Mangiare Fuori

ultimi post

Reinventarsi: perché aprire un ristorante è il sogno di tutti? E se lo faccio io sbaglio?

C’è un fenomeno neanche tanto nuovo di cui si discute a Milano in questi giorni, a parte la pioggia definitiva dico. L’impegno, altrimenti detto mania, di dare vita a nuovi progetti legati al mondo del cibo. Non possono essere definiti genericamente ristoranti, perché sarebbe riduttivo, in alcuni casi persino scorretto. Sono piccoli luoghi, micro bar, ...

0 commenti

Marzapane a Roma: non si può piacere a tutti

Marzapane è un locale romano di cui negli ultimi mesi si è parlato molto: i gestori e Alba Esteve Ruiz, “cuoca emergente dell’anno“, posseggono “la formula che mette tutti d’accordo”. Metterebbe, anzi, perché a noi ha fatto un’altra impressione. Il locale, con cucina a vista e aspiratore poco efficiente, può ospitare una ventina di clienti, ...

0 commenti

Ode semiseria al Chiringuito di Piazza Risorgimento a Milano

Dicesi chiringuito un bar sulla spiaggia di una località esotica. Il termine è nato sulle coste spagnole del Mediterraneo, ma ha avuto fortuna ed è stato esportato. A Milano su di esso si basa una delle espressioni feticcio del milanese nevrotico, che sta (o crede di stare) sempre sul confine del burn out. Quando viene convocato a una ...

0 commenti

Se almeno Hollande avesse comprato i croissant a Julie in queste 10 pasticcerie di Parigi

Digitare Hollande e croissant su Twitter, vedere il risultato, ridere forte. Da quando il presidente francese si è fatto beccare con (è il caso di dirlo) le mani nella marmellata, è diventato il bersaglio del web. L’immagine di lui in motorino verso l’appartamento dove incontra l’attrice Julie Gayet, insieme alla guardia del corpo che poi ...

0 commenti

5 cose deliziose: Israele edition

Quando torni da un viaggio, se sei normale scarichi le foto sul pc, se sei psicopatico cerchi in rete la ricetta del cibo che più ti è rimasto nel cuore e lo riproduci seduta stante. Israele si sa, è difficile da catalogare o riassumere, anche dal punto di vista gastronomico. Nei secoli gli ebrei emigrati ...

0 commenti

Pollo, pit barbecue e cibo interattivo: le tendenze food per il 2014

Secondo post da Londra, caro il mio piccolo lettore, la città dove nascono tendenze e avanguardie culturali, la metropoli cosmopolita che detta l’agenda anche nelle mode legate al cibo. E qual è l’argomento dopo il km zero del primo post? Indovinato: le principali tendenze per il 2014. Sbirciando tra le cose che stanno infiammando le tavole ...

0 commenti

La mie avventure con i cronut: come espiare un’ossessione

Ciao sono Tanya Gervasi, modella a New York. Si dice in giro che sia bella. Si dice molto meno che ho fatto studi gastronomici e mi piace molto mangiare. Per raccontare questa passione desideravo solo approdare su Dissapore. Che le cronache dalla Grande Mela abbiano inizio. Le mode e gli eccessi vanno sempre stigmatizzati. Ma ...

0 commenti

Conti alla mano, gli aristochef non sono ricchi come voi – maliziosi – pensate

Immaginatevi questa scena: Joe Bastianich, il serial restaurateur italo-americano reso celebre da Masterchef, chiede il 740 a Davide Scabin. Non il 740 in senso fisico, ma la contabilità spiccia del Combal.Zero, il ristorante che lo chef noto anche per le apparizioni a La prova del cuoco, gestisce a Rivoli (TO). Bastianich lo ascolta e perplesso domanda: ...

0 commenti

Elogi da Forbes e sciopero dei ristoranti: tutto a Bologna

Bologna e il cibo: una storia d’amore e odio mai risolta. Da una parte la rivista Forbes che incorona l’Emilia Romagna come il più grande tesoro enogastronomico d’Italia. Dall’altra gli chef del capoluogo che annunciano uno sciopero in massa. Ehi ehi, calma, no panic. Una cosa alla volta. Partiamo dalle buone notizie o da quelle ...

0 commenti

Cosa penso mentre mangio il ventunesimo piatto di un menu degustazione da 22

Mi trovo a Shanghai, dove ho appena terminato uno dei più ambiziosi e monumentali menu degustazione che la storia dell’uomo ricordi: le 22 portate di Ultraviolet, ristorante teatrale dello chef francese Paul Pairet, al numero 8 della classifica San Pellegrino & Acqua Panna per l’Asia (inserisco il riferimento alla 50 Best Restaurants solo per irritarvi? ...

0 commenti

I 7 ristoranti più sopravvalutati del 2013

Oggi, siccome non sapevamo come complicarci la vita, abbiamo impegnato un nutrito manipolo di sgamatoni, giornalisti  food-writer e critici gastronomici su un tema assai scivoloso: quali sono i ristoranti più sopravvalutati del 2013? Sottotitolo: le esperienze più negative dell’anno (per non dire le più schiettamente pessime). Per proteggere l’incolumità dei critici gastronomici, poco attirati dall’idea ...

0 commenti