di Manuela 27 Agosto 2019
Lavare mani

A causa dell’epidemia di Listeriosi in Spagna, Adiconsum ha deciso di stilare un elenco di consigli per evitare contaminazioni e tossinfezioni alimentari. Nel corso degli ultimi giorni, la Spagna ha diramato un’allerta mondiale a causa di un’epidemia di Listeria che ha provocato più di 500 casi sospetti e due morti confermati. Proprio di oggi, inoltre, è la notizia del primo contagio non in Spagna: si tratta di un turista inglese che aveva fatto un viaggio in Andalusia.

Nonostante i 150 casi accertati, i 500 casi sospetti e i due morti, Adiconsum lamenta il fatto che sul sito italiano del nostro Ministero della Salute non sia comparso nessun avviso di sicurezza, forse a causa della crisi di Governo o della pausa estiva.

Ebbene, Carlo De Masi, presidente di Adiconsum, ha ritenuto opportuno informare gli italiani di quanto stia accadendo e di come evitare contaminazioni e tossinfezioni alimentari. Secondo De Masi, la pressione sui prezzi provoca una conseguente riduzione delle misure precauzionali le quali, invece, richiederebbero fondi e maestranze competenti. Nell’attesa di rivedere il modello di produzione e consumo alimentare nell’ottica di una maggior sicurezza e sostenibilità, ecco alcuni consigli per limitare il rischio di contaminazioni e epidemie:

  1. lavarsi bene le mani quando si manipolano gli alimenti
  2. lavare molto bene gli alimenti che vengono consumati crudi
  3. cuocere molto bene gli alimenti che vengono consumati cotti
  4. conservare in frigo gli alimenti (possibilmente senza compiere errori)
  5. non riscaldare più volte gli alimenti
  6. tenere rigorosamente separati gli alimenti crudi da quelli cotti

Per quanto riguarda la Listeria monocytogenes, ricordiamo che si tratta di un batterio Gram positivo che vive nella terra, nell’acqua e nelle piante. E’ in grado di contaminare verdure, carni e derivati, pesce, latticini e formaggi a pasta molle. La Listeria tende a proliferare a basse temperature e non ama la cottura a temperature superiori a +65 gradi. Tende anche a sopravvivere in ambienti salati e basse temperature, quindi marinare i cibi o congelarli non servono come protezione.