di Chiara Cajelli 3 Dicembre 2019
dieta-quinoa

La dieta della quinoa è una classica dieta mono alimento (come possono esserlo quella della banana, quella del riso, quella del limone etc), dalle dubbie proprietà miracolose che tuttavia nulla tolgono alle buonissime proprietà della quinoa.

Varietà in commercio

Non è da moltissimo che la quinoa è entrata a far parte delle nostre scelte quotidiane alimentari: appartiene alla cultura sudamericana (Bolivia e Perù) da migliaia di anni ed è erroneamente considerata un cereale, infatti è una pianta erbacea che appartiene alla stessa famiglia degli spinaci. In natura ne esistono innumerevoli varietà ma da noi in commercio si trova principalmente la quinoa bianca, quella rossa e poi i mix delle due. Considerata in antichità “Madre di tutti i semi” oggi è considerato un alimento fondamentale per la sopravvivenza umana.

Come cuocerla al meglio

Prima di entrar nel vivo della dieta della quinoa, vi suggerisco qualche ricetta per cucinare al meglio questo ingrediente. In generale la quinoa può essere sia lessata in acqua o brodo che, meglio ancora, essere “risottata” insieme agli altri ingredienti affinché mantenga tutte le proprietà. Ideale anche per la cottura al vapore!

IMPORTANTE: prima di cuocerla, la quinoa va lavata molto bene per eliminare quanta più saponina possibile. Si tratta di una sostanza chimica usata sulla superficie, e che può provocare allergie e problemi allo stomaco anche seri.

IMPORTANTE N2: la quinoa è naturalmente priva di glutine, quindi può essere adatta anche a chi ha intolleranze; attenzione però perché può interferire con alcuni farmaci. Rivolgetevi al vostro medico se la mangiate spesso.

Regole e vantaggi della dieta

Ho già ampiamente parlato del non senso che hanno le diete mono-alimento, non tanto perché l’alimento protagonista non sia buono o non abbia proprietà impareggiabili, ma perché per quanto salutare nessun alimento deve surclassarne un altro o altri. Vediamo le regole e i vantaggi di questa dieta di turno:

  • è molto saziante;
  • ha circa 120 kcal per 100 g, e 100 g sono davvero un piatto abbondantissimo;
  • oltre ad essere priva di glutine, è priva anche di istamina!
  • secondo la dieta, si dovrebbe mangiare una porzione di quinoa in entrambi i pasti principali al posto di altri carboidrati, ogni tanto va bene sostituirla con il riso integrale.
  • senso di sazietà, elevata percentuale di fibre e digeribilità aiutano concretamente in una dieta dimagrante non necessariamente ipocalorica

Il nostro no

Oltre a quanto già scritto, aggiungo un’unica cosa: nessuno può stabilire da sé quale e in che quantità ci faccia bene un alimento. Una dieta dimagrante può essere prescritta solamente da uno specialista. Cercando, spesso ho letto che la quinoa è proteica e può sostituire le proteine: grave errore, la quinoa contiene sicuramente più proteine rispetto ad alcuni cereali, ma allo stesso tempo ne contiene molto meno di legumi e altre fonti proteiche.

 

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento