Massimiliano Tonelli

Articoli recenti:

Primo Piano •

L’altro miracolo di San Gennaro

Crisi? Shock finanziario? Quell’odoraccio di recessione che da qualche settimana viene sapientemente diffuso nell’aria dai menagrami che la vedono lunga? Cosa volete che gliene importi, a New York. Ossia, magari qualcosa gli importa. Magari importa all’industria del turismo, magari importa all’industria che fa capo a Wall Street, giù giù a Downtown nel perdibile Financial District […]... CONTINUA

Primo Piano •

Ogni città ha i Grandi Magazzini che si merita, domani a Milano apre Excelsior con Eat’s dentro (non ho detto Eataly)

Domani apre Excelsior Milano. Un grande magazzino di fascia alta, così alta che in Italia ancora non c’era nulla di simile. Poteva mancare, all’interno del grande edificio milanese ristilizzato dall’archi-star Jean Nouvel, un progetto dedicato al cibo con protagonisti e modalità tali da rendere necessario qualche ragionamento? Percaritaddiddio, non siamo certo ai livelli dei big […]... CONTINUA

Primo Piano •

Roma | Venite a scoprire Lievito Madre, stessa categoria di Sforno, Bir e Fud, Fucina e Gatta Mangiona

Quando a primavera un paio di informatissimi insider compilavano per Dissapore la “Guida Michelin” della pizza romana, non potevano sapere che la famosa “Rossa” francese, anche se di riflesso, avrebbe avuto a che fare con il disco di pasta nato a Napoli, ma al momento glorificato e valorizzato più a Roma che in qualunque altra […]... CONTINUA

Primo Piano •

Roma, il Flaminio che non ti aspetti: Neve di latte, Metodo Classico, Osteria Pistoia, Tree Bar, La Capra Rampante

Si, ok, come no: a Roma sono riusciti ad aprire l’Auditorium di Renzo Piano, il museo Maxxi di Zaha Hadid, da qualche giorno il Ponte della Musica di Buro Happold però, parliamoci chiaro, sono tutte cattedrali nel deserto. Roba calata dall’alto che non fa indotto, che non cambia faccia a interi quadranti di città come […]... CONTINUA

Primo Piano •

8 novità imperdibili dell’inverno romano 2011

Di cosa si parlerà a Roma a cavallo tra 2010 e 2011? Dove si ritroverà la folla incontrollabile dei foodie capitolini? Quali sono le novità imperdibili della città italiana più gastrovivace del momento? Sopriamole insieme. LA CUCINA. Di Roy Caceres al ristorante Metamorfosi, zona Parioli. Davvero dovrebbe andare qualcosa molto, ma molto storto, se di […]... CONTINUA

Primo Piano •

Chi sarà lo chef “ultrastellato” arruolato da Eataly Roma per vincere la “guerra dei sapori” con la Città del Gusto?

Dando per scontato che il Baffo d’Alba non la butta mai giù a caso, qualche operatore di settore leggendo l’articolo pubblicato giorni fa dal Corriere ha sussurrato: “se Oscar Farinetti dice così, avrà già firmato l’accordo”. Ehggià, perché nelle anticipazioni su Eataly Roma trapelate ora che il cantiere dell’Air Terminal prende avvio in maniera consistente […]... CONTINUA

Primo Piano •

Ecco, in breve, perché la Restaurant week di Roma è una fregatura

Il battage dei giorni addietro, su social network, blog e giornali, la metteva giù abbastanza chiara: “il lusso alla portata di tutti”, “prenotate una cena da sogno”, “i migliori chef della città a soli 25 euro”. Così si presentava la Rome Restaurant Week per la sua prima edizione promossa dagli olandesi di DiningCity e apparecchiata […]... CONTINUA

Primo Piano •

Eataly (finalmente) a Roma. Da marzo 2011 all’air terminal

“L’air terminal, ex stazione ferroviaria di Ostiense, ospiterà la sede romana di Eataly“. Lo ha rivelato ieri il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Eataly Roma, che è frutto di un accordo tra Oscar Farinetti, fondatore della catena di supermercati per gourmet, e alcuni investitori privati, aprirà entro un anno un centro polifunzionale dove troveranno posto […]... CONTINUA

Primo Piano •

I’m in a New York state of mind

Gira gira la questione è sempre la stessa: l’annus horribilis 2009. E se conosciamo la reazione dei ristoratori italiani (hanno avuto una reazione?) può essere interessante spigolare cosa capita all’estero. New York City, capitale mangereccia d’America e forse del mondo, è una buona cartina di tornasole. La New York di Lehman Brothers, del Nasdaq, di […]... CONTINUA

Primo Piano •

A Fast Good non basta Ferran Adrià, 12 milioni di perdite in 5 anni

Quelli che la sanno lunga su dove-va la ristorazione semplificano: informalità, semplicità, km0, velocità, prezzi contenuti. Filosofia fast good, insomma. Poi, però, scopri che certe prospettive scontate cozzano con i numeri, rispetto ai quali gli scenari ineluttabili si trasformano in chiacchiere o poco più. Proprio Fast Good si chiama la catena di ristorazione di qualità aperta […]... CONTINUA

Primo Piano •

Roma, città aperta a parte

Abbiamo molto parlato di ristoranti romani questa settimana, perfino troppo, notava qualche lettore che romano non è. Ma la tentazione di capire qualcosa rispetto all’unica città occidentale che sembra avere regole e reazioni tutte sue, è forte. Trappole per turisti a parte, viene naturale criticare e provare a decifrare una Roma più “città a parte” […]... CONTINUA