Crema al mascarpone: 5 errori da non fare

I 5 errori da non fare preparando la crema al mascarpone per farcire pandoro e panettone, dagli ingredienti di base alle spezie, fino ai tempi e al liquore.

crema mascarpone perfetta

Lenticchie, zampone, panettone e pandoro sono i prodotti decisamente più acquistati in questo periodo. Ah no, è vero: a regnare sovrana è anche la crema al mascarpone, il “contorno” preferito per qualsiasi torta e lievitato sia servito a Natale e Capodanno. Farla è davvero semplicissimo, ma è proprio nelle ricette semplici che si fanno più spesso disastri.

Sì perché potete stare li a disquisire sulla dimensione degli alveoli del panettone, su quale sia il pandoro più buono… ma se poi avete una crema cattiva ad accompagnarli tutto diventa inutile. Ecco quindi 5 errori da non fare con la crema al mascarpone, per renderla perfetta e fare in modo che non stufi mai.

1. Usare mascarpone dozzinale

crema mascarpone classica

Non che ci sia nulla di terribile a usare il mascarpone confezionato al supermercato eh (anche se ora persino i Ferragnez usano il Santa Lucia in cucina, nella loro storia recente in qualità di food blogger), ma diciamo che per il mascarpone vale la stessa cosa che abbiamo indicato per la ricotta nei dolci: quello fresco al banco gastronomia è più buono. Se scegliete il mascarpone confezionato, abbiate cura di lasciarlo scolare qualche ora.

2. Usare zucchero a grana spessa

crema pandoro e panettone

Lo zucchero è il secondo ingrediente imprescindibile nella crema classica al mascarpone, dopo il mascarpone. Optando per uno zucchero semolato rischierete di non incorporarlo del tutto e lasciare quindi i granelli interi a dar fastidio. Meglio uno zucchero semolato extrafine, oppure uno zucchero a velo.

3. Condirla con un liquore qualsiasi

mascarpone pandoro

Ho ancora il ricordo della crema al mascarpone che si improvvisava a casa mia, dove gli unici liquori che avevamo erano Cachaça e Sake grazie ai viaggi di lavoro in Brasile e Giappone di mio papà: buonissimi entrambi, ma non nella crema al mascarpone. Per una cosa così grassa e dal sapore abbastanza pesante e delicato, ci vuole un liquore fresco e/o dal sapore molto definito: un marsala, un passito, un liquore all’arancia (tipo Grand Marnier), rum Stroh, una grappa al miele fatta in casa.

4. Non giocare con spezie e aromi

crema mascarpone pandoro

Spezie e aromi in questa preparazione giocano un ruolo fondamentale: distraggono dalla pesantezza, trasformano una base in una vera e propria ricetta, consentono di infondere la propria personalità. Sarebbe fichissima, ad esempio, una crema al mascarpone con le spezie dei gingerbread (cannella, noce moscata, chiodi di garofano, zenzero), oppure osare e farne una usando frutta disidratata in polvere. E poi ci sono i classici che non tramontano mai: scorze di agrumi grattugiate, vaniglia.

5. Aggiungere uova intere

crema mascarpone

La crema al mascarpone non prevede necessariamente uova, ma volendo potete usarle: otterreste una crema ancor più sostanziosa ma paradossalmente più leggera al palato, più saporita e vellutata, una mousse di mascarpone. Potete usarla per farcire il pandoro, ed è molto simile alla classica crema per il tiramisù. Usare le uova nella crema al mascarpone, quindi, ha i suoi vantaggi, a patto che le montiate per bene e le incorporiate delicatamente.

dolci Dolci al cucchiaio dolci di natale Errori in cucina mascarpone
Potrebbe interessarti anche