cucina siciliana

ultimi post

La cucina siciliana è una cucina identitaria e motivo di riconoscimento per il popolo siciliano, è una vera e propria cultura gastronomica che mostra tutti i contributi delle varie culture che hanno attraversato l’isola negli ultimi millenni.
Una cucina complessa e articolata, tra le più ricche e variegate e anche tra le più scenograficjhe cucine italiane, tra i cibi più famosi, nel mondo intero, troviamo la cassata, il cannolo ovviamente e gli arancini o arancini, dipende se vi trovate a Catania o a Palermo.
Il clima di quest’isola la rende ricca di spezie e erbe aromatiche, di agrumi, mandorle, pistacchi e olive, alimenti che si ritrovano in quasi tutti i piatti della cucina siciliana.
Nonostante ci siano dei piatti universalmente riconosciuti genericamente siciliani, ogni territorio ha le sue caratteristiche e le sue ricette precise, tanto che spostandovi anche di poco potreste veder scomparire una ricetta e trovarne di nuove mai sentite.
Questa è una cucina che si è stratificata nel tempo, con il susseguirsi di dominazioni straniere che hanno segnato in modo indelebile la cultura gastronomica dell’isola, data la sua posizione infatti è stata una delle principali colonie di Fenici, Cartaginesi, Greci, a loro va dato il merito di aver portato sull’isola l’ulivo e di aver ampliato la viticoltura, fu poi la volta dei Romani, delle guerre puniche, dei Goti e Bizantini, fino ad arrivare agli arabi, che hanno importato spezie dai sapori e colori inimmaginabili e ancora Svevi, Normanni e Spagnoli.
Impossibile dunque elencare tutti i piatti della cucina siciliana, alcuni piatti però hanno reso nota nel mondo quest’isola, rendendola anche meta di turismo gastronomico.

Streetfood

  • Arancini: o arancine: ufficialmente riconosciuti nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali, sono un vero pranzo, formata da riso e carne trita o quella al burro, ovvero: besciamella con prosciutto, piselli e/o funghi e riso naturalmente
  • Stigghiole: ovvero le budella di agnello, lavate in acqua e sale e condite con prezzemolo e cipolla, infilzate su uno spiedo o arrotolate intorno ad un cipollotto e cotte alla brace
  • Scaccia, tipica ragusana, un impasto lievitato simile alla pizza farcito con pomodoro e cipolla o con prezzemolo tritato e cipolla o altre innumerevoli varianti, arrotolata a mo di portafoglio e cotta al forno
  • Panelle: una frittella di farina di ceci
  • Sfincione: è un impasto lievitato morbidissimo, simile ad una spugna, è tipico di Palermo e viene condito di solito con pomodoro cipolle, origano, alici e caciocavallo
  • Pani ca meusa: il panino più famoso, è preparato con la milzadi vitello, bollita e tagliata a pezzi e poi soffritta nello strutto
  • Primi piatti

  • Anelletti al forno, è una sorta di timballo, tipico palermitano che si prepara con questo formato di pasta e ragù
  • Pasta alla norma: famosissima, con melanzane tagliate a tocchetti e fritta, pommodoro e ricotta salata
  • Macco di fave: una sorta di creme a base di fave, servito con o senza l’aggiunta di pasta
  • Pasta ncaciata: o ‘ncasciata, è un timballo di maccheroni, ragù, polpette, uova e naturalmente formaggio
  • Secondi piatti

  • Sarde a beccafico: ci sono più varianti, le sarde vengono squamate e farcite con pangrattato, aglio, prezzemolo, zucchero, uvetta e pinoli e poi arrotolate e cotte al forno
  • Falsomagro: una fettina di manzo farcita con carne trita, mortadella o pancetta, lardo, uova sode e caciocavallo, arrotolata e cotta in adella
  • Pescestocco alla messinese: stoccafissso cotto in tegame con pomodoro capperi e olive
  • Dolci

  • Cassatelle: simili a d un raviolo farcite con ricotta di pecora, zucchero e gocce di cioccolato, che vengono fritte in olio bollente
  • Cannolo: il dolce più famoso dell’isola, una sfoglia croccante fritta nello strutto, da farcire al momento di consumare con ricotta di pecora lavorata e guarnita con frutta secca
  • Granita: un must della colazione siciliana, la granita e la brioche col tuppo da inzuppare, l’origine è araba, le più note sonno ovviamente quelle alla mandorla e al limone
  • Paste di mandorle: sono tantissime, prerogativa è la mandorla di Avola dal sapore inconfondibile
  • Frutta martorana: a base di pasta mandrola che viene modellata per darle la forma di frutta fresca e poi dipinta
  • Scoprite con Dissapore come realizzare in casa le pietanze della cucina siciliana, quali sono i migliori ristoranti in Italia che propongono questo tipo di piatti e tutte le curiosità in ambito gastronomico.

    Baccalà a sfincione

    La ricetta del baccalà a sfincione, un piatto tipico della tradizione palermitana, qui riadattato con lo stoccafisso in una chiave gluten free

    0 commenti