di Valentina Dirindin 29 Settembre 2019
Joe Bastianich Amici Celebrities

Joe Bastianich è uscito dal gruppo. Dal gruppo dei blu di Amici Celebrities, per la precisione, ovvero il nuovo programma di Maria de Filippi (iniziato appena due puntate fa) che si distingue, per così dire, per la partecipazione di celebrità, personalità affermate nello spettacolo, nello sport e nell’imprenditoria che gareggiano, mosse dalla “passione e non dal talento”, nel canto e nel ballo.

Tra loro c’è (anzi, c’era) il nostro Joe Bastianich, presentato al pubblico urlante di Amici (Celebrities) come “imprenditore gastronomico). Avevamo lasciato il caro Joe questa primavera, dopo l’addio a Masterchef Italia, con una serie di rumors molto appetitosi, che lo volevano seduto addirittura al tavolo dei giudici più ambito della tv, quello di X Factor Italia. E ce lo ritroviamo, seppur per un paio di attimi, in tutina.

Ma cosa diavolo ci faceva Joe Bastianich ad Amici Celebrities? Lui, che non è esattamente un improvvisato del canto. Insomma: Bastianich suona da sempre, gira il mondo on the road con la sua chitarra, ha appena pubblicato il suo primo album, Aka Joe, ed è addirittura stato ospite a programmi televisivi musicali, come il Dopofestival di Sanremo.

Di certo il Joe cantante non ha raggiunto i successi del Joe imprenditore, ma, per fare un esempio che qui conosciamo tutti, non ci si può presentare a Masterchef (quello classico, per aspiranti cuochi) perché si è chef mediocri.

joe-bastianich-concorrenti-amici-vip

Ora, con che criterio uno dal curriculum così viene inserito in una scuola di “amatori” con la passione del ballo e del canto, gente che non ha mai tenuto un microfono in mano come Ciro Ferrara? È vero che tra i concorrenti c’era pure Emanuele Filiberto di Savoia (sì, di nuovo in tv), che a Sanremo nel 2010 è perfino arrivato secondo (..) , ma ci chiediamo se sia esattamente il genere di carriera musicale a cui un cantautore dalle ambizioni sofisticate come Joe Bastianich voglia accostarsi. Detto ciò, non ci è del tutto chiaro: ad Amici ci sono cantanti amatori o professionisti?

La Maria nazionale può tutto in tv, e questo si sa, ma questa volta le regole del gioco ci paiono un po’ troppo forzate, con tutto l’ossequioso rispetto per le decisioni improvvise e assolutamente incontestabili “della produzione”.

Almeno, la pensavamo così fino a quando non abbiamo sentito cantare il povero Joe.

La sua “Il tempo di morire”, cantata come se fosse un’allegra canzonetta, avrà fatto registrare più di un malumore fra i fan di Lucio Battisti. E vogliamo stendere un velo pietoso sulla performance della sfida finale, dove Bastianich si è lanciato in una versione un po’ hawaiana di “’O sole mio”. Davvero, non ce ne voglia il povero Joe, e d’altronde noi di musica non ci siamo mai occupati ma, oddio, non sappiamo cosa dire su quel momento televisivo del nostro sabato sera, né come dirlo.

E d’altronde, non siamo gli unici, visto che – nonostante partisse come un professionista tra gli amatori – Bastianich ad Amici è durato appena due puntate. Di sicuro deve averla pensata come noi anche Platinette, membro della giuria di Amici, che ha trascorso tutta la sua serata a battibeccare con Bastianich (e a chiamarlo “chef”): “Accetta le critiche, perché mi pare che quando tu davi i giudizi nelle varie trasmissioni che conducevi non fossi proprio buonissimo. Anzi, c’era la sensazione che in cucina volassero i coltelli”, ha ribadito più volte, e il tutto ha generato diversi siparietti litigiosi fra i due.

Ed era un bel po’ che non assistevamo a quei litigi stile “io ti ho lasciato finire, ora tu lascia finire me”. D’altronde, forse, questa sensazione tra l’incredulità, la noia e il fastidio che ci ha causato all’incirca l’intera puntata di Amici non è colpa di Bastianich, ma della tv generalista.

Joe Bastianich Amici Celebrities

Ed è qui che veniamo alla seconda domanda che sorge spontanea, che è pressoché uguale alla prima: ma cosa diavolo ci faceva Joe Bastianich ad Amici Celebrities?

Lui, che è stato protagonista di un nuovo modo di fare e condurre la televisione, in quello che probabilmente è il programma d’intrattenimento migliore in Italia dei primi anni Duemila. Lui, che a Masterchef ne è sempre uscito alla grande: simpatico, tagliente, dalla battuta pronta e dall’aria austera e ammiccante che faceva capitolare le signorine in studio e a casa.

Tutto ci potevamo immaginare, tranne che vederlo tornare indietro nel tempo (e nella carriera), trasformandosi da giudice a giudicato, in quello che è il programma di intrattenimento che ha fatto la storia della tv generalista, è vero, ma negli anni Novanta, e dopo tanti anni non può che sapere di televisione vecchio stile.

“Lui non aveva alcun bisogno di mettersi in gioco così”, prova a chiosare Maria De Filippi per pacificare gli animi dopo l’eliminazione di Joe dalla competizione. Eh, appunto, chiosiamo noi.