le dichiarazioni indiscrezioni di Davide Scabin della settimana scorsa, l’altro giorno su Repubblica ci ha pensato Marco Stabile a rincarare la dose. Confessando, in un articolo non accidentalmente titolato “Io, cuoco in trincea assediato dal Web”, di non essere troppo ben disposto nei confronti degli esperti di cucina cibernetici, in realtà improvvisati, che “al ...

0 commenti

Il cuoco è un mestiere da uomini, donne o vincitori di MasterChef?

L’espressione donne e motori fa così Paese Reale che uno potrebbe tranquillamente smettere di guardare Barbara D’Urso e Pomeriggio 5. Anche donne e fornelli è formula testosteronica (anche se lo gnocco in cucina, come si sa, non manca), ma rassicura quanto basta a patto di restare nelle cucine di casa. Al ristorante è tutta un’altra musica: ...

0 commenti

La dittatura del menu degustazione: perché il cliente non ha (quasi) mai ragione

In principio era la nouvelle cuisine: chef come Paul Bocuse e Marc Veyrat utilizzavano il proprio nome come ragione sociale, combinavano le tecniche della tradizione con l’enfasi sulla stagionalità delle materie prime e ricercavano l’eleganza, non più l’opulenza. La maggior parte delle loro proposte erano menu degustazione di quattro, cinque, sei portate, verso cui il ...

0 commenti

Riuscirà Ti ci porto io a riscattarci da anni di Cotto e Mangiato?

Siamo onesti. La prima reazione di molti di noi all’annuncio «dal 22 gennaio Gianfranco Vissani e Michela Rocco conducono Ti ci porto io su La7″ è, verosimilmente: “ma chi se ne frega se Gianfranco Vissani e Michela Rocco conducono Ti ci porto io su La7″. Il periodo è terribile, e in Tv siamo pieni di ...

0 commenti

Per fare un cuoco ci vuole un manager

Se avevi ancora in mente l’idea che per fare il cuoco occorressero una Scuola Alberghiera o lunghi anni di gavetta nelle retrovie di una Grande Cucina a pulire verdure e combattere con aragoste vive, beh, sei vecchio e gommoso. Se credi che ci sia qualcosa di vero nelle parole del Profeta di Verità Gianfranco Vissani ...

0 commenti

Perché tutti i cuochi odiano i blog?

Quando la stampa specializzata paturnia, io faccio finta di capirla. Fino a l’altro ieri su cuochi e mangiatoie avevano l’ultima parola—anzi la sola. Quotidiani, riviste, guide. Oggi, se vuoi sapere cosa capita nella scena italiana devi accendere il computer. Ci ripetiamo, un post alla volta i blog stanno cambiando la critica dei ristoranti. Ma cosa ...

0 commenti

Qualcuno spieghi a Licia Granello che sta scrivendo per internet, maledizione

Riavvolgi. Play. Parliamo di critici e ristoranti. Nooo! Okay, no. Anzi, se prima di 24 ore ci ricasco mandatemi pure al diavolo. Allora… parliamo di giornalisti e ristoranti. Magari di Licia Granello, la prima sciura di Repubblica che ieri ha scritto al sito Food&Wine dell’Espresso la sua memorabile incazzatura con i cuochi italiani. “Che delusione ...

0 commenti