di Manuela 8 Ottobre 2019
Chef Rubio

Chef Rubio, ancora guai: flop del nuovo programma Rubio Alla ricerca del gusto perduto dopo le polemiche per i poliziotti uccisi a Trieste. A dirlo sono i dati Auditel, non proprio incoraggianti. Se ricordate, il programma va in onda dal 15 settembre su canale Nove. Ebbene, da quella data il calo dello share è stato costante fino a toccare un picco dopo l’ultima puntata, quella andata in onda dopo la vicenda dei poliziotti uccisi.

I dati Auditel sono questi:

  • 15 settembre: 373.000 spettatori, 1.82% di share
  • 22 settembre: 367.000 spettatori, 1.6% di share
  • 29 settembre: 344.000 spettatori, 1.5% di share
  • 6 ottobre: 242.000 spettatori, 1% di share

E’ difficile dire se la colpa di questa perdita di pubblico e di share sia legata alle parole in merito ai poliziotti uccisi, ma visto il tasso di caduta fra il 29 settembre e il 6 ottobre, parrebbe proprio di sì. La tendenza sarebbe confermata andando anche a leggere i commenti sulla sua pagina Facebook: molti utenti hanno dichiarato di non voler seguire più Chef Rubio e i suoi programmi a causa delle parole che sono volate in questi giorni. C’è anche da dire, però, che utenti più moderati hanno fatto notare come questo sia un atteggiamento poco sensato: se si dovessero seguire solamente le persone che la pensano esattamente come noi, finiremmo per seguire solo noi stessi sui social media.

A proposito del programma, poi, è intervenuto anche Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli-Venezia Giulia: vuole chiedere la chiusura del programma. Secondo Fedriga è vergognoso einaccettabile usare le sofferenze di una famiglia e di tutta l’Italia per lanciare provocazioni e acquisire visibilità. Secondo il presidente, Chef Rubio dovrebbe chiedere scusa e l’emittente televisiva dovrebbe cancellare il suo programma.

Breve recap della vicenda, visto che le cose si stanno complicando:

  1. a seguito della morte dei due poliziotti a Trieste, Chef Rubio aveva pubblicato un tweet dove sosteneva che fosse inammissibile che un ladro fosse riuscito a disamare un agente. La colpa di questa tragedia, sempre secondo lo chef, è del sistema che manda a morire giovani impreparati fisicamente e psicologicamente. E concludeva sostenendo di non sentirsi sicuro in mano loro
  2. il fratello di uno dei due agenti uccisi aveva replicato intimando a Chef Rubio di tenere alta la guardia, altrimenti se lo avesse incontrato in giro anche Chef Rubio avrebbe fatto la fine del fratello. E gli aveva augurato di perdere un tuo caro
  3. successivamente, rendendosi conto di quanto fosse grave ciò che aveva scritto, il fratello dell’agente si era scusato con Chef Rubio, sostenendo di aver parlato così a causa del dolore e aveva chiesto di chiudere lì la vicenda, rispettando il lutto della famiglia. Chef Rubio aveva ribadito di non avercela né con gli agenti né con la famiglia e di capire il loro lutto e dolore
  4. altri erano intervenuti a criticare le parole di Chef Rubio e l’intera vicenda: Matteo Salvini in un tweet aveva dichiarato che a volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprire bocca e togliere ogni dubbio, chiudendo con “Non sei uno chef, sei uno stupido”. Anche Rita Dalla Chiesa aveva detto la sua in un tweet: visto che Rubio non si fida degli agenti, se gli fosse mai capitato di essere minacciato pesantemente da qualcuno, avrebbe dovuto difendersi da solo. E poi aveva concluso dicendogli di vergognarsi per la sua immensa pochezza. Dure anche le parole di Massimo Giletti il quale ha esordito dicendo che lo chef aveva scritto la prima str***ata che gli era venuta in mente

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento