di Nunzia Clemente 11 Marzo 2017
valerio braschi masterchef

Il vincitore della sesta edizione di MasterChef Italia, Valerio Braschi, lavorerà al Fourghetti, il locale aperto il 24 Giugno 2016 a Bologna da Bruno Barbieri, chef che, al netto del ruolo di giudice nel popolare talent culinario, ha inanellato 7 stelle Michelin in diversi ristoranti.

La proposta è arrivata poche ore dopo la finale trasmessa da Sky Uno HD, durante la conferenza stampa che ha festeggiato il diciannovenne studente all’Istituto Alberghiero, nato a Cesena ma residente a Sant’Arcangelo di Romagna in provincia di Rimini.

Del resto, aveva le idee chiare fin dall’inizio il sesto masterchef italiano, che all’inizio di questa stagione si era presentato così  “Sono giovane ma il mio obiettivo da grande è fare lo chef!”.

E oggi, all’offerta di Bruno Barbieri risponde: “Non credevo che mi chiedesse di lavorare per lui, andrò assolutamente. Non posso dire di no, sono entrato a Masterchef perché volevo lavorare per lui”

Bruno Barbieri ha poi spiegato i motivi dell’interesse professionale per Valerio: “Non conoscendo bene la storia della cucina ha capito che doveva bypassare e puntare su idee più innovative e moderne, qualche volta ha fatto degli errori, il menù della finale ci ha lasciato sbalorditi dall’inizio alla fine, però ci ha creduto fino in fondo”.

Gli altri giudici di Masterchef si sono uniti ai complimenti, sorpresi in particolare dal “Menù 18.0”, il menù degustazione presentato dal giovane vincitore durante la finale (tra i piatti: spuma di plancton, ravioli con salsa udon gelificata, e merluzzo nero in olio cottura), che è valso a Valerio anche l’invito a fare uno stage nel ristorante Atman a Villa Rospigliosi dello chef Igles Corelli, tra gli ospiti della finale.

Nel frattempo la sesta edizione di Masterchef si è conclusa con un record: seguita da un milione e 638mila spettatori medi, ha avuto uno share del 6,34% (con picco del 9,88% al momento della proclamazione), in pratica il programma più visto nella storia di Sky esclusi quelli sportivi.

Alla conferenza stampa post-finale non ha partecipato Carlo Cracco, che nei giorni scorsi ha annunciato il temporaneo abbandono a Masterchef, spiegandone i motivi ai lettori di Dissapore. Questo il commento di Nils Hartmann, direttore delle produzioni originali Sky: “Valutiamo tutte le opzioni per la prossima edizione: a tre o con un quarto o una quarta giudice”.

[Crediti | Link: Agi, Dissapore]