Torta ratatouille: mangia differente

Nella ratatuille, come nella peperonata, l’eleganza c’è sempre: tagliamo ad arte melanzane, pomodori, zucchine che disponiamo con cura nel piatto da portata migliore.

Stessa cosa per l’insolita ratatouille che vi proponiamo in questo episodio di “Mangia differente”, la serie di Dissapore per i diversamente onnivori, che per scelta o necessità mangiano diverso (vegetariani, in questo caso).

[Mousse al basilico con fragole e pinoli: Mangia differente]

[Ratatouille: 5 errori da non fare]

[Ricette vegan: tagliatelle di crespelle con crema di ceci]

[Senza glutine: mantecato al grano saraceno e melagrana]

Possiamo intenderla come una crostata salata elegante, una quiche delicata o una torta rustica e familiare, il filo rosso reste quello: è impossibile resisterle. Anche se tagliandola il guscio di pasta brisée si rompe in modo disordinato. Anche se il ripieno fuoriesce. Anche se i pomodori si arricciano.

Ce ne rendiamo conto mentre divoriamo la torta salata morso dopo morso, senza riuscire a smettere.

Torta ratatouille

Ingredienti:

Per il guscio di pasta brisée:

– 160 gr di farina 00
– un pizzico di sale
– mezzo cucchiaino di zucchero
– 115 gr di burro, tagliato a cubetti, più quello per imburrare
– 80 gr di acqua fredda, o più, se occorre

Per il ripieno:

– Una grossa melanzana (circa 700 grammi), tagliata a cubetti di circa 2 cm
– 100 gr circa di olio extravergine di oliva
– 5 spicchi di aglio, pelato e pestato leggermente
– 1 cucchiaio di foglie di rosmarino tritate
– un cucchiaio di foglie di timo
– 1 cipolla bianca grande, tagliata a fette di mezzo cm circa di spessore
– 200 gr di zucchini, tagliati a cubetti di circa mezzo cm di lato
– sale
– 1 uovo
– 150 gr di pomodorini
– un etto di formaggio tipo Groviera
– 60 gr di Parmigiano grattugiato
– 80 gr maionese
– un pizzico di pepe nero
– 30 gr di foglie di basilico
– un piccolo pomodoro tagliato a fettine (opzionale)
– un cucchiaio di olive nere (perfette quelle liguri, snocciolate)

Preparazione:

Preparate l’impasto per il guscio di brisée:

In una terrina unite farina, sale e zucchero. Mettete anche il burro freddo a cubetti, impastate velocemente con i polpastrelli fino a ottnere delle grosse briciole (ovviamente potete utilizzare anche un robot da cucina). Unite l’acqua fredda poco a poco, quanto basta perché l’impasto stia assieme: la quantità dell’acqua dipende dall’assorbimento della farina.

Appena l’impasto sta assieme ma risulta ancora un po’ granuloso, mettetelo su un piano infarinato e raccoglietelo in una palla. Mettetela su un foglio di carta forno, appiattitela leggermente con le mani per farla raffreddare prima, coprite con un altro foglio di carta forno, o avvolgete tutto nella pellicola, e mettete in frigo per un’ora.

Intanto, scaldate il forno a 200° C.

In uno stampo da forno, rivestito con carta forno, mescolate insieme le melanzane, 60 gr di olio, 2 spicchi d’aglio, un cucchiaino e mezzo di rosmarino, un cucchiaino e mezzo di timo e un pizzico di sale.

In una seconda teglia da forno, anche questa rivestita con carta forno, mescolate i pomodorini, le fette di cipolla, 2 cucchiai di olio, 2 spicchi d’aglio, 1 cucchiaino di rosmarino, 1 cucchiaino di timo e un pizzico di sale.

Su una terza teglia da forno, sempre coperta con carta forno, mescolate zucchini, 2 cucchiai di olio, 1 spicchio d’aglio, mezzo cucchiaino di rosmarino, mezzo cucchiaino di timo e un pizzico abbondante di sale.

Mettete tutte le teglie nel forno (oppure cuocete una teglia per volta) e fate arrostire le verdure fino a quando non sono dorate, girando ogni 10 minuti circa. Serviranno circa 35 minuti per cipolle, pomodori e zucchine e 45 minuti per le melanzane.

Una volta cotte le verdure, sfornate e fate raffreddare.

Riprendete l’impasto dal frigo, mettetelo su una superficie infarinata e stendetelo in un cerchio da 30 cm, che trasferirete in uno stampo imburrato di circa 22 cm di diametro. Pinzate i bordi con le dita per creare una crosta decorativa. Con una forchetta bucherellate il fondo e i lati della pasta, poi mettete in frigo per circa 30 minuti.

Aumentate la temperatura del forno a 220 °C, foderate il guscio di pasta con carta forno poi riempitelo con legumi secchi, o con gli appositi pesetti in ceramica per la cottura in bianco, e infornate per 15 minuti; togliete la carta forno, rimuovete i legumi e fate cuocere ancora per circa 5-10 minuti, fino a doratura. Infine sfornate e fate raffreddare su una gratella.

Abbassate la temperatura del forno a 190°C.

In una ciotola, sbattete l’uovo, poi unite i formaggi, la maionese, un pizzico di sale e un po’ di pepe.

In un’altra ciotola riunite tutte le verdure, mescolate bene e unite le foglie di basilico, poi mettete tutto nel guscio di pasta e rovesciatevi sopra la crema di uova e formaggi. Decorate con alcune fette di pomodoro, se lo usate, e unite anche le olive.

Cuocete infine per circa 30 minuti, o fino a quando la torta è dorata.

Fate raffreddare per una ventina di minuti e servite tiepida o a temperatura ambiente.

Anna Silveri

9 settembre 2018

commenti (2)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Federica ha detto:

    Molto bello ma complesso
    Io faccio una versione dell ultima ora
    Un pezzettino di biro con farina integrale e acqua faccio la pasta e la metto nel piatto crisp del microonde qualche minuto
    Poi aggiungo tutte le verdure precedentemente saltate nel piatto crisp per 10 minuti
    Sopra o uovo sbattuto oppure mozzarella
    Tutto di nuovo nel crisp 10 min circa
    Comunque siete meravigliosi

«