di Carmelita Cianci 8 Agosto 2011

Pesto al Super vs Pesto fatto in casa è uno dei molti modi per dividere il mondo, io che appartengo fieramente alla seconda scuola di pensiero non faccio fatica, specie in vacanza, a capire le ragioni dell’altra: concretezza e praticità. Per cui, dopo passate di pomodoro, oli extra vergine d’oliva, confetture, paste, pizze surgelate, chinotti e mascarpone mi presto volentieri a testare il pesto per Prova d’assaggio, il confronto settimanale tra prodotti della stessa categoria di Dissapore.

Ho scelto la versione fresca della salsa alla genovese perché va bene prestarsi ma almeno limitiamo i danni. Obiettivo del test: trovare un pesto che si avvicini o ricordi quello fatto in casa.

I CONTENDENTI

Il pesto di Pra’
Buitoni
Fres.co
Nord Salse
Valis/Ipercoop

I CRITERI

– Aspetto visivo
– Analisi olfattiva
– Consistenza
– Sapore

Il test si è svolto “alla cieca”. Ogni marchio è stato testato sia in purezza che come condimento a un piatto di pasta. Ricordo che non sono una tecnologa alimentare, e che il verdetto è oggettivo con deviazioni personal-affettive.

IL VERDETTO

# 5 Valis
Dicitura sul fronte: Pesto Fresco
Formato: 100 g
Ingredienti: olio vegetale, basilico 15%, margarina vegetale (oli e grassi vegetali parzialmente idrogenati, acqua, emulsionanti: mono e di gliceridi degli acidi grassi; conservante: sorbato di potassio; correttore di acidità: acido citrico), anacardi, formaggi grattugiati, olio d’oliva 2%, sale, pinoli 0,5%, aromi, proteine del latte, latte scremato in polvere, aglio, grassi vegetali raffinati, conservante: acido sorbico; antiossidante: acido ascorbico. Prodotto in uno stabilimento che utilizza anche: glutine, crostacei, uova, pesce, soia, sedano, senape, molluschi.
Prodotto e confezionato da Fres.Co srl – Traversetolo (PR), nello stabilimento di V.le Kennedy, 1156 – 21050 Marnate (VA), Italia.

Giudizio: sul fatto che sia proprio pesto resta qualche dubbio. Salato e acidulo.
Packaging: grafica anonima, pack di plastica molto semplice.
Aspetto visivo: colore verde molto chiaro, palliduccio.
Analisi olfattiva: odore di difficile definizione comunque poco riconducibile al pesto.
Consistenza: compatta, un po’ collosa.
Sapore: salato e molto aspro quasi fastidioso al palato.
Prezzo: € 11,40/al kg quindi € 1,14
Rapporto prezzo/felicità: appropriato al risultato finale.
In breve: poco raccomandabile.
Voto n.c.

# 4 Fres.co

Dicitura sul fronte: Pesto Fresco
Formato: 100 g
Ingredienti: olio vegetale, basilico 20%, margarina vegetale (oli e grassi vegetali, acqua, emulsionanti: mono e digliceridi degli acidi grassi; correttore di acidità: acido citrico), anacardi, formaggi grattugiati 3,5% (latte vaccino, latte di pecora, sale, caglio), latte scremato in polvere, olio d’oliva, pinoli 0,5%, sale, aglio, aromi, grassi vegetali raffinati, proteine del latte, antiossidante: acido ascorbico; conservante: acido sorbico. Prodotto in uno stabilimento che utilizza anche: glutine, crostacei, uova, pesce, soia, sedano, senape, molluschi.
Prodotto da Fres.co srl – Traversetolo (PR), nello stabilimento di V.le Kennedy, 1156 – 21050 Marnate (VA)

Giudizio: è la stessa azienda che produce Valis. Tuttavia in questo pesto si intuisce il sapore di basilico, anche se il sale resta il vero protagonista.
Packaging: di plastica dalla grafica migliorabile per così dire.
Aspetto visivo: torna il poco invitante verde pallido visto nel pesto Valis.
Analisi olfattiva: una leggera percezione di basilico, tutto il resto è noia.
Consistenza: densa e viscosa.
Sapore: la vaga percezione di basilico è soffocata dal sale. Retrogusto spiacevolmente amarognolo.
Prezzo: € 14,80/al kg quindi 1,48 €
Rapporto prezzo/felicità: equilibrato.
In breve: ♫ sapore di sale…
Voto 4

# 3 Buitoni

Dicitura sul fronte: Pesto alla Genovese con olio extravergine d’oliva italiano
Formato: 160 g
Ingredienti: olio vegetale, basilico 30%, olio extravergine d’oliva 10,3%, Grana Padano 9,1% [latte, sale, caglio, conservante lisozima (da uovo)], siero di latte in polvere, formaggio pecorino, destrosio, pinoli 2,2%, sale, aglio, aromi, antiossidante acido ascorbico.
Buitoni Viale G. Richard 5 – 20143 Milano. Stabilimento di Moretta (CN) – Via Locatelli 6.
Presenti i valori nutrizionali.

Giudizio: sapore equilibrato, si fa sentire il basilico, peccato per la consistenza eccessivamente liquida.
Packaging: di plastica, a forma di barchetta.
Aspetto visivo: verde intenso dalle sfumature vivaci.
Analisi olfattiva: escono formaggio e una pur lieve nota di basilico.
Consistenza: oltremodo liquida, si naviga nell’olio (ora mi spiego il packaging).
Sapore: delicato, il basilico c’è, anche se al palato olio e formaggio sono più evidenti.
Prezzo: € 15,43/al kg quindi € 2,47
Rapporto prezzo/felicità: può andare
In breve: olio extravergine al pesto. In barchetta.
Voto 5

# 2 Nord Salse

Dicitura sul fronte: Qualità per tradizione. Con basilico genovese DOP
Formato: 80 g
Ingredienti: olio vegetale, anacardi, basilico genovese DOP 12%, noci, olio extravergine d’oliva, sciroppo di glucosio, sale, formaggio pecorino (latte di pecora, sale, caglio), pinoli, antiossidante: acido ascorbico, aglio.
Nord Salse srl Via Rossana 7, 12026 Piasco (CN)
Presenti i valori nutrizionali.

Giudizio: consistenza adeguata, nel sapore prevalgono pinoli e noci, cercasi disperatamente basilico.
Packaging: barattolino in vetro rassicurante, grafica che non predispone all’acquisto.
Aspetto visivo: il più scuro del gruppo.
Analisi olfattiva: prevalgono noci e pinoli.
Consistenza: buona, densa e omogenea.
Sapore: pieno e gradevole, spiccano pinoli, noci e formaggio. Note negative: stenta il basilico mentre torna prepotentemente il sale.
Prezzo: € 22,37/al kg quindi € 1,79
Rapporto prezzo/felicità: non molto conveniente.
In breve: più salsa di noci (e pinoli) che pesto.
Voto 5,5

# 1 Il pesto di Pra’

Dicitura sul fronte: Il Pesto di Pra’
Formato: 90 g
Ingredienti: olio extravergine d’oliva italiano, basilico genovese DOP (min 25%), Grana Padano DOP (latte, sale, caglio, conservante: lisozima da uovo), Parmigiano Reggiano DOP (latte, sale, caglio), pinoli italiani, Pecorino Romano DOP (latte di pecora, sale, caglio), sale, aglio italiano, antiossidante: acido ascorbico, acidificante: acido citrico. Possibili tracce di noci.
Prodotto e confezionato da: Il Pesto di Pra’ di Bruzzone e Ferrari Srl – Salita R. Ascherio, 3° – Genova Pra’.

– Giudizio: equilibrio tra gli ingredienti bilanciati e con piacevole prevalenza del basilico.
– Packaging: classico barattolino in vetro e grafica rustica.
– Aspetto visivo: verde intenso e brillante.
– Analisi olfattiva: dà una generale idea di freschezza.
– Consistenza: riuscita, densa e omogenea.
– Sapore: delicato, rende finalmente giustizia al basilico.
– Prezzo: € 32,77/al kg quindi € 2,95
– Rapporto prezzo/felicità: equilibrato, certo, per chi il pesto è abituato a farselo in casa, il prezzo resta alto.
– In breve: richiamo in modo suggestivo il pesto fatto in casa.
Voto 6,5


COSE IMPARATE DA QUESTA PROVA D’ASSAGGIO

Delusione generale, si salva solo il pesto che ha vinto il test, gli altri prodotti restano distanti anni luce dalla mia idea di pesto. Al solito, il fastidioso dominio del sale fa pensare alla necessità di un forte insaporitore. Torno sui miei passi e sono meno disponibile a capire le ragioni di chi non fa il pesto in casa. Avere un piccolo orto fuori di casa ha i suoi vantaggi, non a caso sto uscendo per raccogliere qualche fogliolina di basilico.

Conoscete le marche di pesto fresco sottoposte al test, le avete mai comprate o assaggiate? Qual è la vostra opinione?

[Immagini: Carmelita Cianci]