di Chiara Cajelli 21 Novembre 2020
Come riciclare la scorza degli agrumi

Le Feste si avvicinano – facciamo finta che sia davvero così – e noi vogliamo suggerirvi idee carine e anti spreco, per arricchire le vostre giornate: come riciclare le scorze di agrumi, tra clementine, arance, bergamotto, pompelmo e chi più ne ha più ne metta.

Lo abbiamo fatto tutti, il gesto paziente e meticoloso e catartico di sbucciare gli agrumi ottenendo porzioni di scorza che fossero più grandi possibile, e di metterle sul calorifero ad asciugare. Vero? Da piccoli, poi, raramente ci facevamo poi qualcosa ma era bella l’idea di vedere una scorza diventare praticamente eterna. Farlo, profumava tutta la casa di quelle note frizzantine che solo l’inverno può regalare, e scaldava il cuore. Potete usare quindi gli agrumi che preferite, per una torta cioccolato e arancia, oppure una fluffosa al limone, o ancora marinare il pollo nel succo di pompelmo… ma questa volta tenete tutti gli scarti.

Le scorze di agrumi riciclate saranno per voi una piccola soddisfazione home made, un regalo, un hobby. O un anti stress, che ora più che mai serve, se proprio le nostre idee sul riuso delle bucce d’arancia non vi piacciono.

Tisane a profusione

tisane agrumi

Vale la pena riciclare le scorze di agrumi, misti anche, in ottime tisane se avete preso frutti naturali e non trattati. Lavate comunque molto bene le scorze e cercate di eliminare quanta più pelle bianca riuscite in modo da isolare solamente l’olio essenziale dolce. Potete lasciarle intere o a pezzetti, come preferite, ma se avete te e tisane sfusi, allora consigliamo di tritare grossolanamente le scorze e unirle così direttamente alla porzione di tisana.

Candele profumatissime

candele agrumi

Se avete qualche candela quasi esaurita a casa, potete unirle tutte e farne una nuova di zecca. Sciogliete la cera, raccoglietela in un nuovo contenitore e arricchitela con le scorze tritate quado è ancora liquida. Ah, lo stesso vale per il sapone, se sapete come farlo.

Rinfresca cassetti

scorze profumo

Se avete scorze di agrumi non di eccelsa qualità, oppure porzioni di scorza avanzata da ritagli o rovinata, potete riciclarla per fare dei sacchettini profumati per cassetti e armadi. Vi basterà farle essiccare solo parzialmente, per poi chiuderle bene in un sacchettino di cotone insieme a cotone in dischetti.

Polvere agrumata per dolci

agrumi profumo

Sempre con le vostre scorze migliori, potete ottenere una polvere ideale per decorare un dessert – torta o dolce al cucchiaio – tisane e tè, cioccolate calde, bagne per torte. Lasciatele essiccare completamente, ovvero finché si spezzano tipo cracker, e una volta fredde frullatele in un cutter. Procedete pochi secondi per volta, per non stressarle.

Bucce d’arancia essiccate per decorare le torte

bucce arancia essiccate

Potete ancora eseguire la tecnica del calorifero, per essiccare la scorza degli agrumi, ma se poi il loro scopo è decorare torte allora dovrete tagliarle7intagliarle bene già in partenza. fate delle porzioni dalla sagoma netta, oppure cercate di tenerle ferme a “ricciolo”. Un altro metodo è copparle con i taglia biscotti della forma che preferite.

Ghirlande di Festa o invernali

scorze essiccate

Ecco, gli stessi consigli e metodi suggeriti al punto precedente possono valere anche per ghirlande natalizie o di festa: riservate a questo scopo, però, le scorze di agrumi più rovinate, o molto trattate.

Chiudi pacchetti o segna posto

agrumi pacchetti regalo

Capita spesso che un limone giaccia in eterno in frigorifero fino a diventare quasi pietra… ecco, potrete affettarlo a fette sottilissime (con una mandolina) e essiccarle completamente. Otterrete dei chiudi pacchi o segna posto meravigliosi.

Sui cioccolatini o candite

cioccolatini scorze agrumi

Le scorzette dei vostri agrumi preferiti e non trattati possono essere candite, e usate poi su cioccolatini o torte. Provate la nostra ricetta per ottenere scorze candite perfette, non la lascerete più!