Il Buonappetito: Sardenaira, la vera big di Sanremo

Stasera inizia il Festival di Sanremo. Se avete tipo mille anni, il vostro big del cuore sarà la coppia Fogli-Fachinetti. In alternativa un altro brandello dei Pooh, Red Canzian.

Se siete giovanissimi, magari tiferete per The Kolors; se siete vintage Nina Zilli; se siete cinquantenni Barbarossa; se siete colti Avitabile & Servillo; se siete dei nostalgici Ron o i Decibel; se siete autoriali Vanoni-Bungaro-Pacifico, se siete allegri Elio & le storie tese.

[Priano: la focaccia di Voltri]

Ma io ho un appello, a voi –diciamolo: almeno dieci minuti lo guardiamo tutti– che starete di fronte alla tivù. Per lenire la noia della trasmissione più lunga del mondo, guardate Sanremo mangiando sardenaira.

La sardenaira è l’unico, vero, intramontabile big di Sanremo, più di Claudio Villa e Nilla Pizzi messi assieme. E’ semplice e squisita come solo le cose semplici sanno essere: una pizza con pomodoro, sarde, capperi, olive, aglio, cipolle, origano.

[Prima di dire che i liguri non amano i turisti provate queste 15 focacce]

La sardenaira fa parte della meravigliosa triade delle focacce liguri: la Recco a Levante, la focaccia in senso stretto a Genova e, appunto, la sardenaira all’estremo Ponente.

Se proprio volete vedere Sanremo, fatevi la sardenaria: è semplice da realizzare (ma è difficile farla buonissima).

[Pizza fatta in casa: focaccia genovese open source]

Divano, un paio di fette di sardenaira, una bottiglia di pigato fresca e sopravvivrete anche al brano più melenso.

Perché la sardenaira è la sardenaira.

[Crediti | Immagine: Associazione Italiana Food Blogger]

Luca Iaccarino

6 Febbraio 2018

commenti (4)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Pier Giuseppe Viazzi ha detto:

    La sardenaria di Paolo
    Masieri è strepitosa

  2. gumbo chicken ha detto:

    Io preferisco mangiare sardenaira senza guardare il festival!

  3. Orval87 ha detto:

    Citerei anche il Piscialandrea, e anche la Pissaladière nizzarda, imparentate tra loro.
    In qualche paese nei dintorni c’è anche la versione con Machetto, una slasa di pesce azzurro.

«