autogrill

ultimi post

Né Rustichella né Coca Cola, cosa ci aspetta nel primo autogrill firmato Eataly?

Facciamo finta che stiate organizzando un ristorante di 8mila metri quadri per l’Expo 2015 di Milano. E, contemporaneamente, trovando i fondi per una Disneyland del cibo da svariati milioni di euro a Bologna. Oltre a scrivere libri, concedere interviste, appassionarsi alla politica, lottare con la burocrazia, imporre il proprio brand all’estero. Icomuni mortali come me – e come ...

0 commenti

Vacanze: 8 ipotesi per superare il momento fatale della sosta in Autogrill

Automobilisti arrovellati tra calura e partenze intelligenti, prima di sorridere in foto seppiate tra amici abbronzati, camicie di lino, piano-bar improbabili e partite a rubabandiera, anche quest’anno vi ci toccherà, volenti o nolenti, trovare riparo negli autogrill. Momento catartico, quasi un rito propiziatorio con inevitabile codazzo di caffè mortificanti, 50 sfumature di grigio, spremute freschissime, file alla toilette, 50 sfumature ...

0 commenti

Dopo Bistrot Milano Centrale Autogrill promette che non mangeremo Rustichelle per sempre

I gastrofighetti prêt-à-manger possono stare tranquilli: Autogrill non ha aperto Bistrot Milano Centrale alla stazione di Milano per un incidente, è stato il primo passo di un’evoluzione che dovrebbe proiettare il genere “ristorazione per viaggiatori” verso nuovi e più felici orizzonti. Lo ha detto l’amministratore delegato Gianmario Tondato: Autogrill non sarà più una sosta forzata ...

0 commenti

L’incubo di mangiare alla stazione: che sorpresa, Bistrot Milano Centrale!

Noi figli delle stazioni ferroviarie puzzolenti, accalcati nei treni perennemente in ritardo, con la puzza sotto il naso, quella vera, quella che non ti togli di dosso fino all’arrivo a casa. Nulla fino ad ora ci ha coccolati, neanche le finto pretenziose sale d’attesa di Trenitalia o Italo. Per mangiare qualcosa di decente dovevamo fino ...

0 commenti

Diversamente gastrofighetti: l’Autogrill e le vacanze d’agosto

Tre ragioni valide per cui non posso essere tacciato di gastrofighettismo radical-chic: 1) Sono nato a Roma in zona appio-tuscolano. 2) Non ho mai avuto un conto in banca che si fregiasse di questo nome. 3) Sono autisticamente pigro e quando mi affranco dalla mia condizione è la paternità a costringermi a scendere a patti ...

0 commenti

Mangiare in Autogrill. Che cosa sì, che cosa no, perché lo fai

Saudade. Sì, lo so… lunedì, ma nulla è perduto. Prendete me: ho scoperto che persino ascoltare Masini mentre si guida sull’A1 può regalare gioie inaspettate. Una su tutte: ti aiuta ad apprezzare la sosta in autogrill, per spegnere il cervello – e l’autoradio – e rigenerarti gustando con soddisfazione cibi tabù a cui mai, da ...

0 commenti

Per l’introduzione del reato di Apologia del Camogli, nel senso del panino

Stamattina, leggendo Repubblica, sono incappata in un articolo che mi ha mandato di traverso il caffè Selezione Gianni Frasi e ha dato un retrogusto amaro al mio yogurt di Bufala di Vannulo: un’intera mezza pagina dedicata a magnificare l’offerta gastronomica di Autogrill, a firma del corrispondente da Londra Enrico Franceschini. Titolo: Il Camogli diventa un ...

0 commenti

Pit stop mattutino: per colazione una tazzina di sacrosanto perfezionismo

Caffè, latte macchiato e cornetto. Si fa presto a dire – e fare – colazione all’italiana, ma non vi sembra un tantino spannometrico dire “pasta e cappuccio” come se bastasse a classificare cosa vi siete mangiati? Peccato che i fanatici del pasto al bancone non siano troppo inclini a parlare di qualità, differenze e sottigliezze ...

0 commenti

Le 7 meraviglie del mondo. Culinario

Ci si poteva pensare, ma lo ha appena fatto la patinata rivista americana Bon Appetit, dell’editore Conde Nast, a censire il pianeta alla ricerca dei piatti più rappresentativi, così paradigmatici del Paese di provenienza da poter rientrare nelle 7 meraviglie del mondo. Culinario. So bene che è solo una questione di tempo, prima o poi ...

0 commenti

Snackologia: quel tempo perduto all’Autogrill a mangiare Camogli

Ciò che conta è il viaggio, non la meta. E quel che conta in un viaggio è “a marenn”. Scelgo di proposito l’idioma napoletano perché è denso di significati. Non importa che il tragitto sia lungo o breve, nel mezzo ci devono stare le cibarie. Per me conta anche lo spazio in cui consumare il ...

0 commenti

Cosa mangia e come: radiografia di un automobilista italiano nell’area di servizio

Un tempo nelle cucine di un motel Agip potevi trovare aristochef come Angelo Paracucchi. Quel tempo non esiste più, scomparsa la catena, il termine motel è sempre sinonimo di viaggiatore, ma in altre faccende affacendato. Oggi le nostre aree di servizio sono suddivise tra Autogrill, Fini e Sarni, però, mentre il primo è ormai un ...

0 commenti

La rustichella è il junk food estivo preferito dagli italiani

Sarei tra gli italiani che la Rustichella non l’hanno mai mangiata. Una minoranza. Dice Autogrill che i miei connazionali lo fanno 550 mila volte in un anno. Ignoro il sapore del panino più amato e non essendo il solito gastrosnob, eccomi in preda a un discreto rimorso. Posso fornire le prove che al junk food ...

0 commenti