Avatar

Martina Liverani

Scrivo storie e ho fondato @Dispensamag

ultimi post


Niko Romito esclusiva: al Mercato del Duomo di Milano c’è anche Spazio

“Mi chiamano l’uomo del fotofinish perché porto avanti più cose contemporaneamente e arrivo sempre di corsa” mi dice Niko Romito poco dopo la conferenza stampa di presentazione di Mercato del Duomo, l’emporio faraonico di quattro piani dedicato al food realizzato dal gruppo Autogrill in Piazza Duomo a Milano con un investimento di 13,5 milioni di ...

0 commenti

I cappetelli di Alberto Faccani: chef italiani non usate il marketing quando basta la creatività

Come si diceva ieri dobbiamo aver fiducia negli chef italiani. Mentre leggi che Barilla ha indetto un concorso tra designer internazionali per produrre un nuovo formato di pasta con l’utilizzo della stampante 3d e inizi a rassegnarti all’idea che ogni innovazione, scoperta o novità in campo alimentare sia minata dal sentore di marketing, industrializzazione o ...

0 commenti

I cappelletti? La prova che l’Emilia Romagna è “la regione dove si mangia meglio nel mondo”

L’ora dei cappelletti s’avvicina. Altro che pizza con i tortellini, altro che junk food. L’articolo che avrei voluto scrivere quest’anno, lo ha pubblicato il giornalista americano David Rosengarten sul sito di Forbes. Senza il problema e la paura di apparire schierato, interessato o soggettivo o compiacente, ha redatto un longform di quasi 30.000 battute a supporto della ...

0 commenti

Pizzerie Bologna: ‘O Fiore Mio con Pizze di strada vuole Boncizzare la città

Con cinque giorni di anticipo rispetto al Natale, sabato 20 dicembre i bolognesi amanti delle pizzerie si sveglieranno con una sorpresa: in piazza Malpighi –davanti alla fermata del bus 14 – apre ‘O Fiore Mio Pizze di Strada. Dopo Faenza, Milano Marittima (e la presenza nella nostra classifica delle 15 migliori pizze gourmet), Davide Fiorentini ...

0 commenti

Gwyneth Paltrow vs. Martha Stewart: nell’House of Cards gastronomico è obbligatorio schierarsi

Sembrerà impossibile ai più, lo so, ma Gwyneth Paltrow e Martha Stewart stanno litigando di brutto. “Sono davvero il tipo di nemico che vuoi avere?”dice Claire Underwood in uno degli episodi di House of Cards, la serie tv ambientata a Washington su intrighi di potere e scandali politici e che ha come protagonisti gli spietati coniugi Underwood ...

0 commenti

La piadina gourmet è il nuovo hamburger gourmet, oltre a confermare l’evidente superiorità della cucina romagnola

“La chirurzeja ent la pida, mè an l’aveva mai vesta”, ossia: “la chirurgia applicata alla piadina non l’avevo mai vista”. Così parlò un signore anziano in fila dietro di me aspettando di assaggiare una delle cinque piadine speciali protagoniste de La Notte della Piadina ieri al Marè di Cesenatico. Notte di grandi saggi, come vedrete ...

0 commenti

Sicuro, uno chef deve imparare molte cose. Alcune le trova nel film Chef, La ricetta perfetta, scoprite quali

“Voglio solo cucinare”, questo lo sfogo di Carl Casper, chef di Los Angeles con un coltello tatuato sull’avambraccio, alle prese con il titolare del ristorante, che pensa – ovviamente – più al business che ad assecondare l’ansia creativa dello chef alle sue dipendenze. Nell’essere una commediola leggera e buonista, talmente buonista e cibocentrica che sembra ...

0 commenti

Non c’è al mondo un’altra strada come la Via Emilia: 7 ristoranti dove fermarsi

Ci siete passati tutti, prima o poi. Magari distrattamente o magari di proposito. Almeno una volta nella vita, o di continuo. La Via Emilia taglia una regione, attraversa città e unisce due Italie. Io la percorro di continuo, su e giù, giù e su. Carlo Lucarelli, lo scrittore emiliano, l’ha definita una specie di metropoli-città: ...

0 commenti

L’aria condizionata fa male: lista sentimentale dei ristoranti all’aperto dove mangerei stasera in Romagna

Caldo è caldo, non c’è che dire. La temperatura mi rende così indolente da non aver trovato un attacco migliore a questo post. Costretta in città (“che a Bologna in estate è sempre più caldo e d’inverno sempre più freddo”, dicono gli umarell), ingobbita sul computer a ticchettare, passatemi il post sentimentale e personale. Nient’altro ...

0 commenti

Cosa vuol dire trattoria contemporanea? Blupum e Davide Scabin

Ci risiamo: lo stellato apre la trattoria, e via con roboanti articoli che ne comunicano l’apertura. Se ricordate, a fine aprile non si parlava di altro: Scabin apre una trattoria a Ivrea, il Blupum. Dopo Cracco con la sua Segheria e – a quanto pare – prima di Cannavacciulo, Davide Scabin, chef del ristorante Combal.Zero ...

0 commenti

Do you speak Facebook? Gli chef che -lo avete voluto voi- ci piacciono di più

Tra la puntata di un reality e un’ospitata in tv, tra uno show cooking e la presentazione di un libro, hanno pure il tempo di essere delle star dei social media. Di chi sto parlando? Naturalmente degli chef, supereroi della gastroera che penetrano nella nostra quotidianità anche attraverso i social media, ai quali siamo connessi ...

0 commenti

La moda dei ristoranti sostenibili: caro chef, ora dovresti anche salvare il pianeta

Caro chef, so che sei appena uscito dal tunnel della “cucina di identità”, ma ora c’è un altro labirinto da affrontare: quello della “cucina sostenibile”. Ti abbiamo consegnato il ruolo di guru e tuttologo, di filosofo, di presidio della memoria, di star, ora per favore dovresti anche salvare il pianeta. E preoccuparti della sostenibilità. Attrezzati, ...

0 commenti